Integratori

Integratori per capelli: quali scegliere?

La struttura del capello

Il capello è strutturato in due parti fondamentali:

  •  fusto
  •  radice

Il fusto è la parte visibile del capello, un tessuto non vivente, a sua volta suddiviso in uno strato più esterno detto cuticola e uno sottostante detto corticale e uno interno detto midollare.

 

La cuticola è formata da micro scaglie di cheratina sovrapposte (da 6 a 10 strati in base allo spessore del capello), la zona corticale invece conferisce il colore al capello in base alla quantità di melanina contenuta mentre la zona lombare ha una struttura spugnosa.

 

La radice è la parte viva del capello: essa è conficcata nella cute e termina con una parte rigonfia detta bulbo, entro il quale vengono create le cellule che formano il capello.

 

Alla radice del capello troviamo anche la ghiandola sebacea che ha il compito di produrre il sebo, un lubrificante che impedisce la disgregazione delle scaglie di cheratina.

I capelli crescono seguendo un ciclo: dopo un periodo di crescita (anagen) segue un rallentamento (catagen) che termina con la fase finale ovvero la morte del capello (telogen), che cade, mentre dalla papilla dermica inizia a formarsene uno nuovo.

 

Integratori per capelli: quali scegliere?

 

Ogni capello si trova in un periodo diverso: se così non fosse, avremmo la caduta simultanea di tutti i capelli a cadenza ciclica!

 

Oltre alle patologie, per le quali è necessario il parere di medici e specialisti, anche stress, affaticamento e cambi stagionali sono fattori che modificano questa ciclicità, e tendono alle volte ad alterare lo spessore dei capelli, opacizzarne il colore o accentuarne la caduta; in condizioni di buona salute, la prima arma di cui disponiamo per prenderci cura della nostra chioma è l’alimentazione!

Come per tutti i nostri organi e apparati, il cibo ha per i capelli un’influenza considerevole: carenze di determinati macro o micronutrienti impattano in maniera sensibile sulla nostra criniera!

 


Un aiuto dall’integrazione


 

Una volta eliminate le fonti di stress e affaticamento, solitamente la situazione torna nella norma, tuttavia non possiamo sempre sottrarci alle prove che ci mette davanti la frenetica routine quotidiana… quindi? In aiuto, possiamo ricorrere a un’alimentazione particolarmente ricca di alcune vitamine e minerali che, in alcuni casi possono essere introdotti anche con l’integrazione.

Integratori per capelli: quali scegliere?

1. Vitamine del gruppo B

 

  • Vitamina B2 (riboflavina) è fondamentale per la vita della cellula, perciò anche per quella dei capelli, infatti una sua carenza può portare alla loro caduta.
  • Vitamina B3 (niacina) svolge un ruolo importante per la circolazione periferica e per le reazioni chimiche che sono alla base del metabolismo del capello.
  • Vitamina B5 (acido pantotenico) svolge diverse funzioni tra cui quella di riparare i danni dei trattamenti chimici e meccanici e ridurre la formazione di doppie punte.
  • Vitamina B8 (biotina) ha un ruolo molto importante per il metabolismo del capello: una sua carenza può portare a calvizie (reversibile quando viene colmata la carenza stessa) e secchezza. Inoltre trattamenti a base di biotina sono risultati efficaci in studi per la
    prevenzione contro i capelli grigi.
  • Vitamina B9 (acido folico): essa sembra avere un ruolo contro l’aumento dei capelli bianchi dovuti all’età.
  • B12 (cobalmina): è necessaria per la moltiplicazione delle cellule che costituiscono il bulbo del capello.
  • B7 (inisitolo): agisce in maniera evidente contro lo sfibramento e la calvizie.

Da quanto scritto nell’elenco sopra si può intuire come le vitamine del gruppo B influiscano in maniera sinergica nella salute del capello e come, una loro carenza possa avere effetti decisamente antiestetici sulla chioma. Per questo è fondamentale, se la dieta non riuscisse a far fronte alla RDA consigliata, integrare con un buon complesso di vitamine del gruppo B.

 

 

2. Zinco

 

Lo zinco è un minerale che svolge importanti funzioni come favorire la sintesi della cheratina e rigenerare i tessuti. Lo zinco è contenuto naturalmente in crostacei, carne rossa, orzo, fagioli tuttavia spesso si ricorre a supplementi di questo minerale soprattutto quando si seguono particolari regimi alimentari.

 

 

3. Rame

 

Il rame è contenuto nell’olio d’oliva e in alcuni minerali; esso agisce sulla sintesi della cheratina e sulla pigmentazione del capello attraverso la produzione di melanina. Un buon apporto di rame in sintesi rallenta l’invecchiamento del capello e la prevenzione del loro incanutimento (capelli bianchi).

 

Integratori per capelli: quali scegliere?

 

Il consiglio principale prima di intgrare la propria alimentazione è parlarne con il proprio medico e/o nutrizionista, scegliendo complessi vitaminici e di minerali già bilanciati; evitare il fai da te acquistando vitamine e sali minerli separatamente per evitare di incorrere in sovradosaggi che potrebbero avere effetti indesiderati.

 

Nessun tag



Gabriele Galasso

Gabriele Galasso

Scrittore ed esperto

Professionista nel settore kickboxing- K1, presente nel ranking italiano "classe A pro WTKA"nella categoria -75 kg. Istruttore certificato FIF nel settore del Functional Training.


Dai un’occhiata alle nostre offerte! Acquista ora!