0
Carrello

Al momento non ci sono articoli nel tuo carrello

Allenamento

Fare Vela | La Preparazione Atletica del Velista

Dalla scrittrice Myprotein Martina Castagna, studentessa e atleta agonista di vela.


Fare Vela


Lo sport della vela molto spesso viene definito come un’attività fatta in relax con un impegno fisico limitato, ma in realtà nella maggior parte dei casi rappresenta uno sport molto impegnativo.

Prima di tutto perché, a differenza di quello che si pensa, è possibile praticarlo tutto l’anno, sia d’estate che d’inverno, spostandosi in luoghi con temperature adeguate e indossando un abbigliamento opportuno.

Per praticare uno sport come la vela ci vuole molte passione, impegno e sacrificio, ma soprattutto è fondamentale un’ottima preparazione fisica di base, soprattutto in classi come il 49er e il 49erFX, dove è richiesto un notevole impegno fisico.

Questa attività infatti mette in gioco numerosi fattori, come la concentrazione, l’equilibrio, la forza, la resistenza e la velocità: per questo motivo bisogna prevedere lo sviluppo di tutte queste capacità in palestra.


La Preparazione Atletica del Velista


Pratico vela a livello agonistico da molto tempo e il mio lavoro in palestra è molto inteso e suddiviso per lo sviluppo di tutte queste qualità di base.


Attività aerobica

Prima di tutto, come in molti altri sport, è fondamentale una buona base aerobica.

Gli esercizi più adeguati sono quelli che puntano ad aumentare la capacità e la potenza aerobica come per esempio la corsa, la camminata o il vogatore.

Nella mia preparazione infatti, 2 giorni alla settimana sono dedicati principalmente allo spinning, oppure nel periodo estivo alla corsa.

Quando invece non ho la possibilità di uscire all’aperto, utilizzo il vogatore che mi permette ugualmente di compiere un allenamento molto completo.


Allenamento a circuito

A questo lavoro, affianco sempre un giorno alla settimana in cui compio un lavoro a circuito; in particolare eseguo molto esercizi a corpo libero con particolare attenzione alla concentrazione mentale e al controllo, che per una velista sono molto importanti.

Durante le regate infatti la concentrazione è massima e una piccola distrazione può compromettere il risultato, per questo motivo bisogna restare sempre lucidi e attenti.

Mi alleno spesso utilizzando piccoli pesi, elastici oppure attraverso il TRX, che mi permette di potenziare la parte superiore.

Le tirate al TRX sono tra gli esercizi specifici che non dovrebbero mai mancare nella preparazione atletica del velista.

Per svolgere i miei esercizi con il TRX mi posiziono con il corpo inclinato di 45° e afferrando il TRX, tiro la maniglia verso di me, cercando di essere il più esplosivo possibile.

Questi movimenti riprendono perfettamente il movimento che compio in barca quando manovro: partendo da una posizione orizzontale e distesa, allungo il braccio e afferro la maniglia del trapezio tirandola verso di me per alzarmi.

Altri esercizi utili sono per esempio il “suicidio” o lo squat jump, immancabili nei miei circuiti.

Utili sono anche i press con manubrio o kettlebell, nei quali mischio lo squat ai movimenti esplosivi: infatti mi abbasso facendo uno squat e poi risalgo velocemente e in modo esplosivo, tirando il manubrio verso l’alto.


Potenziamento della forza

Le altre giornate di allenamento in palestra invece, sono destinate a potenziare la forza.

Per il mio allenamento, utilizzo dei carichi medio/bassi per poter sviluppare la forza utile al velista e in particolare l’esecuzione prevede per lo più movimenti ad una velocità crescente, pur mantenendo sempre una notevole precisione del gesto svolto.

Inoltre è importante potenziare il corsetto addominale, per evitare problemi di schiena che possono influire negativamente sulle prestazioni e sul risultato finale in regata.

Quando salgo in barca infatti utilizzo il trapezio, che mi permette di stendermi in orizzontale al di fuori del perimetro dello scafo, facendo più peso all’esterno per tenere la barca piatta.

Questo movimento coinvolge il corsetto addominale, che deve quindi essere ben allenato.


Capacità anaerobiche

Per quanto riguarda le capacità anaerobiche, queste vengono sviluppate attraverso l’imitazione di movimenti che si compiono in barca e nella maggior parte dei casi vengono già allenate attraverso altri esercizi.

Per simulare i movimenti può essere utile ricostruire un sistema simile al trapezio anche in palestra in modo da potersi concentrare sui movimenti specifici.

La preparazione atletica del velista inoltre deve considerare anche lo sviluppo di tutte le capacità legate alla coordinazione; anche questo aspetto può essere sviluppato facilmente attraverso esercizi a corpo libero o piccoli attrezzi.

Importanti sono in particolare l’equilibrio, il ritmo, l’orientamento e la combinazione.

Tutte capacità che devono essere costantemente tenute in allenamento, poiché anche il soggetto più allenato può sempre migliorare.



Myprotein

Myprotein

Scrittore ed esperto