Alimentazione

Frullati Dimagranti | Funzionano Davvero?

Un “frullato dimagrante” è costituito da un pasto a base di certi prodotti che vengono frullati assieme ad un qualcosa di liquido.

 

La componente liquida non è strettamente necessaria se si impiegano alimenti ricchi di acqua come frutta o verdura. Lo scopo del frullare degli alimenti può risultare utile, per certi aspetti, nell’aderire ad uno stile alimentare più “salutare”. I benefici possono essere i seguenti:


1. Sapore migliore


 

Ogni sostanza che passa per la bocca va a stimolare in un modo unico i recettori sulla lingua e i recettori dell’olfatto. Questo particolare stimolo può essere invitante o disgustoso. Il tipo di alimentazione che l’industria alimentare propone si basa su cibi ricchi di zuccheri, ricchi di sale o comunque ricchi di “additivi” che regalano sapori invitanti.

 

Questi sapori invitanti sono appositamente ricreati per stimolare il consumo di questi cibi. In altre circostanze questi gusti sono
ricreati per rendere più appetitoso un alimento che altrimenti non lo sarebbe. Lo scopo del frullato può essere lo stesso di questo caso.

 

Molti alimenti naturali hanno un sapore “diverso” dai cibi industriali o alle alternative meno salutari, frullare alimenti dal gusto poco gradevole assieme permette di ottenere un sapore diverso magari migliore.

 

Se il sapore risultante non è comunque invitante si può pensare di aggiungere un poco di aromatizzanti artificiali oppure cacao o stevia o altro.

 

Questa opzione permette di “addolcire la pillola” e mettere da parte l’inconveniente del sapore. Da un punto di vista “purista” questa non è una soluzione ma piuttosto si tratta di un compromesso: i sapori industriali non corrispondono ai sapori reali e ingannare il proprio gusto cercando di ricreare questi sapori più invitanti è diverso dall’abbracciare pienamente una alimentazione sana e naturale.

 

Frullati Dimagranti | Funzionano Davvero?

 

Al contrario significa non rinunciare al cibo “cattivo”. Questa considerazione è sicuramente reale perché se non si sceglie di effettuare un cambiamento ma solo un compromesso si è predisposti nel medio‐lungo periodo a tornare sulla strada a cui non si ha rinunciato.

 

Bisogna anche considerare che i cambiamenti radicali sono difficili da adottare e dunque procedere per gradi per arrivare ad uno stile alimentare diverso può essere una buona idea.

 


2.Rapidità e praticità


 

Mangiare un frullato composto da diversi alimenti richiede sicuramente meno tempo che mangiare i singoli alimenti. Il frullato, inoltre, si adatta meglio al trasporto e quindi è più pratico.

 

Ci sono situazioni in cui le persone hanno la comodità di stare vicino a casa e mangiare al proprio tavolo ogni giorni. Ci sono altre situazioni in cui si è costretti a stare fuori casa l’intero giorno e aderire alla scelta del cibo sano diventa spesso difficile.

 

Una delle migliori scelte per controllare la propria alimentazione consiste nel preparare il cibo che si vuole consumare. Per
conciliare praticità e rapidità una buona idea potrebbe essere preparare dei frullati da portare con sé e consumare come pasto.

Frullati Dimagranti | Funzionano Davvero?

 


3. Senso di sazietà


 

Aggiungere acqua ad un pasto solido permette sicuramente di aumentare il volume complessivo del pasto. L’acqua inoltre rallenta la digestione degli alimenti.

 

Nello stomaco ci sono recettori che reagiscono allo stiramento delle pareti gastriche ed altri che reagiscono alla presenza di cibo. Il frullato permette di avere un maggiore senso di sazietà per questi motivi.

 

Bisogna però considerare questo aspetto da un punto di vista reale: al giorno d’oggi di rado si mangia perché si ha fame. Si mangia perché si è abituati a mangiare in quel dato momento del giorno e perché si desidera mangiare un certo alimento che ci attira.

 

Frullati Dimagranti | Funzionano Davvero?

 

Sazietà non corrisponde a soddisfazione e dunque si può finire con l’abbinare uno snack poco salutare al frullato salutare.

 

Il frullato dunque dovrebbe anche avere un buon sapore in modo da dare un discreto senso di appagamento.

Il frullato, come ogni cosa, ha i suoi pro e i suoi contro. Un aspetto negativo è infatti che frullare degli alimenti espone i macronutrienti benefici all’aria. Il processo del frullare inoltre mette a contatto questi micronutrienti con elementi metallici che in certi casi vanno a degradare questi preziosi componenti.

 

L’aria va ad interagire nella maggior parte dei casi sulle vitamine e sulle altre sostanze naturali; queste vanno incontro al processo di ossidazione che ne compromette le proprietà con il passare del tempo.

 


Funzionano davvero?


 

La risposta a questa domanda è strettamente soggettiva. I benefici descritti sono tali solo se funzionano per il proprio stile di vita e per il tipo di persona.

 

Ci sono casi in cui si riesce a mantenere un buon autocontrollo a prescindere dal sapore di ciò che si mangia e dalla situazione in cui ci si trova. In altri casi invece la scelta del frullato permette di conciliare con più facilità delle migliori scelte alimentari con la propria vita.

 

Una buona idea potrebbe essere provare l’opzione dei frullati se non si riesce ad aderire a delle buone scelte alimentari oppure rimanere sulla propria strada se non ci sono problemi del genere.

Nessun tag



Alberto Baduini

Alberto Baduini

Scrittore ed esperto

Studente di fisioterapia, appassionato allenamento con i pesi, agli anelli e calisthenics.


Dai un’occhiata alle nostre offerte! Acquista ora!