0
Carrello

Al momento non ci sono articoli nel tuo carrello

Integratori

Sarcopenia E Perdita Di Massa Muscolare | Gli Integratori Per Contrastarla

Sarcopenia E Perdita Di Massa Muscolare  | Gli Integratori Per Contrastarla

Dallo scrittore Myprotein Graziano Pallotta, studente in Farmacia.


Sarcopenia E Perdita Di Massa Muscolare


Con il termine sarcopenia s’intende genericamente la perdita di massa muscolare; è una condizione negativa cronica multifattoriale, che dipende cioè da diversi fattori: può infatti manifestarsi come conseguenza di lunghi periodi di inattività fisica, di malnutrizione, di patologie o, più comunemente, dell’invecchiamento.

Tra le cause bio-molecolari più comuni ricordiamo il danno ossidativo, il danno mitocondriale, l’apoptosi, la resistenza insulinica, ed uno squilibrio proteosintesi-proteolisi.


Diagnosi


La sarcopenia viene diagnosticata dopo aver misurato 3 valori, ovvero 1) la massa muscolare, 2) la forza muscolare, e 3) la performance fisica.

La massa muscolare può essere misurata attraverso diverse tecniche (come ad es. la densiometria assiale a raggi X o tramite la BIA).

La forza è invece solitamente misurata grazie ad un “hand-grip”, un apparecchio che il paziente dovrà stringere con la mano, e che quantifica la forza applicata. Infine si misura la “walking speed”, la velocità di camminata, ovvero il tempo impiegato dal paziente a percorrere 4m di distanza.

Se queste 3 misure restituiscono valori nella norma, il paziente non è affetto da sarcopenia; se solo il valore della massa muscolare è fuori norma, il paziente può essere in una fase di sarcopenia incipiente; se la massa muscolare è ridotta, ed anche un’altra misura è fuori soglia, il paziente è sarcopenico. Se tutti e 3 i valori sono negativi, il paziente è affetto da sarcopenia severa.

sarcopenia


Conseguenze


Questa perdita di massa muscolare ha come prima conseguenza un sensibile deterioramento delle funzioni fisiche, e quindi una perdita di forza e funzionalità muscolare.

Un soggetto sarcopenico può andare incontro a serie complicazioni, che possono ridurre sensibilmente la qualità della sua vita, a seconda ovviamente dell’entità della sarcopenia stessa: incapacità di mantenere correttamente l’equilibrio, difficoltà nel salire o scendere le scale, problemi vari di deambulazione, ecc…

Nell’anziano spesso come conseguenza della sarcopenia si hanno, ad esempio, numerose cadute e derivanti fratture.


Come Contrastare la Sarcopenia


Sebbene sia solitamente una conseguenza irreversibile dell’invecchiamento, è tuttavia possibile rallentarla sensibilmente, andando ad agire su 3 fattori fondamentali:

#1 Attività fisica

#2 Alimentazione

#3 Integrazione


#1 Attività Fisica

Ricordando che l’inattività rappresenta una delle cause primarie della sarcopenia, è facile realizzare come invece l’attività fisica permetta di contrastarla e rallentarla.

Gli studi che hanno analizzato i risultati di settimane di attività fisica in soggetti sarcopenici (con sarcopenia incipiente o sarcopenia conclamata) hanno evidenziato che, da un punto di vista dell’esercizio fisico, l’allenamento con i pesi (il resistance training, RT) rappresentava la tipologia migliore; questo infatti promuoverebbe sia la crescita di massa muscolare, che lo sviluppo di forza.

Dei trial clinici hanno evidenziato inoltre che nei soggetti con sarcopenia fosse sufficiente effettuare allenamenti abbastanza intensi, con tecniche d’intensità differente, senza necessariamente dover adoperare grossi carichi (poche ripetizioni con carichi relativamente alti hanno dato gli stessi risultati di alte ripetizioni con carichi minori; emerge dunque come anche in questo caso risulti fondamentale la personalizzazione e la variabilità nella programmazione dell’allenamento).

integratori pre workout

Secondo alcuni studi, in pazienti anziani, l’effetto anabolico dato dall’allenamento potrebbe essere moderato; per questo motivo si ricorre solitamente ad una terapia farmacologica a base di testosterone o GH.


#2 Alimentazione

Tutti gli studi hanno evidenziato come una giusta alimentazione possa sensibilmente migliorare lo stato muscolare del soggetto con sarcopenia, e rallentare questo fenomeno.

E’ fondamentale seguire un’alimentazione quanto più completa e varia, attenendosi alle raccomandazioni generali per una corretta alimentazione, ponendo però particolare attenzione nei confronti delle proteine; la maggior parte degli studi suggerisce un apporto proteico giornaliero pari ad 0,8-1,2g di proteine per kg di peso corporeo, ripartite in porzioni da 25-30g circa ciascuna.

E’ altresì importante la qualità delle proteine introdotte, ed in particolare il contenuto in amminoacidi essenziali, primo tra tutti la leucina.

Di seguito vediamo un elenco di cibi generalmente sconsigliati o consigliati al paziente sarcopenico:


Alimenti da assumere con moderazione:

✔ Grassi di origine animale;

✔ Alcol;

✔ Dolciumi;

✔ Sale;

✔ Bevande zuccherate.

 


Alimenti consentiti e/o consigliati:

✔ Carne, pesce e uova;

✔ Formaggi;

Risultati immagini per beans✔ Affettati privati del grasso visibile;

✔ Olio extravergine di oliva;

✔ Latte parzialmente scremato;

✔ Yogurt magri;

✔ Frutta e verdura;

✔ Cereali e legumi.

 


 

Ovviamente l’alimentazione deve essere controllata, al fine di non cadere in una condizione di sovrappeso (o se si è già in sovrappeso bisognerebbe cercare di ridurre la propria massa grassa), e, soprattutto, guidata dal medico.

Mai dimenticarsi di bere anche quando non si ha sete, ed almeno 2L di acqua al giorno.


#3 Integrazione

EAA PlusL’integrazione, ovviamente associata ad una buona alimentazione e corretta attività fisica, ha mostrato ottimi risultati nella lotta alla sarcopenia.

Tra i vari integratori che sono stati oggetto di studio, e che hanno restituito buoni risultati, gli amminoacidi essenziali (EAA), e gli amminoacidi ramificati (BCAA) hanno mostrato importanti effetti anabolici sulle proteine muscolari. Inoltre hanno determinato:

Aumento del peso corporeo, della massa magra e dei livelli di ossigeno nel sangue (Dal Negro 2010) in pazienti con BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva);

Incremento della forza muscolare, minor rischio di infezioni, aumento della concentrazione di albumina, e riduzione della PCR, in pazienti istituzionalizzati;

Aumento di massa e forza muscolare, ed incremento della velocità di camminata (Kim HK, et al. JAGS 2012).

Altri integratori sembrano garantire buoni risultati nel contrastare la terapia; tra questi ricordiamo:

✔ Vitamina D (salute delle ossa, assorbimento di Calcio e Fosforo, rafforzamento del sistema immunitario, ..);

✔ Calcio (salute delle ossa);

✔ Creatina (riduzione della fatica, incremento della forza, ..);

✔ HMB (prevenzione del catabolismo)


Conclusioni


La sarcopenia è senza dubbio una condizione di grande interesse clinico, che può ridurre sensibilmente la qualità della vita del soggetto.

Tuttavia, grazie ai recenti studi, ed alle conoscenze acquisite negli ultimi anni, si è scoperto che, migliorando l’alimentazione, eseguendo attività fisica, ed assumendo i giusti integratori, è possibile frenare notevolmente questo processo debilitante, nonché rimandare la sua insorgenza.

Riferimenti


Myprotein

Myprotein

Scrittore ed esperto


COMPLEANNO MYPROTEIN 40% SU TUTTO Scopri ora