Allenamento

Mantenersi In Forma In Viaggio | Come Si Fa?


Mantenersi In Forma In Viaggio


Quando si viaggia fuori dalle strade normalmente battute, la routine potrebbe venire a mancare e gli obiettivi di forma fisica potrebbero assumere tutta una nuova prospettiva, ma il principio è lo stesso quando si tratta di mantenersi in forma e in salute.

mantenersi in forma in viaggio


1. Attività fisica


Non sono molti i backpacker che viaggiano per trascorrere la loro vacanza in terra straniera solo per arrivare lì e stare con le mani in mano. Il fatto è che quando si viaggia è più probabile essere molto più attivi di quanto non si faccia a casa propria – e questo non include il lavoro che si fa mentre si è via, figurarsi l’attività fisica.

L’attività cardio e l’allenamento di resistenza mantengono in buona salute migliorando forza e durata, oltre ad aiutare nella perdita di peso.

Di queste, il backpacking probabilmente ti farà perdere peso tramite un aumento dell’attività fisica e una diminuzione del consumo calorico. Di conseguenza, sarà meglio fare degli esercizi cardiovascolari con moderazione, quando ne sentirai il bisogno.

Pensaci: se fai escursioni tutto il giorno con uno zaino pesante in spalla, andare a correre o fare stacchi da terra non farà altro che consumare un sacco della limitata energia di cui disponi, e quando si viaggia è meglio evitarne l’esaurimento.

Mettersi in forma significherà concentrarsi sull’allenamento di resistenza. Per poter sollevare lo zaino e portarsi tutto dietro come un paguro per lunghi periodi di tempo, addominali, tronco, gambe e spalle dovranno essere pronti, sebbene un incremento della massa muscolare difficilmente sarà un requisito.

Per costruire una buona base, o per fare qualche modifica lungo il percorso, prova a fare i seguenti esercizi, usando un peso da leggero a moderato e facendo 10-15 ripetizioni:

  1. Squat
  2. Sollevamenti con trap bar
  3. Crunch
  4. Sollevamenti su roman chair
  5. Stacchi da terra

mantenersi in forma in viaggio 1


2. Alimentazione


Da notare che non abbiamo usato la parola con la D. Seguire una dieta, ovvero un’assunzione controllata di specifiche tipologie di cibo come si fa quando ci si allena a casa propria, non è semplice quando si è in viaggio. Tuttavia, si può sostituire la parola “dieta” con la parola “alimentazione” e, attenendosi a questa, ci si manterrà in buona salute.

Quando si fa backpacking, non sempre si sa da dove possa provenire il prossimo pasto. Letteralmente. Si possono anche avere soldi, ma se non si conosce la zona, o non si arriva senza sapere prima a che ora saranno aperti negozi o posti per mangiare, è possibile che si resti senza cibo.

La prima regola, applicabile a molti aspetti della sopravvivenza quando si fa backpacking, è pianificare in anticipo, e quando lo si fa, scoprire dove poter reperire del cibo.

consigli per la tua alimentazione

Per quanto riguarda la tipologia di cibi, diciamo che anche in questo a caval donato non si guarda in bocca, ma almeno si può sapere cosa cercare e quindi per cosa tenere gli occhi aperti. Dato che non sai da dove arriverà il tuo prossimo pasto, carboidrati a lento rilascio e proteine sono la tua ancora di salvezza.

Probabilmente conoscerai già la caseina dagli allenamenti. Questa fonte di proteine ospita un profilo amminoacidico completo e contiene aminoacidi ramificati (BCAA), cioè i mattoni delle nuove proteine. Possono servire fino a sei ore per metabolizzarle, ciò significa che il corpo le digerisce e le utilizza per un periodo di tempo maggiore.

I carboidrati costituiscono le riserve di energia e, quando si è in viaggio, accumulare è essenziale. Senza carboidrati ti esaurirai, non solo fisicamente ma anche mentalmente – e quando si è in viaggio si ha sempre bisogno di stare allerta.

Fagioli, cereali, pasta, riso e verdure sono buone fonti e facilmente trasportabili tra le tue cose. Bassi livelli di zuccheri nel sangue sono ugualmente dannosi, quindi portare con te una scorta di caramelle è una buona idea per quando ti sentirai disperato.

Riguardo a quanto si dovrebbe mangiare, potresti non avere la possibilità di banchettare tre volte al giorno, ma se puoi scegliere, farai bene a tenere a mente quante calorie brucerai trasportando uno zaino pesante e facendo escursioni – senza contare il lavoro o le altre attività che incontrerai sul tuo cammino.

Contare le calorie sarà dura, ma seguendo la regola di base che segui quando ti alleni in palestra a casa, avere un surplus di calorie vorrà dire avere di più da bruciare e più massa muscolare da mettere su. La stessa cosa vale per le proteine.


3. Idratazione


Rimanere idratati è di primaria importanza per una buona salute e per mantenere al massimo la propria forma fisica. Se sei in viaggio in un Paese caldo, dovrai prestare molta più attenzione per essere certo di non disidratarti. Un aiuto lo si può avere evitando il sole quando possibile e assicurandosi di avere sempre un paio di litri d’acqua con sé in ogni momento.

Il miglior consiglio è quello di evitare la disidratazione prima che si manifesti. Gli effetti collaterali includono mal di testa, debolezza, nausea e impossibilità di concentrarsi. Se ti senti affaticato, c’è una buona possibilità che si tratti di disidratazione, specialmente se sei in attività sotto il sole.

outdoor training


4. Riposo


Ultimo ma non meno importante, sebbene ci sia tanto da vedere e tanto da fare, esaurire il tuo corpo potrebbe farti perdere tante occasioni se, come risultato, ti infortuni o ti ammali.

Il corpo ha bisogno di riposare per crescere e recuperare, quindi assicurati che dormire diventi una preoccupazione primaria insieme all’idratazione e all’alimentazione.



Myprotein

Myprotein

Scrittore ed esperto


Dai un’occhiata alle nostre offerte! Acquista ora!