Ambassador & Atleti

Kira Toussaint e come ha superato l’impossibile | Forever Fit

Per alcune persone, lo sport è la loro identità. Il loro impegno per migliorare ogni giorno diventa parte integrante della loro routine quotidiana. Quindi, cosa succede quando questo viene improvvisamente portato via? È possibile trovare un modo per rimanere motivati ​​nonostante la perdita di identità?

A Myprotein, siamo qui per supportare e celebrare la dedizione per il tuo viaggio nei momenti più difficili. Sappiamo quanto sia difficile iniziare e andare avanti – e quanto sia facile uscire – quindi siamo qui per continuare a continuare con la nostra nuova campagna, Forever Fit.

Perché la forma fisica non riguarda soluzioni rapide, digiuni o diete disintossicanti. Si tratta di andare avanti nonostante i tempi difficili perché sai che ne varrà la pena nel lungo periodo.

La nuotatrice olimpionica, Kira Toussaint, è una delle persone incredibili che fa proprio questo. Questa è la sua storia.

 

Nata per nuotare

Da quando aveva solo sei mesi, Kira Toussaint era già in piscina con i suoi genitori. Sua madre, che aveva vinto due medaglie olimpiche nel nuoto da sola, ora lavorava nella loro piscina locale e spesso la portava a lavorare con lei.

Quando aveva solo sei anni, Kira stava nuotando per il suo club locale e per 12, andava in piscina per esercitarsi più di tre volte alla settimana.
“Quando ero al liceo, ero abbastanza brava, ma quando mi sono laureata, ho deciso di prendere un anno sabbatico per concentrarmi solo sul nuoto.”

 

In quell’anno, ha visto enormi miglioramenti nelle sue prestazioni. È stata anche la stagione olimpica, quindi Kira ha deciso che era tempo di mettersi alla prova.

 

“Ho finito per perdere le Olimpiadi per soli 0,03 secondi in quella stagione. Dopodiché, sapevo che era quello che volevo davvero fare. ”

0,03 secondi potrebbero non sembrare molti, ma per Kira c’era la differenza tra fare le Olimpiadi del 2012 e stare a casa.

Un knockback come questo può definire chi sei e cosa diventerai. Per Kira, è stato il primo segno della sua forza da portare avanti di fronte a ciò che sembra impossibile.

Quattro anni di duro lavoro

Nel 2016, Kira si è qualificata per le Olimpiadi di Rio – finalmente ce l’ha fatta.

“Ricordo di essere entrata nello stadio per la prima volta e di aver pensato” Wow, è FANTASTICO! “. Inoltre, camminare nel villaggio olimpico è stato qualcosa di veramente speciale, soprattutto perché vedi atleti di tutti i diversi sport che si uniscono ”.

Competendo nel dorso di 100 metri, Kira Toussaint ha chiuso 18 ° nelle manches, il che significa che non è andata in semifinale.

Nonostante fosse un po ‘delusa, era arrivata alle sue prime Olimpiadi e non intendeva fermarsi qui.

Il suo duro lavoro è stato ripagato nei Campionati Europei 2017 dove è tornata a casa con una medaglia d’argento a 100 metri di dorso e una medaglia d’oro nel miscuglio misto 4x50m.

 

“Il nuoto è stata la mia passione, la mia vita, il mio tutto, ma all’improvviso è sparito.”

Dall’alto del successo, l’intero mondo di Kira è crollato quando nel 2018, quando ha ottenuto un falso positivo in un test antidoping.

“Un farmaco legale che uso, chiamato Welbutrin, ha una formula strutturale molto simile al Tulobuterol (la sostanza che ho testato” positivo “per). Si è scoperto che il metodo di prova che il laboratorio di Pechino utilizzava confuso welbutrin per il tulobuterolo “.

Questo errore avrebbe potuto costare a Kira le sue medaglie e comportare il divieto di competere per anni. Era il colpo più grosso che avesse dovuto affrontare finora. Sapeva di essere innocente, ma che importava se le prove e tutti gli altri dicessero che sei colpevole?

“All’inizio ho sentito come se avessi perso la mia identità. Il nuoto era la mia passione, la mia vita, il mio tutto, ma improvvisamente se n’era andato. ”

Dopo aver fatto i conti con l’accusa, Kira fece del suo meglio per combattere i pensieri negativi e lottare per la sua passione.

“Le prime settimane sono state la lotta più dura. Chi ero senza nuoto? La cosa che mi ha tenuto forte di più è stata la prova della mia innocenza e l’essere a un livello molto alto immediatamente quando sono stata in grado di nuotare di nuovo. ”

“Hanno fatto un errore. Da allora ho avuto circa 15 test antidoping negativi. ”

Nonostante le prove iniziali siano contro di lei, Kira non ha mai smesso di spingere per la sua innocenza ed è stata cancellata da eventuali accuse di doping all’inizio del 2019.

“Sono in competizione da 10 mesi ed è stato grandioso. Apprezzo lo sport  molto di più rispetto a prima che accadesse l’intera situazione “.
Ora non vede l’ora di scoprire cosa riserva il 2020: i Giochi olimpici e i campionati mondiali di short course.

“Sono molto emozionata per il 2020. Ai Giochi olimpici il mio sogno è quello di vincere una medaglia e ai Campionati del Mondo voglio vincere.”

Kira Toussaint è forever fit

“Essere in forma per sempre significa molto per me. Durante le prime settimane della mia falsa accusa di doping ho avuto un cattivo stile di vita, sono stata molto infelice. Quando sono stata in grado di affrontare meglio la situazione, non mi sentivo ancora in forma.

Prima di allora non mi ero mai resa conto di quanto fosse fantastico avere un corpo sano, non avrei mai voluto tornare a quella sensazione. Ecco perché essere forever fit significa molto per me “.

 



Evangeline Howarth

Evangeline Howarth

Scrittore ed esperto

Evangeline ha lavorato come istruttrice di vela nella RYA e fin da giovane ha preso parte in sport competitivi. Grazie alla sua esperienza nella squadra olimpionica inglese ed avendo anche avuto il ruolo di coach e capitano nella sua prima squadra universitaria, Evangeline ha capito l’importanza di una corretta alimentazione per la pratica di sport estremi e di resistenza.

Nel suo tempo libero, Evangeline ama correre – specialmente le maratone.

Nei fine settimana, la troverai impegnata a praticare sport acquatici o a fare un’ escursione. Trascorre le sue serate preferite dedicandosi o ad una sessione HIIT o facendo squats in palestra e dopo, cenando con piatti piccanti e una tonnellata di verdure.

Scopri di più sull’esperienza di Evie qui.


SCONTI IMPEDIBILI Scopri ora