0
Carrello

Al momento non ci sono articoli nel tuo carrello

Allenamento

Dimagrire L’Interno Coscia | Ecco I Migliori Esercizi!

Dallo scrittore Myprotein Francesco Bussi, personal trainer.


Dimagrire L’Interno Coscia


Una delle problematiche più grandi, rilevate soprattutto nel sesso femminile, è quello del grasso localizzato.

Generalmente nelle donne i punti più critici, dove si accumula grasso, sono fianchi, glutei esterno ed interno coscia; la richiesta maggiore, quindi, che viene fatta a tutti gli operatori del fitness è come ottenere una forma perfetta delle gambe.

Spesso si chiede e si cercano, a volte invano, svariati metodi per eliminare e ridurre il grasso localizzato nelle zone sopracitate: dalle ore passate sul tapisroulant, a correre o a camminare, a diete esagerate e disequilibrate, al frequentare corsi fitness o a svolgere attività aerobiche.

dimagrire l interno coscia

Non dimenticate però che il metodo migliore per tonificare è quello di ricorrere all’allenamento con sovraccarichi, poichè le varie attività aerobiche portano generalmente ad adattamenti di tipo aerobico e caridiovascolare sul corpo.

Sulla base di quanto detto, il miglior modo per tonificare e dimagrire l’interno coscia, considerando che nella maggior parte dei casi l’aspetto molle di questa zona è dovuta ad una atonicità della muscolatura, è ricorrere ad allenamenti che prevedono l’utilizzo di sovraccarichi; ancor meglio se si eseguono allenamenti sia aerobici che anaerobici nella stessa seduta (ad es. CFT, PHA, CT, HIIT).


Cenni Anatomico-Funzionali


Prima di passare a parlare dei principali esercizi per dimagrire l’interno coscia, accenniamo quelli che sono i principali muscoli. L’interno coscia è composto dai seguenti muscoli:

✔ muscolo gracile;

✔ adduttore breve;

✔ adduttore lungo;

✔ grande adduttore.

La funzione principale di questi muscoli è l’adduzione delle cosce, mentre le funzioni secondarie sono: intra e extra rotazione, estensioni e flessione; quindi il miglior modo di allenare e sviluppare questi muscoli è eseguire esercizi che comportino questi tipi di movimenti.

dolori alle ginocchia


Esercizi


Gli esercizi migliori per dimagrire l’interno coscia sono i seguenti.


✔ Adductor machine

Per una corretta esecuzione posizionarsi sull’apposito seggiolino, schiena ben aderente allo schienale della panca, mani sulle maniglie. Aprire le gambe fino al massimo punto consentito dall’articolazione, quindi richiudere le gambe.

È importante, nell’esecuzione dell’esercizio, non inarcare il tratto lombare, non staccare la schiena dalla panca, non eseguire l’esercizio di slancio. Questo per non aiutare, sinergicamente, i muscoli adduttori ad eseguire il movimento onde ottenere un isolamento migliore; prestare infine attenzione a non aprire eccessivamente le gambe, movimento che a lungo andare potrebbe danneggiare bacino e articolazione dell’anca.

Esercizio di facile esecuzione e quindi adatto sia ad atleti professionisti che ai principianti; ricordate prima di allenare l’interno coscia che è consigliabile eseguire un po’ di riscaldamento in modo da preparare la muscolatura al lavoro che seguirà.

Si consigliano 3/5 serie da 15/20 ripetizioni, tempi di recupero tra i 30” e 1′.


✔ Adduzioni al cavo

per una corretta esecuzione posizionarsi di lato alla colonna per i cavi, appoggiarsi con un braccio completamente teso ad essa in modo da permettere una buona escursione delle gambe prima che i pesi raggiungano il blocco.

Legare la gamba con una cavigliera e tirare la corda fino a che la gamba non risulta sovrapposta all’altra. Durante l’esecuzione dell’esercizio prestare attenzione a non oscillare con il torace, a non molleggiare con la gamba in appoggio e a non tenere né troppo tesa né troppo flessa la gamba sottoposta al lavoro.

Anche questo è un esercizio di facile esecuzione e può quindi essere eseguito sia da atleti professionisti che da principianti.

Si consigliano 3/5 serie da 15/20 ripetizioni, tempi di recupero non superiori ai 30” (non dimenticate che durante il lavoro di una gamba, l’altra risulta in riposo statico, quindi non è necessario un tempo di recupero eccessivamente lungo).

dimagrire l'interno coscia


✔ Adduzioni alla multi-hip

Per una corretta esecuzione posizionarsi sull’apposita pedana con il piede in appoggio vicino al bordo; la parte interna della caviglia della gamba che lavora, poggiata sullìapposito rullo, che a sua volta sarà posizionato nel punto più alto consentito dalla gamba.

Addome e quadro lombare contratto per mantenere ferma e stabile la posizione. Mani in appoggio sugli appositi sostegni, baricentro leggermente spostato verso avanti. Assunta la corretta posizione, chiudere in adduzione la gamba fino a raggiungere la corrispondenza con la gamba in appoggio. Tenere un secondo la contrazione e tornare al punto più alto consentito dall’articolazione coxo-femorale.

É importante durante l’esecuzione di questo esercizio evitare basculamenti del bacino ed evitare di portare in retroposizione il gluteo (per ridurre il lavoro dell’adduttore), eseguire movimenti ampi, fino al massimo punto consentito dall’articolazione.

Quindi movimenti che non siano eccessivamente corti, con poco carico di lavoro muscolare, od eccessivamente lunghi, con rischio di creare traumi a livello muscolare, articolare e tendineo.

Esercizio di bassa difficoltà eseguibile, quindi, sia da atleti professionisti sia da principianti. Si consigliano 3/5 serie da 15/20 ripetizioni, tempi di recupero non superiori ai 30”.

Altro esercizio ottimo per allenare e tonificare l’interno coscia è lo Squat. Non dimenticate che lo squat è il principale esercizio per lo sviluppo e il miglioramento della muscolatura degli arti inferiori che può essere utilizzato anche come allenamento di prestancaggio prima di passare cioe’ ad esercizi più isolanti, come adductor machine, multi-hip ecc.


Altri Spunti Riflessivi


Per accrescere il livello di difficoltà è possibile.

✔ Combinare più esercizi in superserie o alternare esercizi con pesi/macchine (adduttor machine, multi-hip ecc.) ad esercizi aerobici intensi, come ad esempio double unders, skip, starter ecc., eseguiti per un tempo da 3′ a 10′.

✔ Utilizzare recuperi attivi ovvero, invece di eseguire i classici 30”/1’/1’30” di recupero statico, inserire nel tempo di recupero esercizi aerobici doule under, skip, starter, step, ellittica ecc.

✔ Sara’infine possibile combinare tutti i metodi sopraelencati in un unico intenso programma di allenamento.



Myprotein

Myprotein

Scrittore ed esperto


COMPLEANNO MYPROTEIN 40% SU TUTTO Scopri ora