0
Carrello

Al momento non ci sono articoli nel tuo carrello

Allenamento

Prevenire Gli Infortuni Nella Corsa | 4 Consigli Da Seguire

Dalla scrittrice Myprotein Le Fitchef, food blogger ed esperta di alimentazione (http://lefitchef.altervista.org/)


Prevenire Gli Infortuni Nella Corsa


I runners corrono per differenti ragioni: tornare in forma, alleviare lo stress o semplicemente per passione.

Qualunque sia la ragione che ci conduce ad abbandonare il divano e affrontare la strada, una cosa rimarrà sempre certa: nessun corridore vuole limitare la propria performance a causa di un infortunio.

Gli infortuni sono piuttosto frequenti nell’ambito del running, soprattutto per via del fatto che buona parte dei praticanti sono autodidatti, ma possono essere evitati se vengono prese le precauzioni corrette.


1. Trova la scarpa giusta


Quello che rende sempre più popolare la pratica della corsa  è che si tratta di  un compito abbastanza semplice: basta uscire di casa con un paio di scarpe adatte e iniziare a correre. Dal momento che il running richiede un solo strumento di attrezzatura per l’esecuzione, le scarpe appunto, investire nelle calzature adatte dovrebbe essere prioritario per tutti gli appassionati e i principianti. La scarpa adeguata può corrispondere a un’esperienza di marcia piacevole, mentre una scarpa impropria può provocare lesioni o dolori durante la corsa.

  • Conoscere il piede: il modo più semplice per scegliere la scarpa giusta è quello di abbinare la forma corretta del piede alla forma della scarpa.
  • Rivolgersi ad un esperto: la scarpa giusta va scelta nel negozio giusto. Oggi la maggior parte dei rivenditori di calzature sportive, dispone degli strumenti e del personale più preparato, in grado di rilevare i vostri punti di forza e le vostre debolezze, per aiutarvi nella scelta della scarpa più adatta per massimizzare la performance ed abbassare il rischio di infortuni e lesioni.

prevenire gli infortuni nella corsa


2. Conosci i tuoi limiti


Le lesioni da sovraccarico sono comuni nei corridori. La ragione è che i corridori iniziano a percorrere lunghe distanze troppo presto e troppo spesso.

  • Inizia con brevi tratti: ci dovrebbe essere un graduale aumento di chilometri percorsi invece di una accelerazione drammatica di giorno in giorno. Un aumento troppo rapido di chilometri percorsi può causare lesioni da stress, come la sindrome da stress tibiale mediale, la fascite plantare e il ginocchio del corridore.
  • Monitora i progressi: tenere traccia degli allenamenti aiuterà a monitorare le distanze percorse. Questo dovrebbe anche aiutare a monitorare un aumento graduale della distanza, evitando gli aumenti improvvisi o le diminuzioni di chilometraggio. Se si verificano lesioni, si studiare il proprio indietro per vedere cosa è andato storto e progettare un piano di esecuzione migliore. Le app e i dispositivi di tracciamento sono ormai numerossissimi, non sarà difficile trovare quelli più conformi al vostro stile.

3. Inizia con un riscaldamento dinamico


Un riscaldamento dinamico aiuta a incrementare l’ossigeno e il flusso sanguigno al corpo per prepararlo per una dura corsa.

Questo riscaldamento permetterà anche ai muscoli di diventare elastici, che aiuteranno a prevenire lesioni e dolori che si possono verificare dopo una dura corsa.

Questo riscaldamento dinamico potrebbe includere lounge, squat, back kick, corsa sul posto.

Queste routine di riscaldamento possono essere fatte a diversi intervalli finché il corridore è pronto. Un riscaldamento di pochi minuti può rivelarsi utilissimo per evitare lesioni e infortuni di varia natura.

prevenire gli infortuni nella corsa


4. Attenzione alle superfici


La superficie che un corridore sceglie di calpestare è fondamentale per prevenire le lesioni. L’ideale sarebbe correre su una superficie morbida, piatta e cedevole.. Tra le migliori superfici da corsa troviamo:

  • Campi di erba: i campi delle erbe sono grandi perché sono morbidi e non stressano le articolazioni, ma è necessario prestare attenzione a buche, radici e superfici irregolari.
  • Strade sterrate: anche le strade sterrate estremamente vantaggiose, purché siano piatte, perché sono morbide e di scarso impatto sulle articolazioni
  • Strade asfaltate: anche se meno vantaggiose dei prati erbosi e delle strade sterrate, le superfici asfaltate sono ottime per i principianti dal momento che non presentano irregolarità poco visibili
  • Superfici artificiali: la tecnologia migliora ogni giorno nel campo delle superfici artificiali, Il lato negativo di una pista artificiale è che tende ad essere noioso quando si corre per lunghe distanze.

Le superfici che dovrebbero essere evitate sono:

    • Superfici irregolari: le superfici irregolari stressano enormemente le articolazioni e il corridore e possono aumentare le lesioni., queste superfici comprendono i boschi e le spiagge.
    • Calcestruzzo e cemento: sono  probabilmente le superfici peggiori che i corridori usano comunemente. la loro scarsa elasticità e le lunghe distanze percorse su di esse possono aumentare di molto il rischio di infiammazioni e lesioni nel corridore.


Myprotein

Myprotein

Scrittore ed esperto


Non Lasciarti Scappare le Offerte di Oggi! Affrettati! Compra ora!