Integratori

Cardo Mariano | Che Cos’è? Quali Sono I Benefici?


Cardo Mariano


Gli integratori a base di cardo mariano sono popolari sia tra i culturisti che tra le persone che vanno in palestra. Il cardo mariano deve la sua popolarità alla convinzione comune circa le sue proprietà farmacologiche e la capacità di riparare il fegato. Ma è veramente così e ha altre proprietà?

Il nome scientifico del cardo mariano è Silybum Marianum e appartiene alla famiglia delle Asteraceae. E’ stato molto usato sia oggi che in passato nella medicina tradizionale. È conosciuto anche con altri nomi come cardo della Madonna, cardo mariano, cardo di santa Maria, carciofo selvatico, Carduus Marianus e cardo asinino.

La leggenda attribuisce le venature bianche sulle foglie della pianta a una goccia del latte della Vergine Maria. È stato usato in diverse parti del mondo nel campo della medicina, dal Medio Oriente all’Europa. Veniva utilizzato anche in epoca greca e romana.


Perché assumerlo?

Il cardo mariano è solitamente usato da chi soffre di disturbi più e meno gravi al fegato, nella convinzione che allevi i sintomi e promuova la salute del fegato. La medicina alternativa lo raccomanda per la cura di malattie come l’epatite, la cirrosi e l’ittero.

Il cardo mariano svolge inoltre un ruolo di primo piano nella medicina tradizionale cinese e nell’Ayurveda. I motivi per i quali viene assunto in queste pratiche comprendono disturbi simili a quelli sopra elencati.


Cosa Dice La Scienza?


Purtroppo non c’è attualmente alcuna dimostrazione del fatto che il cardo mariano funzioni da cura miracolosa a qualsiasi dei disturbi sopra elencati e di certo non può essere consigliato come alternativa ai farmaci e ai trattamenti tradizionali. Tuttavia sono stati condotti degli studi sui disturbi elencati di seguito.


Benefici Del Cardo Mariano


1. Riduzione del grasso

Lo studio mostra come la silibina e deidrosilibina (un metabolita) sembrino favorire l’inibizione competitiva del glucosio che passa nell’adipocita attraverso i trasportatori GLUT4. Ciò vuol dire che il cardo mariano ridurrebbe l’assorbimento del glucosio nelle cellule attraverso i GLUT4, probabilmente perchè questo viene immagazzinato dalle cellule delle vescicole contenenti il GLUT4 e il suo movimento viene inibito competitivamente.

Prima di fare qualsiasi ipotesi riguardo l’integratore e la sua capacità di aiutare a perdere grasso deve essere effettuata una sperimentazione umana, per verificare che con le persone funzionerebbe allo stesso modo.


2. Acne

È interessante notare come gli studi sul cardo mariano abbiano mostrato un esito molto positivo nella riduzione della gravità dell’acne.

Dopo 8 settimane di integrazione, i gruppi che integravano con cardo mariano hanno visto le lesioni causate dall’acne ridursi significativamente sulla loro pelle.

Il gruppo Silimarina ha integrato 210 mg al giorno per via orale per almeno 8 settimane e ha visto una riduzione del 53% sul totale delle lesioni.


Conclusione


Questi dovranno tuttavia essere studiati ulteriormente e sperimentati sugli umani prima di poter confermare che il cardo mariano apporti risultati simili nelle persone. Una sperimentazione umana, in cui i partecipanti che soffrivano di acne hanno assunto il cardo mariano, ha portato alla luce una differenza significativa nella gravità delle loro lesioni.



Myprotein

Myprotein

Scrittore ed esperto


SCONTI ED OFFERTE IMPERDIBILI Scopri ora