Alimentazione

Dimagrire Senza Palestra | 5 Gesti Quotidiani Che Ti Fanno Bruciare Calorie

Dalla scrittrice Myprotein Le Fitchef, food blogger ed esperta di alimentazione.


Dimagrire Senza Palestra 


Perdere peso richiede applicazione costante, fatica e ferrea disciplina, ma anche quando non si è impegnati in palestra alle prese con il cardio o i manubri, esistono numerose piccole abitudini che possono contribuire  a tagliare qualche caloria extra e ad ottimizzare l’impiego delle scorte lipidiche, anche senza armeggiare tutto il giorno con applicazioni e bilance.

Prima di passare ad elencare alcuni di questi piccoli espedienti, ricordiamo che si tratta di semplici buone abitudini che possono offrire qualche vantaggio solo se, alla base della gestione del proprio peso, si applicano già con costanza e buon senso, le ormai note norme per il mantenimento di un buono stato di salute, ovvero pasti completi e che comprendano ogni categoria nutrizionale, niente alcool e fumo, attività motoria moderata e costante, adeguato riposo.

Si tratta dunque di applicare il buon senso e sfruttare qualche trucco per ottimizzare i propri sforzi nell’arco delle ventiquattro ore.


I Consigli


Ecco 5 consigli da tenere bene a mente.


1. Siate diligenti con controllo delle porzioni


Se si vuole perdere peso, impostare le porzioni giuste ad ogni pasto ha un’importanza fondamentale.

Pesare le porzioni in anticipo,  quando si ha voglia di uno snack, servirà ad evitare di svuotare un intero sacchetto; usare piatti più piccoli può essere un incentivo psicologico che stimolerà più rapidamente il senso di sazietà; surgelare gli avanzi in porzioni che saranno utili per i pasti successivi, aiuterà a non cadere nella tentazione di finire qualche delizioso manicaretto mentre si è colti dal desiderio di uno spuntino notturno.

Una regola aurea, ma spesso trascurata, è quella di non acquistare e tenere in casa cibo spazzatura.

Aumentare la Massa Muscolare

Il modo migliore per non cadere in tentazione è evitare di circondarsene, quindi liberare frigorifero e dispensa da alimenti non necessari e ad alta densità calorica e sostituirli con snack a base di verdura, frutta e semi oleosi è un passo importante che consente di risparmiare quotidianamente centinaia di calorie.


2. Muovetevi di più


Anche se non si ha la possibilità di frequentare la palestra, è bene sfruttare ogni momento morto per fare un po’ di movimento extra: passeggiate mentre siete al telefono, evitate gli ascensori in favore delle scale, parcheggiate qualche centinaio di metri lontano dall’ufficio, sbrigate le commissioni a piedi, ogni passo in più ci allontana dal rischio cardiovascolare al quale la sedentarietà inevitabilmente ci avvicina.


3. Evitate i digiuni


 

Sebbene possa sembrare un controsenso, effettuate drastici tagli dell’apporto calorico quotidiano, nei periodi in cui non è possibile frequentare la palestra, espone al rischio di aumentare di peso.

Ciò avviene perché l’organismo reagirà alle drastiche riduzioni caloriche abbassando i ritmi metabolici o, ancora più frequentemente, costringendoci a vere e proprie abbuffate compulsive, soprattutto se la restrizione calorica di accompagna ad una fase di intenso stress psicofisico ed emotivo.

Bilanciate i pasti e fate in modo che il tasso ematico di zuccheri sia sempre stabile per evitare cali di attenzione e di volontà.


4. Dormite di più e meglio


 

Sono ormai  numerose le evidenze che correlano una bassa qualità del sonno e una insufficiente numero di ore di riposo all’aumento del rischio cardiovascolare e metabolico.

A meno che non esistano solide motivazioni, giustificate da turni di lavoro o dall’arrivo di un neonato in casa, è sempre bene osservare alcune norme di igiene del sonno che sono in grado di migliorare la qualità del nostro benessere generale e del rapporto con il cibo.

sleeping-girl

Il poco sonno è infatti solidamente associato con gli squilibri alimentari nelle ore diurne, coloro i quali dormono per meno di quattro ore a notte, saranno più propensi a consumare alimenti più ricchi in grassi e carboidrati, nel tentativo di recuperare, attraverso alimenti a più alta densità calorica, le energie che non sono state rigenerate durante la notte.


5. Concedetevi il cioccolato


 

Invece di cedere al richiamo dei biscotti farciti, davanti alla macchinetta per gli snack in ufficio, è meglio concedersi qualche grammo di buon cioccolato fondente, ad alta percentuale di cacao. Se le prime volte lo scambio non vi sembrerà equo, col tempo vi sarà utile a combattere la dipendenza psicologica dagli zuccheri, soprattutto nei momenti di stanchezza al lavoro.

Il cioccolato extra fondente infatti, apportando anche antiossidanti e sostanze neurostimolanti, può essere un ottimo modo per accompagnare il caffè e recuperare la freschezza mentale nelle pause.



Myprotein

Myprotein

Scrittore ed esperto


Dai un’occhiata alle nostre offerte! Acquista ora!