Alimentazione

Cosa non mangiare per dimagrire? | Ecco la lista nera degli alimenti che non fanno per te

Cosa non mangiare per dimagrire? Cosa dobbiamo assolutamente evitare? Quali sono gli alimenti che possono rallentare i nostri progressi e i nostri risultati? In questo articolo cercheremo di fare chiarezza analizzando quelli che sono i peggiori alimenti per il nostro benessere e la nostra dieta.

Alimento n. 1 – La margarina e gli acidi grassi trans

La margarina venne proposta come alternativa al burro anni addietro. L’idea di fondo era che una fonte di grassi vegetale fosse migliore di una fonte animale tipicamente densa di grassi saturi, dannosi per la salute. Il problema principale è che se anche la margarina è una fonte di grassi vegetale, i grassi che troviamo sono acidi grassi trans.

Un acido grasso trans è un acido grasso che, tra due atomi di carbonio, contiene uno (o anche più) doppi legami di isomeria trans. Al di là del concetto, molto più utile per chi ha rudimenti di chimica, quello che dovrebbe preoccuparci è che questi acidi grassi hanno potenziali effetti dannosi per la nostra salute.

 

Noi sappiamo che la trasformazione metabolica degli acidi grassi viene regolata dall’enzima lipasi. Tale enzima, si ipotizza, agirebbe solo sulle forme cis, dunque non nelle forme trans.

 

Si è visto uno stretto collegamento tra consumo di acidi grassi trans e mattie coronariche ed arteriosclerotiche, al punto che, nel 2002, l’Accademia Nazionale delle Scienze degli Stati Uniti ne ha consigliato la TOTALE eliminazione dalla dieta.

Alimento n. 2 – La frutta

Cosa non mangiare per dimagrire? | Ecco la lista nera degli alimenti che non fanno per te

Stupiti? In effetti non dovreste. Se moderate quantità di frutta possono aiutarci per una dieta sana e bilanciata. Quantità eccessive potrebbero causare problemi. Questo sotto due punti di vista.

In primo luogo tanta frutta vuol dire anche tante fibre e, sebbene una minima quantità di fibre è assolutamente richiesta per il nostro benessere intestinale, come in tutto il troppo stroppia. Troppe fibre potrebbero difatti portare all’eccesso opposto causando gravi problematiche gastrointestinali e fastidi di genere.

Il secondo motivo riguarda il fruttosio. Questo saccaride, contenuto nella frutta, viene metabolizzato a livello epatico. Il fegato ha però una scarsa capacità di immagazzinamento, per questa ragione è molto facile che, con alte quantità di frutta, arriviamo a saturarlo. Una volta saturo, il fruttosio in eccesso rimarrebbe in circolo o verrebbe convertito in acidi grassi tramite la DNL (de novo lipogenesis).
Capiamo quindi che, se un consumo moderato di frutta è essenziale per la nostra salute, un suo abuso può esser controproducente. Per queste ragioni consigliamo un consumo massimo di 1-2 frutti al giorno.

Alimento n. 3 – Il cocco

Cosa non mangiare per dimagrire? | Ecco la lista nera degli alimenti che non fanno per te

Il cocco è un alimento fantastico e buonissimo e d’estate chi non vuole rinfrescarsi un po’ con questa delizia? Purtroppo però ritroviamo anche qui delle insidie. Il cocco è anzitutto un alimento estremamente grasso e calorico per cui un suo consumo, anche minimo, può facilmente portarci ad ingerire molte calorie mettendo a repentaglio i nostri risultati. In secondo luogo gli acidi grassi del cocco sono acidi grassi saturi.

In particolare il 50% c.ca è composto da acido laurico. Questo acido grasso, sebbene in modeste quantità sia ottimo per la salute, può portare a compromettere i livelli di colesterolemia abbassando il colesterolo buono (HDL) ed aumentando il colesterolo totale. Per questa ragione consigliamo di moderarsi con questo alimento e di assaggiarne giusto una porzione al giorno.

Alimento n. 4 – L’avocado

Cosa non mangiare per dimagrire? | Ecco la lista nera degli alimenti che non fanno per te
Anche qui siamo di fronte ad un falso amico. Sebbene l’avocado si goda una nomea di alimento “salutare” è un frutto che contiene principalmente grasso. Anche qui è quindi molto facile eccedere da un punto di vista calorico. Per carità, non consigliamo di eliminarlo del tutto anche perché contiene utilissimi principi nutritivi come vitamine e minerali. Il nostro consiglio è però quello di ridurne le quantità limitandoci, anche qui, ad una porzione al giorno.

 

Conclusioni su cosa non mangiare per dimagrire

In conclusione abbiamo visto 4 alimenti che potrebbero sembrare innocui o anche benefici ma che, in realtà, nascono delle insidie. Come possiamo notare però, mentre con gli acidi grassi trans il consiglio è quello di eliminare del tutto l’assunzione, in tutti gli altri casi si richiede solo moderazione. In effetti tutti gli alimenti visti sono di per sé benefici per la nostra alimentazione e contribuiscono a renderla varia e sana. Con questo possiamo capire la più importante regola dell’alimentazione: l’unico vero nemico è l’eccesso!

Nessun tag



Ludovico Lemme

Ludovico Lemme

Scrittore ed esperto

Ludovico Lemme è un preparatore atletico ed un divulgatore scientifico che lavora nel panorama italiano ed europeo. Ha lavorato con atleti, agonisti e non, appartenenti a diverse discipline come il Crossfit, il ciclismo, il Triathlon e, soprattutto, il Bodybuilding.


Dai un’occhiata alle nostre offerte! Acquista ora!