0
Carrello

Al momento non ci sono articoli nel tuo carrello

Allenamento

Regali Per Ciclisti | La Guida Definitiva


Regali Per Ciclisti


Ami qualcuno che ama il ciclismo?

Con le festività alle porte e quel senso diffuso di allegria natalizia, probabilmente starai pensando a quale sia il modo migliore per mostrare ai tuoi cari quanto tieni a loro.

Magari vuoi sorprenderli con un regalo che illumini le loro feste e stampi loro un bel sorriso in faccia; un regalo che mostri loro non soltanto che presti attenzione, ma anche che ci tieni alla loro ricerca di salute e forma fisica.

Questo articolo ha lo scopo di aiutarti a scegliere quali regali stenderanno il tuo ciclista – una lista di regali da inviare direttamente al Polo Nord per mettere gli elfi al lavoro. Dai un’occhiata alla nostra lista definitiva di regali per ciclisti per aiutarti a eliminare lo stress dal tuo Natale.


Un appunto sui ciclisti


Dobbiamo prenderci cura delle persone che amiamo. Quindi sta a me fare un piccolo annuncio di pubblico servizio sui ciclisti. Sono un po’ matti. I ciclisti tendono a passare troppo tempo in bici e non abbastanza con i piedi per terra come persone normali. Inoltre, non mangiano abbastanza per alimentare le loro imprese ciclistiche.

Ciò significa che spesso i ciclisti non rispettano le quantità consigliate sia di energia che di nutrienti proveniente dal cibo (1). In questo modo, diventano dipendenti dagli integratori, in particolare per quanto riguarda i nutrienti dietetici essenziali (1-2). Di fatto, fino a un 93,8% di ciclisti non soddisfa i bisogni di vitamine B1, B9, A ed E (1).  Inutile dirlo, la maggior parte dei ciclisti ha bisogno di una spinta nutrizionale!


1. Mypre


Come accennato, è altamente probabile che il tuo ciclista abbia un deficit di almeno 1 o 2 nutrienti essenziali, necessari per la salute e la prestazione. Per poter combattere questi eventuali deficit, alcuni dei ciclisti migliori al mondo fanno dei cambiamenti specifici nel programma alimentare e degli integratori per assicurarsi una buona prestazione.

MYPREIn uno studio che valuta le diete e i regimi alimentari di ciclisti endurance che gareggiano nelle corse ciclistiche più lunghe al mondo (la Race Across America), l’aiuto ergogenico preferito per il prima, il durante e il dopo corsa risulta essere un integratore amminoacido (3).

Mypre è un prodotto di risalto che fornisce 4 g di amminoacidi ramificati (BCAA) con un rapporto 2:1:1 di leucina, isoleucina e valina. Tutto ciò accompagnato da 800 mg extra di leucina che dà una spinta ai muscoli per facilitare una sintesi ottimale delle proteine muscolari. In aggiunta, questo mega integratore fornisce 1,5 g per dose di l-citrullina, beta alanina e acido d-aspartico che danno una spinta alla prestazione e al recupero; oltre a fornire il 24% dell’assunzione giornaliera di vitamina B12 e il 15% dell’assunzione giornaliera di vitamina B6.

Ma non finisce qui. Mypre è anche fonte di altri due aiuti alla prestazione essenziali per un ciclista.

In primo luogo, fornisce 400 mg di una miscela brevettata di caffeina ed estratto di guaranà che equivale a 5 cappuccini e mezzo. La caffeina ha molti vantaggi per i ciclisti di entrambi i sessi poiché ha dimostrato di provocare un aumento significativo del 3-4% di potenza prodotta durante una pedalata di 50-60 minuti (4).

In secondo luogo, Mypre fornisce 4 g di creatina in 4 forme diverse (comprese la creatina monoidrato e creatina idrocloruro). Questo integratore davvero molto usato ha anche mostrato di poter assistere la prestazione ciclistica aumentando i picchi di potenza prodotta e la produzione totale del lavoro durante periodi ripetuti di scatti massimi (5), riducendo l’accumulo di ammoniaca nel plasma del sangue e attenuando la fatica.

È evidente che questi aiuti (amminoacidi, caffeina e creatina) sarebbero degli utili componenti di uno scrupoloso programma giornaliero per ciclisti – tuttavia, con Mypre si ottiene una grande varietà di integratori fatti quasi su misura per coloro che vogliono dare una spinta alla forma fisica pedalando. Scegli tra 7 fantastici gusti per soddisfare le preferenze dei tuoi destinatari!


2. Borraccia


Un altro requisito dietetico essenziale spesso non rispettato dai ciclisti è quello dell’idratazione (1). È semplice, i ciclisti non bevono abbastanza acqua per mantenere l’idratazione durante la prestazione e un enorme 92% di loro sceglie di bere acqua non appena sceso dalla bici (3).

Bottiglia per attività sportive Endurance MyproteinQuesta è un’ottima ragione per essere sicuro di aver equipaggiato i tuoi cari con la borraccia migliore su cui puoi mettere le mani per evitare che siano disidratati e non riescano a svolgere una prestazione ottimale.

Gli effetti negativi della disidratazione sono reali. Uno studio ha dimostrato gli effetti negativi di questa deficienza sulla prestazione ciclistica (6).

A sei ciclisti allenati è stato chiesto di pedalare per un’ora al 70% del loro VO2max e poi per il tempo di esaurimento al 90% del loro VO2max per misurare gli effetti della lieve disidratazione derivante dalla prestazione ciclistica.

Hanno svolto questo compito prima con una soluzione fluida idratante assunta ripetutamente durante la prova, e poi senza ingerire alcun liquido.

I risultati hanno mostrato che l’assunzione di liquidi non solo aveva ridotto la quantità di liquido perso durante l’esercizio, ma aveva anche aumentato di ben 3 minuti il tempo di esaurimento della pedalata!

Tutto ciò unito a un aumento della scala di percezione dello sforzo durante la pedalata – ciò significa che gli atleti disidratati (solo per l’1,8%) non solo si sono stancati prima, ma si sono anche sentiti più stanchi dopo la prestazione.

Una Borraccia sportiva da 800 ml Myprotein è un’aggiunta gradita a ogni bicicletta e ti permette di restare idratato durante l’allenamento e durante le gare. Con questa borraccia realizzata con un materiale morbido e comprimibile per durare a lungo e dotata di un tappo a prova di perdita, potrai conservare ogni goccia essendo certo allo stesso tempo che la tua bevanda è sicura e testata.


3. Auricolari


Molte persone amano ascoltare la musica. Non a tutti piace la stessa musica, ma spesso si dice che questa possa darci una spinta durante l’allenamento quando stiamo rallentando e abbiamo bisogno di un po’ di motivazione in più.

Sebbene non sia ancora stato provato con sicurezza che la musica riesca sempre a facilitare un effetto ergogenico sulla nostra prestazione fisica, è ormai diventato un concetto talmente diffuso che persino la British Association of Sport and Exercise Sciences suggerisce nelle sue relazioni peritali che la musica possa detenere il potere di influenzare l’umore e ridurre la nostra scala di percezione dello sforzo (7).

Concetti che sono stati avallati anche in altri studi (8).

Auricolari Myprotein VehoUno studio che esamina in particolare la prestazione ciclistica ha rilevato che ascoltare la propria musica preferita durante un periodo di pedalata costante ad alta intensità possa aumentare la distanza di pedalata percorsa (di 2,7 km!) E ridurre il grado di sofferenza percepito dal ciclista (9).

Che motivazione fantastica per regalare ai tuoi cari l’edizione speciale degli auricolari Myprotein Veho Z1 360 Stereo ad isolamento acustico così che possano ascoltare le LORO tracce preferite mentre sono sulla strada.

Con il nuovo, fantastico sistema di cavi piatti e flessibili anti-nodi, queste bellezze non si aggroviglieranno e saranno compatibili con il tuo smartphone o il tuo lettore MP3 – indipendentemente dal dispositivo che preferisci. Anche in questo caso, il prodotto è brandizzato con il logo Myprotein leader su scala internazionale.

È proprio uno di quei regali che deve stare sotto l’albero – se prima non li prendi per te!


4. Palla per yoga


Questo potrebbe sembrare un regalo insolito ma, credetemi, è giustificato. In qualità di fisioterapista muscoloscheletrico e dello sport, non è così raro incontrare persone che hanno le migliori intenzioni e motivazioni di allenarsi ma vengono inibite dal dolore.

PALLA PER YOGA MYPROTEIN - 65CMTra i ciclisti, vedo spesso persone che sono pendolari attivi in bici o passano i fine settimana a pedalare, ma presentano ancora problemi nelle parti inferiore e superiore della schiena.

Quello che voglio dire loro è che, in generale, per poter condizionare se stessi a passare ore sulla bici, a volte bisogna fare qualcosa di diverso.

Ci sono molte tipologie di yoga: Bikram, Hatha, Kundalini, Vinyasa – i principi fisici restano gli stessi.

Lo yoga aiuta a migliorare l’efficienza e il controllo neuromuscolare del nostro corpo, riduce la tensione muscolare e le manifestazioni fisiche di stress, e migliora l’elasticità dei tessuti.

Trattandosi, il ciclismo, di un tipo di attività che dipende dal fatto che il corpo stia per lunghi periodi in una posizione statica, è evidente che lo yoga possa essere utile.

Di fatto, un affascinante studio svolto su un gruppo di giovani ciclisti ha rivelato che fare yoga ha un paio di vantaggi fisiologici essenziali (10). Vale a dire che la pratica dello yoga riduce l’attività del sistema nervoso simpatico e sposta il nostro sistema nervoso autonomo su attività più parasimpatiche. Ciò porterebbe non solo a una riduzione dello stress e dell’ansia, ma anche a una promozione del rilassamento e del movimento dei muscoli.

La palla per yoga MyProtein è un accessorio ideale per l’allenamento da usare in casa per lavorare su forza, mobilità e coordinazione come parte di un piano di yoga. Con un diametro di 65 cm, la palla non occuperà troppo spazio in camera e sarà raggiungibile ogni volta che ne hai bisogno.


5. Pantaloncini a compressione


Tutti vogliamo sembrare e sentirci degli atleti e l’ampia scelta di capi di abbigliamento Myprotein per l’attività fisica ti permette di trovare l’equipaggiamento da palestra giusto per chiunque!

Tuttavia, i pantaloncini a compressione Myprotein sono i miei preferiti e credo che qualunque ciclista di tutto rispetto debba averli nel proprio armadio.

Questi pantaloncini sono un adeguato base layer a compressione per ogni tipologia di esercizio e lo stile avvolgente lavorato a mano dà un ottimo supporto ai muscoli, fornendo allo stesso tempo la compressione necessaria per aiutare il recupero.

Myprotein Men's Compression Shorts - BlackInoltre, la tecnologia isotermica utilizzata per realizzarli mantiene la temperatura corporea a 37° per prevenire un surriscaldamento durante un allenamento intenso. Sono persino tessuti con argento antibatterico per fermare la diffusione dei batteri.

Allora perché questo prodotto è un regalo così utile per un ciclista? Innanzitutto, l’irritazione. Non aggiungo altro. Chiudiamola qui.

Inoltre, è stato analizzato e provato che l’utilizzo di capi a compressione per gli anti inferiori per prestazioni ciclistiche endurance, durante e dopo la corsa, aiuti i tempi di prestazione (11).

In uno studio svolto su 14 atleti maschi, l’uso di pantaloncini e leggings a compressione ha migliorato la velocità della prestazione di 1,2 minuti in una prova a tempo di 40 km! Ci sono riusciti aumentando la potenza media prodotta se paragonati a un placebo (capi non a compressione).

Come suggerito dagli autori, l’utilizzo di questa tipologia di capi di abbigliamento ha dato una spinta al recupero e alla potenza per i ciclisti endurance.

Naturalmente, nessuno vuole avere l’attrezzatura e nessuna idea di come usarla… però se il ciclismo è la passione dei tuoi cari, un paio (o tre) di questi pantaloncini a compressione li farà felici!


6. NO2 Extreme


La ricerca ha rilevato che l’utilizzo di integratori a base di monossido di azoto può migliorare la tolleranza di molte persone al lavoro sia aerobico che anaerobico (12). Questo prodotto lavora sulla già descritta via metabolica l-arginina – monossido di azoto (13).

NO2 ExtremeSostanzialmente, la l-arginina (un amminoacido essenziale che non può essere naturalmente prodotto dal corpo) è in grado di sintetizzare il monossido di azoto (NO) grazie a un gruppo di enzimi appartenenti a una famiglia chiamata ossido nitrico sintetasi.

Ciò avviene nelle pareti cellulari dei nostri vasi sanguigni e produce una dilatazione della muscolatura vascolare liscia.

Questo rilassamento dei vasi sanguigni di per sé porta a un aumento del flusso sanguigno che aiuta la nostra risposta all’attività fisica e all’allenamento. Tutto quello che dobbiamo fare per avere questi vantaggi è consumare l-arginina.

L’integratore NO2 Extreme contiene tre tipologie diverse di arginina come fonte di sintetasi NO; ossia, arginina alfa-chetoglutarato, arginina etil-estere HCL e ornitina alfa-chetoglutarato.

La ricerca ha dimostrato i vantaggi derivanti dall’implementazione di queste tipologie di l-arginina (e il conseguente aumento di monossido di azoto) nel regime dietetico di integratori di un ciclista.

Una ricerca (14) ha studiato gli effetti degli integratori a base di nitrato sulla potenza prodotta e sulla prestazione durante prove a tempo di 4 e 16 km.

Si è scoperto che la spinta data dal monossido di azoto aveva un impatto positivo sulla potenza prodotta durante entrambe le prove, tra cui un aumento di velocità del 2,8% nella corta distanza e un aumento del 2,7% nella lunga distanza. Tuttavia, mettendo a confronto quelli che hanno assunto integratori e quelli che non li hanno assunti, i valori di VO2max sono uguali.

Ciò dimostrerebbe che il monossido di azoto può dare una spinta alla potenza e alla prestazione sostenendo allo stesso tempo il carico cardiovascolare nel suo complesso.

Chi non vorrebbe essere più efficiente, indipendentemente dal proprio obiettivo fisico? E questa è solo un’altra delle ragioni per aggiungere NO2 Extreme alla tua lista regali!


7. Hydrofuel Elite


Nessun atleta endurance può sostenere una prestazione ottimale senza carburante. Nel caso dei ciclisti, non si può sottovalutare l’importanza dei carboidrati come fonte di energia (15).

HydroFuel EliteLa ricerca ci mostra l’utilità del consumo di bevande ad alto contenuto di carboidrati prima, durante e dopo la pedalata, con la durata dell’esercizio a tempo di esaurimento direttamente collegata al quantitativo di carboidrati consumati (16).

Di fatto, fino all’82% di singoli individui in una serie di studi diversi ha mostrato un miglioramento significativo della prestazione quando l’assunzione di carboidrati era prolungata nel tempo (16).

La ragione sta in un paio di meccanismi diversi. Su periodi di pedalata più brevi (meno di un’ora), l’esposizione ai carboidrati dei recettori presenti sulla lingua migliora delle aree cerebrali specifiche per fornire una spinta alla prestazione agevolata dal sistema nervoso centrale.

Ciò è stato provato in esperimenti in cui venivano usati collutori a base di carboidrati per vedere se avrebbero influenzato la prestazione ciclistica.

Uno di questi studi ha mostrato che uno sciacquo di 10 secondi con un liquido a base di carboidrati aumenta la distanza totale percorsa di 1,2 km (17) pedalando per mezz’ora! E tutto questo senza neanche ingerire i carboidrati utilizzati come carburante! Inoltre, anche solo uno sciacquo di 5 secondi ha portato il 90% dei ciclisti a pedalare per una distanza superiore di quelli che hanno effettuato uno sciacquo placebo.

Su periodi di pedalata più lunghi (più di due ore), il consumo di carboidrati è richiesto per aumentare il tasso di carboidrati che arrivano ai muscoli man mano che le riserve di glicogeno si esauriscono (16). Questo permette di sostenere i nostri livelli di ossidazione dei carboidrati come carburante. Ciò significa un tipo di carboidrato trasportabile che combini sia glucosio che fruttosio per dare una spinta all’abilità del ciclista di pedalare più a lungo.

Fortunatamente, Hydrofuel Elite fornisce proprio quei 7 g di carboidrati per dose. Di fatto, fornisce anche elettroliti essenziali come sodio, potassio e magnesio per prevenire la disidratazione, oltre a 24 mg di vitamina C per bottiglia. Infine, Myprotein ha aggiunto anche una dose sana di 3 g di amminoacidi ramificati per aiutare la sintesi proteica muscolare dopo l’attività fisica.

Con due fantastici gusti – arancia (il preferito da tutti) e Acai berry (il mio preferito) – chiunque può godersi questa bevanda, sia che voglia semplicemente fare degli sciacqui, sia che voglia sorseggiarla e assaporarla.

Ah, e vi ho detto che è stato anche testato per verificare la presenza di eventuali sostanze naturali proibite secondo le regole del progetto Informed Sport e dell’Agenzia Mondiale Antidoping? Che prodotto!


8. Dolci proteici


Che festeggiamento è senza un po’ di torta? Non succede spesso che un articolo di alimentazione ti consigli di gettarti su qualche dolce, ma con i Muffin proteici Myprotein lo puoi fare senza sensi di colpa.

Vedi, a volte la torta non è quel nemico della dieta che tutti pensano, soprattutto se sei un ciclista.

Impasto per muffin proteiciUno studio molto interessante (18) puntava a provare che era proprio questo il caso e ha preso 9 persone dando loro a caso sia una speciale torta proteica, sia una torta semplice; li ha poi confrontati seguendo un ciclo di 2 ore al 60-65% del VO2max e poi un ciclo di 1 ora al 60-65% del VO2max lentamente incrementato fino a raggiungere il 95%.

Si è così scoperto che consumare una torta proteica diminuisce in maniera significativa i livelli di proteine infiammatorie nel sangue dei partecipanti tra il 46 e il 50%! La citochina antinfiammatoria (IL-10) è aumentata del 118% in confronto alla torta di controllo. Ciò indicherebbe un miglioramento enorme nel recupero se si aggiungono un po’ di proteine alla torta post allenamento.

Questi muffin proteici forniscono 19 g di proteine oltre a 30,4 g di carboidrati per porzione permettendoti un consumo semplice per aiutare il recupero dopo la pedalata. Con una vasta scelta di gusti, ogni confezione contiene 6 muffin per stare a posto tutta la settimana. È di certo un regalo che darà completa soddisfazione.

Ed ecco qui. Una serie di idee regalo su misura che i ciclisti presenti nella tua vita ameranno e apprezzeranno non solo perché i prodotti resistono nel tempo, ma anche perché ognuno di essi sarà di beneficio lungo la strada verso la salute e la forma fisica. Tanti auguri e buone vacanze.

Riferimenti



Myprotein

Myprotein

Scrittore ed esperto