Integratori

Zinco | Proprietà, Benefici, Carenza ed Integrazione

Dallo scrittore Myprotein Andrea Negro, studente in Scienze Motorie e personal trainer.


Zinco: Proprietà


Lo zinco è un oligoelemento che ha una notevole ubiquità in termini di presenza e importanza in varie funzioni metaboliche del nostro corpo; è tra i minerali più importanti per lo sviluppo del corpo.

Si trova praticamente in tutte le nostre cellule e in particolare, nelle ossa, nel fegato, nei testicoli e nella prostata ( è fondamentale nel controllo della produzione di testosterone).


Benefici


É un oligoelemento necessario per la divisione delle cellule sane, si comporta come un antiossidante e rallenta il processo di invecchiamento.

Viene utilizzato anche nelle diete che hanno come obbiettivo quello della perdita di peso, in quanto riesce a controllare i fastidiosi morsi della fame e a sopprimere l’appetito.


Carenza


La carenza di zinco può essere primaria, derivante cioè da un’alimentazione non bilanciata, o dipendere dalla riduzione dell’assorbimento di questo minerale nell’intestino.

Attualmente, la maggior parte dello zinco presente negli alimenti si perde quasi completamente durante i processi di lavorazione, o semplicemente non era presente all’origine, data la scarsità di nutrienti nei suoli.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, il 31% di persone in tutto il mondo hanno una carenza di questo integratore

Molti studi che hanno esaminato l’equilibrio dei minerali negli atleti, hanno riscontrato grosse perdite di zinco. L’allenamento cronico combinato con diete con calorie ridotte, riduce ulteriormente i livelli di zinco ematico. Una carenza di zinco può inoltre predisporre ad una carenza di vitamina A.


Fonti


Le ostriche contengono più quantità zinco per porzione di qualsiasi altro cibo (si può capire così perché le ostriche sono, in alcuni ambienti, considerate un afrodisiaco).

La carne rossa, il pollame, i fagioli, i semi di zucca, le noci e alcuni tipi di frutti di mare come granchi e aragoste sono alimenti naturalmente ricchi di zinco.

Importante è ricordare che solo il 20-30% di questo integratore  presente negli alimenti viene assorbito dall’organismo, lo zinco d’origine animale è assimilato meglio rispetto a quello di origine vegetale.


Integrazione


Una dieta povera di proteine, eventuali patologie del fegato, o l’assunzione di alcuni farmaci (come i diuretici o alcuni antidepressivi), possono portare ad un suo cattivo assorbimento. In questo caso è opportuno ricorrere ad integratori alimentari, al fine di non ridurre l’apporto necessario all’organismo.

 Una dose singola dovrebbe essere sufficiente per eliminare i sintomi della deficienza di zinco negli atleti.


Interazioni

Quando si assumono integratori di zinco può essere necessario aumentare il dosaggio anche di altre sostanze, come ad esempio la vitamina A, per far modo che esso assolva al meglio le sue funzioni.

 



Myprotein

Myprotein

Scrittore ed esperto


SCONTI ED OFFERTE IMPERDIBILI Scopri ora