0
Carrello

Al momento non ci sono articoli nel tuo carrello

Integratori

Ginseng | Proprietà, Benefici e Controindicazioni

Dalla scrittrice Myprotein Francesca Rizzi, studentessa in Chimica e appassionata di fitness.


Ginseng: Proprietà


Il ginseng è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Araliaceae.

Al mondo ne esistono ben 11 diverse varietà. Vengono consumate sia le foglie che le radici, ma sono solo queste ultime a racchiudere tutte le proprietà che hanno reso questa pianta così popolare.

È originario dell’Asia Orientale e dell’America Settentrionale, si sviluppa per lo più in territori montuosi, dal clima freddo. La varietà più diffusa è quella Vietnamita, seguita da quella Americana e da quella Siberiana; la specie più utilizzata è il Panax Ginseng.


Etimologia


Il nome Ginseng deriva dal termine cinese “rensheng”, che significa “pianta dell’uomo”. Questo è dovuto al fatto che la radice ha spesso delle biforcazioni che la fanno somigliare ad una figura umana. I coltivatori cercano addirittura di coltivare la pianta in modo tale da ottenere delle radici con una forma antropomorfa, con ramificazioni che ricordano la forma degli arti.

Il termine Panax deriva invece dal greco ed è composto dalla parola pan (=tutto) e akèia (=cura), significa cioè “cura ad ogni male”.

ginseng

Nella medicina cinese, la droga ricavata dalle radici di questa pianta ha alle spalle una tradizione millenaria dovuta ai numerosi impieghi che l’hanno resa il prodotto erboristico più usato al mondo.

Ma è sbagliato associare il ginseng esclusivamente alla medicina orientale: la radice di Panax ginseng era conosciuta anche dai nativi del Nord America, che lo usavano come cura per coliche, crampi, dolori mestruali, stanchezza, debolezza e debilitazione.

È utilizzato da secoli come tonico e stimolante per l’organismo e nell’antichità era considerato un rimedio tanto potente che il suo prezzo poteva essere pari a quello dell’oro.

Da quando è arrivato in occidente, è stato oggetto di grande interesse ed è stato molto utilizzato nella medicina non tradizionale, basti pensare che ogni anno, solo negli Stati Uniti, vengono spesi 300 Milioni di dollari per il ginseng, che da solo rappresenta il 15-20% dell’intero mercato erboristico americano.


Benefici del Ginseng


I benefici del ginseng derivano dalle sostanze presenti nelle radici, che sono ricche di vitamine, oli essenziali e polisaccaridi.

Fra i benefici che apporta al nostro organismo, i più importanti sono i seguenti.


#1 Rimedio contro la stanchezza

Consente all’organismo di resistere allo stress psicofisico, favorendo l’adattamento alle variazioni esterne ed interne, migliorando così la vigilanza, lo stato di benessere generale e la resistenza fisica. La pianta ha quindi proprietà toniche ed adattogene.


#2 Cura per il diabete

In caso di diabete mellito il ginseng è molto d’aiuto, infatti riduce la concentrazione del glucosio nel sangue. Inoltre i ginsenosidi sembrano favorire la sintesi pancreatica di insulina ed aumentare la produzione di trasportatori di glucosio nel fegato.

Inoltre, sembra che diminuisca la sintesi di glucosio a livello epatico ed aumenti il suo utilizzo nei vari tessuti corporei.

Le proprietà del ginseng possono essere utili anche a chi non soffre di diabete perché si è notato che in presenza di livelli bassi di insulina, dovuti ad una corretta quantità di glucosio nel sangue, diminuisce il rischio di sviluppare il cancro.


#3 Contro il colesterolo

È anche in grado di abbassare il colesterolo dato che la radice contribuisce a diminuire i grassi nel sangue e a fluidificarlo.


#4 Contro il raffreddore

Il ginseng rosso (che non è altro che la radice di Panax ginseng dopo essere stata pelata, bollita ed essiccata) secondo alcuni studi aiuta ad aumentare la produzione di linfociti T, cellule che contrastano raffreddore ed influenza.

Quindi, se assunto dall’inizio della stagione fredda, questa varietà di ginseng aiuta nel rafforzamento delle difese immunitarie ed è un ottimo alleato contro le influenze stagionali.


#5 Proprietà antiossidanti

Diversi studi hanno dimostrato che il ginseng influenza l’asse ipotalamo-ipofisi, aumentando il rilascio di ACTH, un ormone che induce la liberazione surrenale di cortisolo, che stimola le funzionalità del sistema immunitario e permette all’organismo di resistere meglio al freddo, al caldo, alle intossicazioni chimiche, alla fatica ecc…

Grazie alle sue proprietà antiossidanti, riduce l’azione dei radicali liberi, che sono la causa principale dell’invecchiamento cutaneo. Per questo motivo l’estratto di ginseng è spesso utilizzato nelle creme per il viso ed il corpo.


#6 Proprietà stimolanti

Ha proprietà stimolanti: aumenta temporaneamente la funzionalità e l’attività in modo rapido, con un conseguente miglioramento dei riflessi, accelerazione alla risposta nervosa, riduzione dell’affaticamento mentale e potenziamento della resistenza fisica, della memoria, rendendolo indicato per chi studia o pratica attività sportiva.

Inoltre, l’assunzione di ginseng prima di una prestazione sportiva, è in grado di aumentare il consumo di ossigeno da parte delle masse muscolari, permettendo un miglioramento delle prestazioni fisiche soprattutto per quanto riguarda gli sport aerobici.


#7 Azione cardioprotettiva

Svolge un’azione cardioprotettiva: migliora la funzionalità del muscolo cardiaco. Grazie all’alto contenuto di antiossidanti, facilita la circolazione del sangue. La migliore circolazione può anche essere d’aiuto nel caso di disfunzioni erettili. Anche per questo il ginseng viene da sempre considerato un afrodisiaco naturale.

Si pensa che abbia anche un’azione antiallergica e antinfiammatoria, ma non è ancora stato dimostrato.


Dosaggio


Per il ginseng non esiste una dose scientificamente stabilita da non superare. L’unica accortezza è quella di non assumerlo dopo le ore 16 perché potrebbe causare problemi di insonnia.

In commercio esistono moltissimi prodotti a base di ginseng: compresse, bevande, tisane, estratti, tintura, polveri, … La radice viene anche venduta intera, fresca oppure essiccata.

Si è sviluppato anche un mercato di prodotti contenenti ginseng, come energy drinks, bevande, caffè, gomme da masticare e caramelle. Spesso però questi prodotti contengono dosi talmente basse di ginseng, da non indurre nessun effetto se non quello placebo.

Anche l’industria cosmetica usa largamente questa pianta per la produzione di creme, lozioni e shampoo.

ginseng


Controindicazioni


Il ginseng è solitamente un alimento ben tollerato, ma è meglio chiedere consiglio ad un medico nel caso si stiano assumendo altri farmaci.

È generalmente sconsigliato ai pazienti che fanno uso di farmaci antidepressivi perché si possono sviluppare tendenze maniacali e ansia.

Se si assumono dosi eccessive di ginseng si possono verificare effetti collaterali dovuti all’iperattività indotta:

✔ insonnia

✔ irritabilità

✔ tremori

✔ palpitazioni

✔ aumento della temperatura corporea

✔ diarrea, mal di testa

✔ nausea

✔ alterazioni della pressione sanguigna

✔ sanguinamento del naso

✔ dolori al seno.

È bene ricordare che comunque tutti questi effetti si manifestano solamente se si assumono grandi dosi di ginseng, quindi la probabilità di riscontrarli è molto remota.

Il miglior modo per interrompere questi sintomi è sospendere immediatamente l’assunzione di ginseng. Tuttavia, secondo la medicina tradizionale cinese è possibile curarli con una pianta chiamata comunemente Liquirizia Cinese.

In genere si sconsiglia di assumere questo prodotto in modo continuativo, ma piuttosto di fare dei cicli di circa 4 settimane e poi interromperlo per qualche tempo.



Myprotein

Myprotein

Scrittore ed esperto


COMPLEANNO MYPROTEIN 40% SU TUTTO Scopri ora