0
Carrello

Al momento non ci sono articoli nel tuo carrello

Alimentazione

Alimentazione MMA | Come Bisogna Comportarsi Prima Dell’Incontro?


Alimentazione MMA


Questo articolo vuole essere da guida soprattutto a chi deve salire per la prima volta sul tappeto, o gabbia e che vuole evitare di commettere errori e compremettere la performance in gara.

Detto ciò è auspicabile che il coach dell’atleta sia in grado di fornire tutti i consigli necessari in questi casi, ma è bene che un atleta abbia un buon background personale, onde evitare di seguire troppo alla lettere i consigli esterni, imparando soprattutto ad ascoltare il proprio corpo e la propria mente.


Premessa


E’ bene innanzitutto di capire il tipo di persona che siamo, ovvero vi sono persone che prima di un evento importante non riescono a mangiare nulla a causa dell’emozione, altri che al contrario si abbuffano con tutto quello che trovano, bene, entrambi questi comportamenti andrebbero evitati, il primo per non arrivare completamente scarichi e primi di forza ed energia, il secondo per evitare il rischio di combattere nel pieno della digestione rischiando, oltre ad essere troppo appesantiti, addirittura una congestione, visto il grande sforzo che attende il nostro corpo.

alimentazione MMA

Detto ciò cerchiamo di andare in contro al nostro corpo, senza però assecondarlo troppo, ovvere preferendo cibi leggeri e perlopiù liquidi, ma comunque giustamente calorici, se non abbiamo abbastanza appetito, mentre qualore la fame ci assalga e ci imponga di mangiare quanto più possibile per alleviare la tensione, bere molta acqua e mangiare cibi proteici e sazianti, senza però esagerare nel dosaggio, così da avere energie, pancia piena, tranquillità mentale e tempo per digerire.


Prima del Peso


Prima di ogni gara, generalmente per i non professionisti 2 ore prima della gare, gli atleti sono sottoposti al PESO, ovvero la misurazione del rispettivo peso corporeo, così da stilare le classi equivalenti che si andranno a sfidare.

Questo punto è fondamentale, in quanto in base a quello che segnerà la bilancia, sapremo cosa mangiare oppure non mangiare. Bisogna infatti prima di tutto sapere la categoria che abbiamo come obiettivo e vedere quanto il nostro peso si avvicini ad essa.

Qualora fossimo al limite, dobbiamo stare molto attenti, e nel tempo prima del peso evitare di mangiare e a volte anche di bere, anzi addirittura possiamo essere costretti a sudare per perdere gli ultimi grammi necessari. Mentre se siamo distanti dal limite e con un buon range di aumento, possiamo decidere di effettuare un buon pasto, così da diminuire e quindi alleggerire quello posto peso e più vicino alla gara, rischiando l’appesantimento prima di combattere.


Esempio

Peso ore 10:00 e gara ore 12:00. Categoria 77 kg (Welter) e il nostro peso alle 8:00 è di 77,3 kg. Dobbiamo evitare sicuramente di mangiare e bere solo se necessario fino al peso, per poi appena effettuato reintegrare come prima cosa i liquidi e successivamente con un pasto non troppo pesante, tutti i nutrienti e le energie necessarie.

Qualora invece il nostro peso sia sui 76/76,5, possiamo concederci anche un piccolo pasto e sicuramente di bere, senza però chiaramente esagerare.


Composizione del Pasto Pre-Gara


Appena effettuato il peso dobbiamo quanto prima reintegrare i liquidi, soprattutto se abbiamo evitato di bere e magari sudato molto per rientrare nella categoria. Può bastare dell’acqua, magari con aggiunta di zucchero, sale e limone, ma il top sarebbero le bevante elettrolitiche.

alimentazione MMATerminata la fase iniziale di idratazione e di riattivazione del nostro apparato digerente, possiamo passare al grosso del pasto, ovvere assumere la giusta dose di carboidrati, proteine e lipidi per arrivare carichi al momento dell’incontro.

Esistono vari pasti completi e di facilissima digestione, su tutti l’Hurricane XS disciolto in acqua, qualora non avreste modo di prepararvi un pasto più vario e completo, ma se preparato la sera prima, è bene averne uno più completo e più vario.

Il perfetto mix può essere ad esempio del porridge di avena con aggiunta di proteine del siero del latte e avena istantanea, così da avere anche un gusto appagante e rasserenante, come ad esempio quello del cioccolato. Per completare il pasto si può consumare poi della frutta secca con magari una banana e una barretta energetica contenente creatina e acetil L-carnetina assieme ad un caffè.

Il pasto quindi deve avere più o meno le proporzione di un pre Workout normale, con qualche piccola accortezza e sovradosaggio di energia poiché è una battaglia quella che stiamo per affrontare. Non potendo dare le giuste quantità, poiche le categorie di peso differenti, i vari gusti degli atleti ed il materiale alimentare reperibile, cercherò di rapportare in percentuale il pasto più adatto prima della gare.

Pasto pre Gara:

65% Carboidrati (di cui 30/45% semplici);

25% Proteine (ad alto valore biologico);

10% Grassi (in rapporti più o meno uguali tra saturi, monoinsaturi, polinsaturi).

Dobbiamo quindi scegliere una fonte di carboidrati quasi equamente divisa tra complessi e semplici, proteine ad elevata digeribilità ed alto valore biologico e grassi quasi perfettamente suddivisi.

Appena effettuato il pasto occorre subito mettersi in movimento, magari passeggiando o stando quanto meno alzati, velocizzando la digestione, ed abituandola al movimento, poiché è molto probabile che venga terminata durante le prime fasi del riscaldamento pre gara.


Conclusioni


Tale articolo deve essere una guida iniziale ed un vademecum per coloro che praticano arti marziali, chiaramente assieme ai consigli del proprio allenatore e degli atleti più esperti, ricordandosi però di prestare sempre attenzione ai segnali del proprio corpo.

I pasti pre gara possono essere di svariati tipi e composizioni, dolci o salati, liquidi o solidi, occorre però cercare sempre di rientrare nelle percentuali più adatte, poiché il pasto pre gara può decidere ancor prima di salire l’incontro stesso.



Myprotein

Myprotein

Scrittore ed esperto


Scopri le nostre Offerte Acquista Ora!