Vai al contenuto principale
Integratori

La produzione delle proteine vegane in polvere in laboratorio

La produzione delle proteine vegane in polvere in laboratorio
Emily Wilcock
Scrittore ed esperto1 anno In
Visualizza il profilo di Emily Wilcock

Vi abbiamo già mostrato come produciamo le proteine del siero del latte, la creatina e le vitamine nel nostro stabilimento nel Regno Unito. Ma non ci fermiamo qui. In questa ultima puntata di In The Lab, vi mostriamo il dietro le quinte della produzione delle nostre proteine vegane. Sarebbe stato scortese non farlo.

Una dieta vegana significa niente carne, niente uova e niente latticini, quindi niente whey. Ma ci sono molte opzioni per coloro che desiderano proteine di origine vegetale, tra cui quelle di pisello, riso, soia e canapa.

Di recente si è registrato un aumento della domanda di alternative vegane. Il Regno Unito è diventato una forza trainante del boom delle proteine vegetali, con l'11% dei lanci globali di alimenti e bevande contenenti proteine del pisello in un solo anno. Si tratta di un sacco di prodotti vegani.

https://youtu.be/otaMX6i33jU

Perché scegliere le proteine vegane?

Le proteine vegane non sono solo per chi segue una dieta a base vegetale. È anche un'ottima opzione per le persone con allergie e intolleranze. Non contiene latticini, è naturalmente priva di glutine ed è ipoallergenica. Inoltre, una porzione da 25 g fornisce tra i 18 e i 20 g di proteine vegetali.

Come vengono prodotte le proteine vegane

Un aspetto importante delle proteine vegane in polvere è assicurarsi che la fonte proteica sia altamente biodisponibile. Questo è uno dei motivi per cui le proteine in polvere di pisello sono così comuni. Si ricava dai piselli gialli spaccati che, come abbiamo detto, sono anche privi di latticini e di glutine.

La proteina isolata di pisello viene prodotta attraverso un semplice processo di produzione alimentare. Il guscio esterno del pisello viene rimosso e macinato in una farina. Le altre parti del pisello, come la fibra e l'amido, vengono separate attraverso un processo di filtrazione e poi distillate in un precipitato bianco. Questa è la polvere proteica.

Ma non è finita qui. Il processo viene poi ripetuto con le fave, che sono la fonte di vitamine del gruppo B, zinco, magnesio, ferro, rame e manganese presenti nella polvere proteica. Il rame e il manganese sono ingredienti particolarmente utili, in quanto ci aiutano a mantenere le ossa sane.

A questo punto, le proteine in polvere sono pronte per essere inviate al nostro stabilimento nel Regno Unito.

Garanzia di qualità

Prima che le materie prime possano essere miscelate e confezionate, vengono sottoposte al controllo qualità per essere analizzate a fondo. E intendiamo proprio approfonditi. Dopo l'arrivo in magazzino, i prodotti passano attraverso tre fasi di controllo qualità.

Laboratori delle materie prime

Che ci crediate o no, è qui che vengono testate tutte le materie prime che arrivano in magazzino. I test sulle nuove materie prime hanno tre obiettivi principali. In primo luogo, ci assicuriamo che le materie prime corrispondano alle nostre specifiche. In secondo luogo, ci assicuriamo che corrispondano alle nostre micro-dichiarazioni. In terzo luogo, ci assicuriamo che soddisfino il nostro "gold standard". Se i materiali non soddisfano tutti e tre questi criteri, non possono essere utilizzati.

Team di garanzia della qualità dei fornitori

Questa squadra è responsabile di garantire che tutti i prodotti realizzati internamente soddisfino gli stessi standard elevati. Ciò include le confezioni, compresi gli involucri, le vaschette, i coperchi e i misurini.

Team di garanzia della qualità

Questa squadra si trova nel magazzino di produzione. Il loro lavoro inizia non appena la materia prima entra nei contenitori di miscelazione IBC e da qui seguono il processo fino al completamento.

Gli operatori di linea svolgono un ruolo fondamentale nel garantire che le pratiche di produzione siano seguite secondo standard elevati. Controllano gli allergeni e passano i prodotti ai raggi X per garantire l'assenza di contaminazione incrociata.

E poi la fase finale, la migliore. Tutti i prodotti vengono sottoposti a un test finale del gusto per garantire che soddisfino lo standard di riferimento. Una volta approvati, possono essere rilasciati nei magazzini pronti per la vendita.

Conclusione

E questo è quanto. Beh, fino a quando la vostra proteina vegana non arriverà nel vostro armadietto delle proteine. E poi nello shaker. E poi nel vostro stomaco. E pensare che tutto è iniziato da un piccolo pisello spezzato.

Ti é piaciuto questo articolo? Leggi anche:

Emily Wilcock
Scrittore ed esperto
Visualizza il profilo di Emily Wilcock
myprotein