Allenamento

Motivazione Palestra: Metodi scientifici con cui trovare la motivazione per allenarsi

Come si può trovare la giusta motivazione per andare in palestra e svolgere un programma di allenamento che si ripete ogni volta? È quello che ci chiediamo tutti.

Non siete i soli in questa situazione: stando a un sondaggio condotto nello Yorkshire, 1/3 delle persone ha il aumentato il proprio peso in seguito al lockdown per una
media di 2,7 chili. Il sondaggio mostra anche che il 37% ha indicato la mancanza di motivazione come causa per non aver svolto esercizio fisico.

I fatti tornano: la motivazione crolla quando non si riesce a tenere vivo l’allenamento con nuove routine. E in assenza delle opzioni disponibili prima del lockdown, come possiamo trovare la motivazione giusta per allenarci? Esistono metodi comprovati per farlo? In questo caso, dovremo rivolgerci alla scienza.

 

Infilatevi un outfit da veri sportivi

Ora che non c’è bisogno di uscire di casa per allenarsi, lo si può fare in qualsiasi tenuta. Ma solo perché una cosa si può fare, non significa che abbia senso farla.
Allenarsi con indosso l’intimo o il pigiama di certo non ne ha molto. The Journal of Experimental Social Psychology pubblicò nel 2012 uno studio sulla
cognizione incarnata (Enclothed Cognition), un meccanismo secondo il quale l’abbigliamento sarebbe in grado di condizionare la percezione che abbiamo di noi
stessi.

Dopo aver condotto alcuni test basati sull’attenzione, i partecipanti hanno riportato risultati migliori indossando un camice da medico piuttosto che uno da pittore,
suggerendo che l’abbigliamento sia addirittura in grado di influenzare le nostre prestazioni.1

Una scoperta che potrebbe essere di grande rilevanza nel cercare la motivazione per allenarsi. E in effetti ha senso: tutti noi ci sentiamo meno attivi in vestaglia e più
professionali quando indossiamo un completo. Allora perché non dovremmo essere più motivati in tenuta da palestra? Infilarsi dei pantaloni da yoga o una canotta, vi farà sentire maggiormente “pronti”.

Ma attenzione a non usare i vestiti che indossate abitualmente quando siete a casa: deve trattarsi di un abbigliamento sportivo comodo e pratico.

Considerate, poi, se oltre ai vestiti potreste aver bisogno anche di alcuni accessori…

Scopri le nostre ultime collezioni:

A / WEAR | Abbigliamento sostenibile

Abbigliamento

A / WEAR | Abbigliamento sostenibile

2020-07-14 11:12:09Scritto da Lauren Dawes

Abbigliamento sportivo RAW: La nuova collezione MYP

Abbigliamento

Abbigliamento sportivo RAW: La nuova collezione MYP

2020-06-22 14:17:23Scritto da Lauren Dawes

 

Provate le app di fitness

Nel 2018 gli app store contavano 320.000 app di fitness e benessere e più di 75 utenti unici al mese.

C’è un buon motivo se alla gente piace usare queste app: esse rappresentano un’ottima soluzione per monitorare i propri progressi fornendo al contempo un solido
programma di allenamento.

Uno studio ha dimostrato che la forza dei loro utenti è aumentata dello 3,2%, mentre la frequenza degli allenamenti dello 3,8%.2

Tuttavia, usare le app potrebbe non essere la giusta strada da percorrere a lungo termine; queste possono giusto andar bene per tenersi allineati agli obiettivi da
raggiungere, fissare un programma e ricordare a se stessi la necessità di allenarsi.

Quasi il 49% delle persone ha smesso di usarle una volta intrapresi gli studi, dimostrando che alla lunga si lasciano dietro una moltitudine di gente per niente
motivata ad allenarsi a casa. Ciononostante, restano pur sempre una buona soluzione per darsi la spinta iniziale. La cosa migliore delle app di fitness è che trasformano l’allenamento in un gioco: offrono tutta l’anticipazione e la soddisfazione legati al fatto di essere premiati, e ciò è un ottimo stimolo.

Ci sono anche tante app là fuori da cui trarre ispirazione per nuovi programmi di allenamento, nonché una serie di video di fitness che potete seguire su YouTube. Se
siete in cerca d’ispirazione, date un’occhiata all’app di Myprotein o al materiale su YouTube.

 

Concedetevi una ricompensa

Siamo sempre pronti a premiare il nostro cane se si comporta bene, ma quando si tratta di noi stessi raramente ci prendiamo la meritata ricompensa.

Uno studio del The Journal of Personality and Social Psychology mostra che, sul posto di lavoro, i riconoscimenti immediati motivano le persone più di quelli tardivi.3 Se una ricompensa è in grado di spronare le persone a svolgere meglio il loro lavoro, può certamente aiutarle anche a trovare la motivazione per allenarsi.

È stato, inoltre, dimostrato che quando una ricompensa arriva subito dopo un’attività, contribuisce a fare in modo che questa venga ripetuta regolarmente. A tal proposito, associare mentalmente l’attività alla ricompensa aiuta.

Quindi, appena dopo esservi allenati, preparatevi un gustoso frullato o concedetevi un biscotto, o anche solo del tempo libero per rilassarvi. Vi basterà associare
strettamente questo tipo di ricompense al vostro allenamento ed ecco che non vedrete l’ora di darvi di nuovo da fare!

E se concedersi una ricompensa non dovesse funzionare?

Usate la paura come motivatore

Se c’è qualcosa capace di darci la spinta necessaria più dell’aggiudicarsi un cookie, è non aggiudicarselo affatto. Probabilmente il fattore motivazionale maggiore in
assoluto consiste nel mangiare un cookie per poi temere che ci venga negato.

Sfruttare un po’ di paura (in modo sano) può essere un’ottima soluzione per trovare la motivazione che vi serve.

Ciò può migliorare le prestazioni: i ratti, per esempio, eseguono performance migliori quando hanno paura di essere puniti.4 Anche voi siete mossi più dalla paura che dal desiderio?

Usare questa tecnica all’interno del vostro programma di fitness richiede molta disciplina e possibilmente anche qualcuno che sia disposto a darvi una mano, come
un vostro vecchio compagno di allenamento. Potreste dargli € 5 ogni volta che saltate una sessione: l’idea di rimetterci dei soldi vi farà senz’altro alzare dal divano.

 

Allenatevi all’aperto

Si dice che bisogna: “cambiare ciò che potete cambiare, accettare ciò non potete cambiare”, e pare che molti di noi abbiano dovuto fare degli adeguamenti in risposta
alla nuova normalità che stiamo vivendo.

 

Cosa abbiamo cambiato esattamente?

In Germania, tra febbraio e marzo gli allenamenti all’aperto sono aumentati del 29%, mentre quelli al chiuso sono diminuiti del 35%.

La chiusura delle palestre ne è stata la causa principale, ma sono molti gli elementi anche in termini motivazionali a sostegno dell’allenarsi all’aperto. Tra questi il fatto che può aumentare la sensazione di benessere, nonché farci sentire più energici e in sintonia con il mondo reale.5

Essere in armonia con l’ambiente è la chiave per ritrovare l’armonia mentre ci si allena.

Quindi, anche se il vostro programma deve rimanere tale e quale, per recuperare la motivazione perduta potete provate a cambiare la location in cui siete soliti fare
esercizio. Si tratta di un cambiamento minimo che potrebbe avere un grosso impatto.

 

Conclusione

Se vi state chiedendo come trovare la motivazione palestra, per allenarvi (e non potete apportare grandi modifiche al vostro programma di allenamento), ricordate che
potete cambiare tutto il resto. A cominciare dall’abbigliamento e dalle app da scaricare, fino ai video, al vostro sistema di ricompense e all’ambiente che vi
circonda.

Questi non sono semplici motivatori di buona efficacia: sono anche comprovati dalla scienza!

 



Evangeline Howarth

Evangeline Howarth

Scrittore ed esperto

Evangeline ha lavorato come istruttrice di vela nella RYA e fin da giovane ha preso parte in sport competitivi. Grazie alla sua esperienza nella squadra olimpionica inglese ed avendo anche avuto il ruolo di coach e capitano nella sua prima squadra universitaria, Evangeline ha capito l’importanza di una corretta alimentazione per la pratica di sport estremi e di resistenza.

Nel suo tempo libero, Evangeline ama correre – specialmente le maratone.

Nei fine settimana, la troverai impegnata a praticare sport acquatici o a fare un’ escursione. Trascorre le sue serate preferite dedicandosi o ad una sessione HIIT o facendo squats in palestra e dopo, cenando con piatti piccanti e una tonnellata di verdure.

Scopri di più sull’esperienza di Evie qui.


SCONTI IMPEDIBILI Scopri ora