Allenamento

Evoluzione Di Un Giocatore Di Rugby | Forma Fisica E Allenamento


Evoluzione Di Un Giocatore Di Rugby


Per gli amanti del rugby, uno dei tornei  più attesi è sicuramente il “Torneo Sei Nazioni” (Six Nations) che tornerà nei mesi di Febbraio e Marzo e vedrà come primi protagonisti i British & Irish Lions.

Durante il periodo che precede importanti competizioni, i giocatori seguono una routine alimentare e d’allenamento molto dettagliata, per poter dare il meglio di sé in campo.

In modo da avere un quadro completo, vediamo come si è evoluta la figura del giocatore di rugby negli ultimi anni: la Rugby Union è stata dichiarata lega professionistica nel 1995, dopo il successo riportato ai campionati mondiali in Sud Africa, ma ciò ha significato anche un maggiore impegno di tempo e di energie per gli atleti che fino ad allora avevano sempre praticato il rugby come uno sport “part-time”.

Con il passaggio ad un livello superiore la mente e il corpo degli atleti sono stati plasmati e orientati alla completa dedizione per la squadra e per la vittoria.


Come È Nato Il Rugby?


Il Rugby è nato da un atto rivoluzionario compiuto il primo Novembre del  1823 dal giovane William Webb Ellis, che durante una partita di calcio giocata sul prato della Public School di Rugby, cittadina inglese del Warwickshire, prese la palla con le mani (all’epoca  consentito dalle regole) e cominciò a correre (cosa non consentita dal regolamento) fino alla linea di fondo dove depositò la palla.

Questo dice la leggenda, presa come versione ufficiale, perché piace pensare ai rugbisti che il Rugby sia nato con il cuore e con il coraggio di andare contro le regole. La storia dice che, durante gli anni successivi, questo sport si diffuse maggiormente nel Regno Unito. La data ufficiale della nascita del rugby potrebbe essere quella del 1866 quando  venne fondata l’International Rugby Board.

cosa-regalare-a-un-rugbista

La mancanza di uniformità di regole fra i vari modi di giocare a football causò una prima, grande, scissione: nel 1863 i rappresentanti di un gruppo di club inglesi decisero di adottare le Regole di Cambridge, in parte modificate, e fondarono la Football Association, dando così vita a quello che sarà conosciuto come Association Football o soccer.

I club che mantennero le Regole di Rugby fondarono, a loro volta, nel 1871, il proprio organismo ufficiale, la Rugby Football Union (RFU).

La seconda separazione avvenne all’interno della Rugby Football Union nel 1892 quando, alcuni club del nord dell’Inghilterra formarono la Northern Rugby Football Union, divenuta in seguito la Rugby Football League, la quale ben presto iniziò ad apportare profondi cambiamenti alle regole, fino ad arrivare ad una versione del rugby football decisamente diversa da quella gestita dalla RFU.

Dal momento che le versioni ufficiali del rugby erano a quel punto due, si rese necessario distinguerli anche nel nome: il rugby union era quello gestito dalla RFU e il rugby league quello disciplinato dalla RFL.


Cambiamenti fisici e tattici


rugby

Dalle foto sopra riportate, possiamo cogliere i punti di differenza e congiunzione che hanno caratterizzato i cambiamenti registrati dai giocatori di rugby in questi ultimi anni.

I cambiamenti fisici sono davvero notevoli ma lo sono ancor più quelli relativi alla tattica di gioco, infatti nei precedenti anni ’80 la partita era molto più improntata sulla continuità del gioco, i giocatori puntavano a tenere la palla il più lontano possibile dal suolo e ad essere agili e scattanti per riuscire a saltare tra i difensori.

Oggi invece i giocatori sono molto più improntati al contatto e allo scontro, facendo opposizione e resistenza con gli avversari. La domanda che a questo punto ci poniamo è:  negli ultimi tempi è aumentata l’importanza della formazione dei giocatori o è la domanda di giocatori più grossi e massicci ad essere aumentata?

Negli anni ’80 si sapeva o si pensava di sapere poco in termini di scienza dello sport, di conseguenza non abbiamo molti dati a cui fare riferimento o comunque da poter confrontare con quelli di oggi.

Gli allenatori preparavano i giocatori facendo emergere le loro naturali  abilità e capacità, fino a quando nella prima Coppa del Mondo i giochi cominciarono ad essere più competitivi e di tutta risposta i giocatori cominciarono ad accrescere le proprie dimensioni fisiche  in modo da riuscire a prevalere nello scontro corpo a corpo con i giocatori delle squadre avversarie.

Il rugby è così diventato non solo uno sport di abilità ma anche di forza fisica.

Da questo momento in poi, i giocatori cominciarono ad integrare alla propria formazione anche allenamenti in palestra, acquisendo molto da discipline di forza come il powerlifting e il bodybuilding.

Gli allenatori hanno cominciato a preferire che i giocatori fossero sempre più grandi e sempre più forti: ciò voleva dire sollevare pesi maggiori  allenamento dopo allenamento, il che li ha portati da un lato ad incrementare la massa muscolare, e dall’altro ad una significativa diminuzione della loro resistenza in campo, puntando nel contempo al rafforzamento dello spirito di squadra.

Fino al 1995 quella del giocatore di rugby non è vista come una vera e propria professione, infatti la maggior parte dei giocatori sottovalutava l’importanza di una buona preparazione fisica e concepiva il rugby come un hobby a cui dedicare del tempo dopo le ore lavorative.

A partire dal 1995, allenatori e soprattutto gli stessi giocatori, cominciarono a comprendere l’importanza di una buona formazione, in modo da far funzionare al meglio la squadra e lo staff.

Grazie agli ultimi cambiamenti delle regole, il gioco è diventato più continuo ed impegnativo, con l’inserimento di nuovi accorgimenti come la sanzione del “tocco”, cioè il non poter calciare direttamente la palla al primo contatto; ciò ha significato per i giocatori lo sviluppo di maggiore resistenza in campo.

Un importante contributo proviene, inoltre dall’ambito della tecnologia (l’invenzione del GPS ha permesso miglioramenti in campo in modo da fornire una panoramica generale dello spazio disponibile per la corretta formazione e disposizione della squadra), della scienza, della ricerca in ambito della formazione e della nutrizione, hanno contribuito a migliorare molteplici fattori che fino a quel momento erano stati del tutto ignorati, aiutando e supportando i giocatori nella loro formazione professionale.

Oggi un giocatore di rugby pesa in media 105,33kg a differenza di un giocatore del 1994 il cui peso medio era di 92,3kg.

Questo significativo cambiamento è dovuto ai progressi delle moderne scienze alimentari che hanno profondamente cambiato i fondamenti della dieta, dando importanza primaria alle proteine (consigliando un’assunzione di 3g di proteine per kg di peso corporeo, arrivando anche ad assumere una media di 300g di proteine al giorno).

Tutti questi cambiamenti hanno contribuito a rendere il gioco nel complesso molto più emozionante ed avvincente, anche se per i giocatori tutto ciò può alimentare un numero crescente di rischi a causa del maggior numero di collisioni tra corpi di massa superiore durante il gioco, spesso uno scontro può equivalere a quello con un’automobile che va ad una velocità di 30 miglia all’orarie o scientificamente con una forza di oltre 10,000 N.

A causa di ciò ci si aspetta un’ulteriore modifica delle regole di gioco, in modo da salvaguardare la sicurezza e l’integrità dei giocatori durante la partita.

Alcune curiosità sul rugby:

  • Nel 1974 Michael O’Brien è stato il primo sportivo ad uscire in campo nudo durante una partita di rugby
  • La RFU al Femminile è stata fondata nel 1983 ed è diventata professionistica solo recentemente nel 2014.

rugby


Proporzioni di un giocatore di rugby


Le dimensioni fisiche e la forza dei giocatori di rugby, sono aumentate considerevolmente.

Nel 1994 i giocatori di rugby della squadra Inglese, pesavano in media 92.3kg mentre nel 2014 circa 105.1kg.

rugby

NUOVA ZELANDA

Durante gli anni

Gli All Blacks, squadra che rappresenta la Nuova Zelanda, è considerata una delle più forti al mondo.

Come sono cambiati i suoi giocatori nel tempo?

Diamo un’occhiata all’altezza media dei suoi giocatori durante gli anni:

  • Giugno 1947 vs Australia
  • Gennaio 1963 vs Australia
  • Giugno 1985 vs Inghilterra
  • Giugno 2000 vs Scozia
  • Luglio 2015 vs Sud Africa

rugby

Nessun tag



Myprotein

Myprotein

Scrittore ed esperto


Dai un’occhiata alle nostre offerte! Acquista ora!