Integratori

Integratori per abbassare il colesterolo | Quali sono i migliori?

Il colesterolo è un alcool policiclico alifatico appartenente al gruppo degli steroidi. La particolare struttura chimica, tipica degli steroli, permette a questa molecola di avere caratteristiche idrofobe ma anche idrofile alla estremità in cui è presente il gruppo –OH.

 

Il colesterolo è un composto molto importante nella fisiologia degli animali, compreso l’uomo. Questa molecola rappresenta un componente fondamentale delle membrane plasmatiche (tipiche di ogni cellula animale) e funge da precursore per ormoni (tra cui il
testosterone) e vitamine (tra cui la vitamina D).

 

Il colesterolo, come tutte le sostanze, ha un ruolo specifico e dunque il fabbisogno di questo rientra in un range più o meno variabile.

 

Un eccesso di colesterolo necessita che questo venga smaltito e, a volte, questo processo di eliminazione non riesce a fare fronte completamente a tale esigenza. Un accumulo di colesterolo può portare ad un accumulo di questo sulle pareti dei vasi sanguigni fino a dare una vera e propria ostruzione.

 

Ovviamente se questo si verifica si può incorrere in seri problemi.

 

HDL e LDL

 

Il colesterolo può essere diviso in due gruppi:

  • LDL= low density lipoprotein, il “colesterolo cattivo”
  • HDL= high density lipoprotein, il “colesterolo buono”

 

Integratori per abbassare il colesterolo | Quali sono I migliori?

 

L’accezione benefica o negativa si basa sull’effetto che i vari tipi di colesterolo hanno sul corpo. si parla di “lipoproteine” perché, come detto in precedenza, la componente idrofila permette agli aggregati di colesterolo di circolare nel sangue mentre la componente idrofoba permette a questi aggregati di trasportare i trigliceridi nel torrente ematico. Ciò che differenza queste lipoproteine è la densità alta o bassa.

 

Le caratteristiche del LDL fan sì che questo possa accumularsi sulla parete intima dei vasi portando ad un ispessimento di questa accompagnato alla proliferazione di tessuto connettivo e a fenomeni infiammatori. Questo quadro favorisce lo sviluppo di malattie reumatiche, insorgenza di aneurismi, ischemia e altri problemi.

Le HDL hanno una densità maggiore e dunque non si accumulano con altrettanta facilità lungo il torrente ematico. La loro funzione infatti è quella di trasportare i trigliceridi non esterificati e di raccogliere il colesterolo in eccesso per trasportarlo al fegato, il quale penserà ad eliminarlo, oppure ad altri organi che useranno questo composto.

 

Metabolismo colesterolo

Il colesterolo viene prodotto dal corpo ed introdotto con la dieta. Indicativamente il colesterolo totale è dato da:

  • 70% colesterolo endogeno
  • 30% colesterolo esogeno

Il colesterolo non può essere impiegato a scopi energetici e per essere smaltito deve essere trasportato al fegato che lo riversa nella bile la quale verrà poi riversata nell’intestino permettendo di eliminare questo eccesso con le feci.

La produzione di colesterolo segue un processo di feedback negativo: se viene percepita una elevata quantità di colesterolo nel sangue allora ne viene inibita la produzione.

 

Integratori per abbassare il colesterolo | Quali sono I migliori?

 

Questo suggerisce che la quota di colesterolo ingerita con la dieta non è il vero nemico. Se si consumano alimenti ricchi di colesterolo allora ne viene ridotta la produzione endogena.

 

Integratori per abbassare il colesterolo‐quali sono i migliori

 

Per combattere l’iper‐colesterolemia possono essere d’aiuto degli integratori. Di seguito i migliori 5:

 

 

Fibra solubile

 

La fibra solubile permette di contrastare l’assorbimento di colesterolo assunto con la dieta. Queste fibre hanno infatti proprietà chelanti che sono in grado di alterare la reologia degli alimenti processati che scorrono nel tratto intestinale.

Un ammasso alimentare più “ denso” è più difficile da essere assorbito e dunque anche il colesterolo contenuto in questo viene più facilmente espulso.

 

Per quanto detto in precedenza però il corpo è in grado di aumentare la produzione endogeno se scarseggia una assunzione esogena.

 

Le fibre solubili possono ugualmente tornare utili se, occasionalmente, si consuma un pasto decisamente abbondante in colesterolo. Le fibre solubili hanno anche effetti indesiderati come flatulenza e gonfiore addominale.

 

Beta glucani

 

I beta glucani sono una frazione delle fibre contenute nella crusca di avena e in altri alimenti integrali. Queste fibre sono solubili e hanno dunque lo stesso ruolo di questi polisaccaridi. I beta glucani però hanno una “spiccata” azione anti‐colesterolo.

 

Aglio

Questo alimento contiene un composto di particolare interesse chiamato “allicina”. Questa ha dimostrato avere spiccate proprietà nella riduzione del LDL (uno studio dal NIH smentisce questo effetto) e dunque nella prevenzione di eventi cardio vascolari.

 

Questo beneficio può essere ricondotto a numerosi benefici di questa sostanza ovvero effetto anti ‐infiammatorio, antitrombotico,
abbassa la pressione, anti‐ ossidante, ecc.

 

Integratori per abbassare il colesterolo | Quali sono I migliori?

 

Soia

 

La soia contiene composti in grado di ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. In particolare i fito‐steroli ostacolano direttamente l’assorbimento intestinale di colesterolo mentre la lecitina favorisce la captazione da parte delle HDL del colesterolo in eccesso e dunque permette un migliore.

 

Catabolismo del colesterolo

Attività fisica: non si sta facendo riferimento ad un particolare integratore ma piuttosto ad un qualcosa che chiunque può fare.

Svolgere regolarmente attività fisica a moderata/alta intensità permette di “disincrostare” i vasi sanguigni dagli accumuli lipidici contrastando un loro accumulo e i conseguenti problemi.

 

Nessun tag



Alberto Baduini

Alberto Baduini

Scrittore ed esperto

Studente di fisioterapia, appassionato allenamento con i pesi, agli anelli e calisthenics.


Dai un’occhiata alle nostre offerte! Acquista ora!