0
Carrello

Al momento non ci sono articoli nel tuo carrello

Alimentazione

Smettere Di Fumare Senza Ingrassare | Ecco Come Fare!

Dalla scrittrice Myprotein Le Fitchef, food blogger ed esperta di alimentazione.


Smettere Di Fumare Senza Ingrassare


Per quanto assurdo possa sembrare a un non fumatore, molte persone rinunciano a smettere di fumare per il timore di prendere peso, rinunciando così ai numerosi altri vantaggi che la propria salute ricaverebbe da questa scelta.

In genere gli stessi soggetti, si convincono anche che il peso accumulato dopo l’abbandono del vizio del fumo, sia più difficile da smaltire e, in qualche modo, rappresenti per la propria salute una minaccia maggiore del fumo stesso. La buona notizia è che smettere di fumare non significa necessariamente ingrassare senza possibilità di scampo.

cigarettes-383327_960_720


✔ Effetti nel breve periodo

Numerosi studi confermano che, comparando gli effetti del fumo e di un aumento ponderale sull’organismo, è decisamente preferibile rinunciare al primo. Pochi chili in eccesso e qualche centimetro sul girovita non sono in grado di equiparare il danno a lungo termine causato dall’abitudine al fumo.

Smettere di fumare, infatti, riduce il rischio di contrarre patologie cardiovascolari indipendentemente dal successivo aumento di peso. Le ricerche dimostrano che i soggetti che smettono, pur aumentando di peso, hanno un rischio cardiovascolare più basso del 50% rispetto ai fumatori.

La stessa riduzione del rischio si mantiene valida nella popolazione dei fumatori affetti da diabete, il che risulta sorprendente, considerando che l’aumento di peso è considerando un elemento prognostico negativo nel diabetico, poiché contribuisce ad aumentare il rischio cardiovascolare di per sé.

In genere le persone tendono ad aumentare di peso in un range compreso tra i 2,5 e i 5 chilogrammi, nei sei mesi che seguono l’abbandono del vizio del fumo.

Ma cosa accade nei dieci anni successivi?


✔ Effetti nel lungo periodo

Allo scopo di dare una risposta a questo interrogativo, i ricercatoti Penn State College of Medicine hanno analizzato i dati provenienti dal National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES), un piano statunitense volto a raccogliere dati riguardanti lo stato nutrizionale e di salute generale di adulti e giovani, basato sulla combinazione di dati raccolti per mezzo di interviste e durante le ordinarie visite mediche.

I ricercatori ebbero modo di osservare l’aumento di peso acquisito, in un periodo lungo dieci anni, da tre gruppi di individui: il primo gruppo era costituito da ex pesanti fumatori, il secondo gruppo da ex fumatori di modeste quantità di sigarette, il terzo gruppo era rappresentato da fumatori attuali. I ricercatori tennero inoltre conto del peso dei soggetti al momento dell’inizio dell’osservazione per confrontarlo con le eventuali variazioni acquisite durante la decade successiva.

Tutti gli ex fumatori finirono con l’acquisire una media di otto chilogrammi nel corso dei dieci anni successivi. Ma anche le persone che non smisero di fumare finirono con l’aumentare di una media di 3,6 kg nel corso del decennio occupato dallo studio osservazionale.

Curiosamente, coloro che erano stati fumatori moderati (da 1 a 14 sigarette consumate al giorno) registrarono un aumento di peso simile a coloro che non avevano mai smesso di fumare.

cigarette-butts-1330858848tkx

In ogni caso, coloro che erano stati forti fumatori, (più di 24 sigarette consumate al giorno) aumentarono significativamente di peso rispetto a coloro che non avevano smesso e ai fumatori leggeri.

Il peso dei soggetti al momento dell’abbandono del vizio del fumo fa una sostanziale differenza. In questo studio osservazionale, le persone che risultavano obese al momento in cui decisero di smettere di fumare, aumentarono di peso più rapidamente rispetto agli altri soggetti osservati.

Questo potrebbe fornirci già qualche osservazione riguardante, per esempio, la difficoltà dei singoli individui a controllare l’appetito e nella scelta di alimenti nutrizionalmente più validi rispetto ad altri.


Come Fare Allora?


É dunque possibile abbandonare il vizio del fumo senza aumentare considerevolmente di peso?

Certamente, se si mette in atto un piano volto a limitare il possibile aumento di peso negli anni successivi a questa risoluzione.

Un ruolo fondamentale nel controllo del peso sarà svolto dall’esercizio fisico che dovrà essere reimpostato allo scopo di aumentare il lavoro cardiocircolatorio e migliorare la compliance respiratoria.

I soggetti che presentano già sovrappeso o obesità moderata dovranno rivalutare radicalmente le proprie abitudini alimentari, possibilmente con il sostegno di un professionista che li aiuti nell’attuare un drastico rimodellamento del piano alimentare e a prendere confidenza con una moderata, ma costante routine cardiovascolare.

Questi pochi, ma fondamentali accorgimenti, che è consigliabile vengano messi in atto anche da coloro che non intendono smettere di fumare, rappresentano il solo metodo valido da mettere in atto allo scopo di non aumentare di peso una volta abbandonato il vizio del fumo.



Myprotein

Myprotein

Scrittore ed esperto


COMPLEANNO MYPROTEIN 40% SU TUTTO Scopri ora