Articoli

Lo sapevi che…? Tutto quello che non vorresti mai sapere sul cibo

Sfortunatamente gli additivi sconosciuti nel cibo che consumiamo sono sempre all’ordine del giorno e la lista degli ingredienti sembra più un compito di chimica che qualcosa che vorresti mangiare. Quel che rende il lavoro del consumatore ancora più arduo è il sistema che hanno escogitato molti produttori alimentari per camuffare gli additivi tossici e più improbabili. Questo articolo svela solo alcuni dei componenti alimentari che possono nuocere alla vostra salute e i modi per starne alla larga.

 

Caramelle ricoperte di gommalacca

 

Alcuni di voi sapranno che la gommalacca rende le cose luminose ma quello che forse non sapevate è che la gommalacca è anche una fragile e scagliosa secrezione dell’insetto dell’ordine degli emitteri (Keria lacca) che viene depositata sulla corteccia degli alberi dall’emittero femmina. La gommalacca viene usata per rifinire mobilia, violini e chitarre, ma essendo anche commestibile, è usata come agente lucidante per pillole e caramelle e si nasconde sull’etichetta con il nome E904.

 

Le crocchette di pollo non sono una parte del pollo

 

Ormai si sa che gli hot dog sono fatti da parti più improbabili degli animali tritate insieme e le crocchette di pollo non sono da meno. Formati da “carne” liquefatta sono un ottimo metodo per non sprecare nessuna parte del pollo.

La carne è trattata con monossido di carbonio per mantenerla fresco I detector per il monossido di carbonio sono stati sviluppati per un semplice motivo  – questo  gas privo di odore può essere letale. Ma lo stesso gas che proviene dallo scarico della vostra macchina viene anche usato per confezionare carne macinata e certi tipi di pesce, come il tonno. Il gas aiuta a preservare il bel colorito che fa sembrare la carne fresca.

 

Molta carne venduta al supermercato proviene da animali malati

 

Come già tutti sappiamo, l’industria della carne fa ampio uso di antibiotici. La ragione? Una dieta povera di nutrienti e le condizioni misere in cui sono allevati gli animali non possono che far sì che l’animale si ammali. Per esempio, il 13% del bestiame che viene poi macellato e venduto al supermercato ha l’ascesso del fegato.

 

Il formaggio è fatto da caglio (stomaco di vitello)

 

Il caglio è un gruppo di enzimi che serve a digerire il latte materno, ma è anche la parte cruciale nella preparazione del formaggio. Il caglio per la produzione del formaggio viene ottenuto

dallo stomaco di vitello finemente affettato e messo in ammollo nel siero di latte, vino e aceto, per poi essere filtrato.

 

1 lattina di Coca-Cola contiene 10 cucchiaini di zucchero…

 

….molto di più di quello che ne dovresti ingerire in un solo giorno. Spesso lo è presente nei cibi, dove non ci aspetteremmo mai di trovarlo, come le minestre o addirittura i salumi. Tutti sappiamo che lo zucchero fa male e di come sia legato al diabete, obesità e malattie del cuore. Lo zucchero presente in svariati alimenti, in questo caso, non è tanto disgustoso quanto nocivo.

 

L‘aroma naturale di vaniglia, fragola e lampone proviene dalle ghiandole anali del castoro

 

L’additivo si chiama castoreum ed è un escremento da sacche di ricino di un castoro. È utilizzato in alcuni gelati, yogurt, gelatine, bevande aromatizzate alla frutta e caramelle.

 

L’ananas in scatola contiene in media 20% di frutta andata a male

 

Nell’industria alimentare sono consentiti dei difetti nel cibo che pur non nocciano alla salute. L’ananas ammuffito è uno di questi.

 

Il salmone allevato viene colorato di rosa perché in natura presenta il color grigio

 

Mentre il salmone selvatico vanta il suo bel colorito rosa grazie alla sua dieta tradizionale con krill, il 95% del salmone atlantico allevato viene colorato. Il pesce è infatti nutrito con il pellet riempito di colorante per poi ottenere quel bel colorito che appartiene solitamente solo al pesce selvatico.

 

La gelatina è fatta di collagene, una proteina raccolta dalla pelle degli animali

 

La fonte di collagene varia e dipende dal tipo di cibo. La gelatina per i dolci, per esempio, proviene da pelle di maiale.

 

Sabbia nella minestra

 

Il biossido di silicio, conosciuto più comunemente come “sabbia”, viene aggiunto al sale e alle minestre liofilizzate per evitare grumi e controllare l’umidità all’interno del prodotto.

 

Insetti nel bicchiere

 

Il carmine o cocciniglia è un colorante molto diffuso in campo cosmetico e alimentare e viene usato per conferire un colore rosso intenso ai cibi. Proviene dall’omonimo insetto appartenente alla famiglia coccoidea, che viene bollito per estrarne il colorante. Occorrono circa 80-100 mila insetti per produrre 1 kg di colorante che si nasconde sulla lista degli ingredienti sotto la sigla E120. La cocciniglia può dar luogo a severe allergie in alcuni soggetti quindi meglio evitare gelati, limonata, succo di pompelmo e varie caramelle che la contengono.

 

Cellulosa nel formaggio

 

Ebbene si. La cellulosa che viene prodotta dagli alberi e cotone e normalmente usata per la produzione di carta, può anche essere aggiunta al cibo. La troviamo nel formaggio e gelati ed è un materiale completamente naturale e facilmente digeribile dallo stomaco umano.

 

Vernice nei condimenti per le insalate

 

L’impiego principale del biossido di titanio (TiO2) è nella produzione di vernici e creme solari; lo si trova anche in numerosi altri prodotti, tra cui quelli per l’igiene personale (dentifrici) e negli alimenti come i condimenti per le insalate e guarnizioni per dolci.

Agenti chimici del shampoo nei prodotti agricoli e ortofrutticoli I ftalati sono dei liquidi incolore, plastificanti chimici usati in tutto, dai pesticidi ai saponi, shampoo, solventi per unghie e tende per doccia in vinile. Uno studio del 2010 pubblicato nel Environmental Health Perspectives rivela che i ftalati sono sempre più comuni nel cibo che ingeriamo quotidianamente per via dell’esposizione ai pesticidi e degli scarichi fognari usati come fertilizzante nei campi. Questi ultimi sono contaminati con sostanze chimiche proveniente dai vari prodotti cosmetici che usiamo per la cura del corpo. L’esposizione agli ftalati, anche in piccole quantità, è collegato ai problemi comportamentali nei bambini, allergie e asma.

 

Capelli umani e piume nel pane

 

L-cistina è un aminoacido non essenziale fatto da capelli umani (provenienti spesso dalla Cina) o piume d’anatra e viene usata spesso nella pasta per il pane e dolci per migliorarne la consistenza. Attenzione quindi se siete musulmani o vegani perché questo ingrediente viola le vostre credenze etiche.

 

Sacchetti di pop corn che provocano problemi di salute

 

Un antiaderente chimico industriale che rientra nella classe di sostanze chimiche perfluorurate è utilizzato in alcuni imballaggi alimentari come nelle buste di pop-corn che vengono rivestite per evitare che i pop corn si attacchino o per trattenere il grasso. Queste stesse sostanze vengono usate anche per le pentole antiaderenti e possono danneggiare significantemente il sistema immunitario oltre che provocare problemi di salute molto seri come il colesterolo alto, danni allo sperma, l’infertilità e ADHD.

 

 

Autore: Anja Paskulin Personal Coach, Istruttore di Bodybuilding e Fitness, Educatore Alimentare, Atleta.

 

www.feedtheiron.blogspot.it

 

www.facebook.com/anjapaskulinpt

Nessun tag



admin

admin

Scrittore ed esperto


Dai un’occhiata alle nostre offerte! Acquista ora!