Ambassador & Atleti

Yoga per principianti: Energia, cambiamento e focus

Questo mese promuoviamo la consapevolezza della salute mentale e per l’occasione celebriamo una delle discipline più rilevanti per migliore l’umore ed il benessere psicofisico: Lo yoga.

In questo articolo, Irene ci parla della sua esperienza con questa disciplina e come anche tu puoi iniziare a praticarla con 10 posizioni base.

Yoga per principianti: L’esperienza di Irene

E’ passato un anno e mezzo da quando ho iniziato a praticare Yoga e quello che è cambiato in questo tempo sono sicuramente le intenzioni.
Ho iniziato a fare Yoga con l’intenzione di diventare molto snodata, di arrivare a raggiungere posizioni come spaccate o verticali, non ero interessata inizialmente alla
parte spirituale, ero convinta che mi servisse per inserire un po’ di stretching nella mia routine di allenamento.

Qualche tempo dopo ho subito capito che lo yoga aveva poco a che fare con tutte le cose che ho appena descritto, perché quello che è successo è stato sorprendente e mi ha insegnato ben altro dalle verticali e dalle spaccate.

La prima pratica di Yoga che ho svolto me la ricordo ancora: era una pratica sull’apertura del cuore, un susseguirsi di Asana (nel gergo Yoga significa posizioni)
che mi permettevano di aprire il petto. Ricordo la fatica nel trovare un equilibrio, la fatica nel respirare ed inspirare con concentrazione, la fatica nel riuscire ad ascoltare il mio corpo esternamente ma anche internamente.

Lo Yoga all’inizio è stato scomodo, ancor di più perché finita quella prima lezione, sdraiata sul mio tappetino in posizione di Shavasana dal nulla ho sperimentato la
capacità di commuovermi e piangere, senza che in realtà nessuno mi avesse chiesto o detto qualcosa di personale. Quella prima lezione ha aperto nel mio cuore la voglia di riconnettermi con le mie emozioni e da li la mia volontà di conoscere sempre più profondamente me stessa per andare verso il cambiamento che da tanto desideravo.

Da quella prima lezione ce ne sono state molte altre, tutte estremamente profonde e praticate con consapevolezza e voglia, e ad ogni pratica che svolgevo riuscivo a
comprendere sempre un pezzettino in più di questa splendida disciplina.

Non ho ancora imparato a fare la spaccata e nemmeno la verticale, non sono poi di certo una persona snodata ma lo Yoga è riuscito a sciogliere dei nodi che erano molto più resistenti e dolorosi e mi ha permesso di aprire cuore e mente.

Yoga per il cuore e la mente

Certo non è una magia, ma quando inizi a praticare la cosa che cogli è che il tuo focus e la tua attenzione passa dall’ambiente circostante a te stesso, e riesci a fare
tutta una serie di cose che prima non facevi, semplicemente perché non si è mai stati educati a farle.

Lo Yoga ci insegna ad andare piano, ci mette nelle condizioni di ascoltare il nostro respiro e anche i nostri pensieri. Ci aiuta poi ad allontanare tutti quei pensieri che
potrebbero disturbarci durante la pratica e quindi a tenerli distanti, lontani ma allo stesso tempo elaborarli per gestirli in modo migliore, più consapevole ed equilibrato.

Durante le Asana di equilibrio è molto facile capire se il nostro pensiero è disturbato e distratto, non riusciamo a tenere l’equilibrio, lo perdiamo e cadiamo per
innumerevoli volte. Finchè non riusciamo ad allontanare quei pensieri non c’è verso di restare saldi.

Lo Yoga insegna questo: a restare saldi. Non belle posizioni da vedere in uno scatto in stile acrobazie, ma insegna a mettere radici, a restare con concentrazione, respiro e forza in Asana a volte complicate e tutto, davvero tutto, può essere gestito seguendo il proprio ritmo.

Durante la pratica si impara a seguire il proprio flow, il proprio movimento esteriore ed interiore e si comprende anche quale sia il proprio limite imparando a accettarlo.

Lo Yoga è anche accettazione di quello che non si riesce a fare, accettazione del limite e volontà di cambiamento: la posizione che riesce a raggiungere il tuo corpo è
quella giusta per te in quel momento, senza giudizio e confronto.

Riportando l’attenzione su noi stessi e lasciando fuori ciò che è bene lasciar fuori impariamo a visualizzare i nostri desideri, le nostre priorità e le nostre cose
importanti, così poco a poco ritroviamo le priorità e scopriamo che in noi abbiamo la scintilla del cambiamento.

Iniziare a praticare Yoga per me è stato fondamentale per trovare un equilibrio tra la velocità della vita stressante di Milano e la mia innata lentezza, la mia calma.

Ho capito che posso andare al mio ritmo senza sforzarmi di apparire diversa da ciò che sono. E’ il mio momento. Un tempo che mi regalo per riflettere, scoprire e ed
indagare le mie emozioni.

Lo Yoga ha cambiato il mio approccio alla quotidianità rendendomi estremamente consapevole delle mie potenzialità e questa sensazione, si, io la auguro davvero a
tutti.

Asana Yoga: Posizioni yoga di base

In questo video Irene ci mostra 10 posizioni base dello yoga che potete iniziare a fare ovunque anche direttamente a casa.

Irene indossa la Composure collection ideata per la disciplina dello yoga e del pilates. Dal tessuto super morbido che permette il massimo della flessibilità, questa collezione è disponibile in 3 diverse colorazioni.



Anastasiya Plocco

Anastasiya Plocco

Scrittore ed esperto


40% SU TUTTO codice: BFIT Acquista ora