0
Carrello

Al momento non ci sono articoli nel tuo carrello

Alimentazione

Grassi Animali | Quanti e Come Bisogna Assumerli? 4 Consigli Da Ricordare

Dallo scrittore Myprotein Alessandro Bada, studente in Scienze della Nutrizione.


I Grassi Animali


Da più di cinquant’anni i grassi animali (saturi) vengono tacciati di tutti i mali possibili. A cominciare dall’accusa di essere responsabili dell’occlusione delle arterie e di predisporre, quindi, alle malattie cardiovascolari.

Da più di mezzo secolo ci dicono che burro, uova, formaggi, latticini e bistecche sono dei killer, ma da oggi scopriremo che non è così.

In realtà le cose non stanno proprio in questi termini…Non è affatto vero che i grassi saturi siano nocivi: lo dimostrano molte ricerche recenti condotte da varie università del Canada e della Gran Bretagna. Non è stata trovata, infatti, alcuna associazione fra gli alimenti ricchi di grassi saturi come carni, tuorli d’uova, latte vaccino e derivati, e una maggior incidenza di patologie cardiovascolari, ictus e diabete di tipo due.

Un’altra prova si aggiunge a dar corpo alla recente tesi che negli ultimi 50 anni questi prodotti siano stati ingiustamente banditi per motivi di salute.


Che cosa sono i grassi animali (saturi)?

Si tratta di molecole di origine prevalentemente animale che si trovano nel burro, nelle uova, nel lardo, nella pancetta, nel latte e in molti prodotti confezionati.

I grassi animali vengono quindi introdotti nel nostro corpo con la dieta, ma non solo. Anche l’organismo è in grado di produrre grassi animali. In particolare è il nostro fegato a trasformare i carboidrati in eccesso in grassi animali.


A che cosa servono?

I grassi animali, detti anche saturi sono utili per la nostra sopravvivenza perché svolgono due compiti fondamentali. Da una parte ci aiutano a mantenere costante la nostra temperatura corporea (intorno ai 36°), dall’altra ci forniscono l’energia indispensabile al funzionamento dei muscoli e ci permettono quindi di compiere il quotidiano lavoro fisico e muscolare.


Il problema nasce solo se si esagera

Una dieta troppo ricca di grassi animali non è mai salutare. L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di inserire nella dieta una quantità giornaliera di grassi saturi al di sotto del 10%.

In una dieta da 1500 cal, per intenderci, le calorie fornite dai grassi animali non devono superare le 150, quindi, considerato che un grammo di grasso apporta circa 9 cal, i grammi di grassi animali da inserire quotidianamente non devono andare oltre i 16.

Gli eccessi di grassi tendono infatti ad accumularsi, però non per tutti allo stesso modo. Chi ha più tessuto muscolare tenderà ad accumulare meno grassi. E l’accumulo da grasso è nocivo per il nostro organismo.

I motivi sono principalmente due:

1. “Grasso richiama grasso” e quindi predispone al sovrappeso e all’obesità, con tutti i suoi annessi e connessi. Giorno dopo giorno, infatti, il corpo produce sempre più grasso e uomini e donne tendono ad accumularlo con il passare degli anni.

Ma quando aumenta il grasso, diminuisce il muscolo. È l’inizio della decadenza funzionale ed estetica e fin dal primo accumulo di grasso, rischia di accendersi un processo biochimico e ormonale che va avanti giorno dopo giorno.

2. Gli acidi grassi saturi in eccesso procurano infiammazione perché incentivano la produzione di sostanze infiammatorie chiamate citochine, il cui scopo è quello di bloccare l’entrata degli acidi grassi all’interno degli adipociti, già colmi di grassi. E le infiammazioni sono alla base di molte patologie croniche.


4 Consigli per assumere grassi

Infine per concludere, 4 consigli molto utili per assumere grassi animali senza problemi.


1. Bevi molta acqua, almeno due litri al giorno.

Bere molta acqua aiuta a ripulire l’organismo e aiuta anche a eliminare grassi in eccesso.

È scientificamente provato che l’idratazione accellera il metabolismo del 30% mentre uno stato di disidratazione corporea lo rallenta, con il conseguente accumulo di grassi, che vengono bruciati meno e più lentamente.


2. Abbina ai grassi ai grassi cereali integrali

Il cui contenuto di fibre aiuta i grassi a bruciarli. Per lo stesso motivo aumenta anche il consumo di frutta e verdura, che contengono oltre a vitamine e sali minerale anche un alto contenuto di fibre. Queste come ben saprete, garantiscono inoltre un buon funzionamento dell’intestino.


3. Lascia i “grassi” a fine pasto

Inizia il pasto con frutta e verdura e lascia gli alimenti più calorici per la fine: invertendo l’ordine, insomma sarai meno affamato\a e… consumerai meno grassi. Modificando l’ordine dei cibi che mangiamo diminuisce anche di parecchio il conteggio delle calorie perché ci si “riempie” prima con alimenti poco calorici.


4. Ricordati di masticare lentamente.

Mangiare lentamente rende più lento l’assorbimento di zuccheri e grassi. Inoltre introdurrai meno cibo, anche senza rendertene conto. Quindi non ingoiare mai il cibo come un lupo. Ma sminuzzalo con calma e impara a masticare a lungo.

Conclusione

Come abbiamo visto in questo articolo per seguire un alimentazione corretta, va limitato il consumo di grassi animali. Tuttavia non c’è alcuna necessita di eliminarlo totalmente dalla propria dieta se il suo consumo è equilibrato con tutti gli altri macro. Inoltre, seguendo i nostri consigli,

I nostri articoli dovrebbero essere utilizzati solo a scopo informativo e didattico e non sono destinati ad essere presi come consiglio medico. Se sei preoccupato, consulta un professionista della salute prima di assumere integratori alimentari o di apportare importanti cambiamenti alla tua dieta.



Myprotein

Myprotein

Scrittore ed esperto


CORRI A SCOPRIRE I NOSTRI SCONTI IMPERDIBILI Visita ora