0
Carrello

Al momento non ci sono articoli nel tuo carrello

Allenamento

Il Dimagrimento Localizzato | Ma Esiste Veramente?

Dallo scrittore Myprotein Gianni Cecchetti, personal trainer e istruttore F.I.F., laureando in Scienze Motorie.


Il Dimagrimento Localizzato…Esiste?


Spesso vi sarà capitato di avere a che fare voi stessi, oppure con amici, che vogliono a tutti i costi eliminare le maniglie dell’ amore, bruciare il grasso nell’interno coscia e via discorrendo. Quindi a cosa si ricorre per bruciare il più velocemente possibile quel fastidioso ed antiestetico pannicolo adiposo di troppo? Dieta ipocalorica home-made, camminata/corsa/bicicletta senza una regola e quei fantastici bendaggi in neoprene i quali una volta indossati, fanno somigliare ad un sacco per la spazzatura.

dimagrimento localizzato

No signori e (soprattutto) signore. State quasi esclusivamente perdendo tempo!

Ma andiamo per gradi, cercando di farvi comprendere il perché di questa mia forte affermazione.


Lo Stoccaggio dell’Energia


Il nostro corpo vive e svolge le sue miriadi di funzioni fisiologiche grazie al cibo che mangiamo, digeriamo ed assimiliamo. Però il nostro metabolismo è molto intelligente e quindi il “carburante” in surplus un po’ ne deposita sottoforma di energia pronta all’ uso come glicogeno epato-muscolare ed una parte ancora maggiore la trattiene come riserva in extremis sottoforma di grassi.

Quindi come abbiamo detto, il grasso non è che una riserva della riserva di energia, dunque l’ultima fonte calorica ad essere intaccata per lo svolgimento delle nostre funzioni (intendendo reazioni biologiche e attività quotidiane).

Ovviamente l’ utilizzo dei grassi di deposito come fonte energetica sarà influenzato da molti fattori, tra cui il tipo di dieta, di metabolismo, di stile di vita … ma di questo magari ne parleremo in un’ altra sede.

dimagrimento localizzato


La Produzione di Energia


Per rispondere ad una repentina richiesta di energia in più il nostro corpo ha a disposizione il glicogeno muscolare, come precedentemente visto, il quale si aggira tra i 250 ed i 500 gr totali però, a seconda del livello di allenamento del soggetto e della relativa massa muscolare.

Tralasciando il fatto che questa quota può essere molto variabile a causa del tipo di dieta e del conseguente tipo di allenamenti, essa viene reclutata in egual modo da tutti i distretti del corpo quando se ne necessita.


Facciamo un esempio: Luca. Aspirante body builder in fase di definizione muscolare. Bassi carboidrati, alte proteine ma comunque con un introito calorico inferiore alle sue reali necessità, più 5/6 allenamenti settimanali. Luca esegue 4 serie da 10 ripetizioni alla panca piana.

I muscoli coinvolti in questo esercizio, lo sappiamo tutti, sono principalmente i grandi pettorali, i tricipiti ed i deltoidi. Luca ha una bassissima quantità di glicogeno muscolare nel suo organismo, data la dieta ristretta, e esaurisce (verosimilmente) alla quarta serie tutto il glicogeno contenuto nei muscoli pettorali, tricipiti e deltoidi.

dimagrimento localizzato

Luca deve terminare il suo allenamento quotidiano? Certo che no! L’ organismo provvederà a richiamare glicogeno da altri apparati muscolari fin quando anch’ esso sarà terminato. Anche se per quanto possa essere basso il valore di glicogeno endogeno, questo non si potrà mai esaurire con solamente 4 serie da 10 ripetizioni di panca piana; di questo potete stare tranquilli.

Quindi l’ energia ed il conseguente calore, sottoforma proprio di Kcal (o KJoule che si voglia) prodotto da Luca pervaderà tutto il corpo per poi dissiparsi attraverso la sudorazione e la perspirazione. Da questo si evince che Luca sta bruciando energia in maniera globale e non compartimentale.


La Distribuzione Del Grasso


Quindi come facciamo a “bruciare la ciccia in eccesso?” Producendo calore.

A questo punto moltissimi di voi potranno risentirsi nel dire che sì hanno seguito ogni tipo di dieta possibile immaginabile; che sì hanno abbinato ad essa uno stile di vita più corretto e sano; che sì hanno inserito dai 4 ai 5 allenamenti settimanali di 120 minuti ciascuno, ma le maniglie dell’ amore non si decidono ad abbandonarlo.

Questo dipende principalmente dal nostro assetto ormonale. Sono conosciuti principalmente due assetti ormonali nella distribuzione del grasso in eccesso: androide e ginoide. Il primo citato è tipico dell’ uomo e presenta un accumulo di grasso prevalentemente al livello addominale e viscerale; il secondo è tipico del sesso femminile, il quale accumula grasso soprattutto al livello di fianchi e cosce.

dimagrimento localizzato 5

Tutto ciò a causa del nostro intrinseco ed immodificabile assetto ormonale ereditato. Esistono poi donne androidi e uomini ginoidi, ma sono di certo casi più rari. Una donna sovrappeso con un assetto di tipo prepotentemente ginoide, dovrà spendere moltissima fatica, energia e tempo per eliminare il grasso di troppo dall’ interno coscia e nonostante ciò magari, non potrà mai ottenere lo stesso risultato dell’ amica con un assetto ormonale più “equilibrato”.


In Conclusione


I punti salienti che spero di essere stato in grado di avervi fatto comprendere sono:

1. il dimagrimento localizzato non esiste o perlomeno, esiste ma in misura infinitesimale;

2. spendere soldi per fasce in neoprene, creme brucia grassi o altri espedienti simili è inutile;

3. per dimagrire serve tempo, dedizione e costanza. D’ altra parte state chiedendo al vostro corpo di andare contro la sua natura!

4. se riuscite a riconoscere il vostro assetto ormonale, riuscirete di conseguenza a mettervi l’ animo in pace quando, nonostante tutti i  vostri sforzi, la ciambellina di grasso rimarrà la sotto l’ ombelico, salutandovi con la manina ogni qual volta vi siederete.

BUON ALLENAMENTO!



Myprotein

Myprotein

Scrittore ed esperto


CORRI A SCOPRIRE I NOSTRI SCONTI IMPERDIBILI Visita ora