0
Carrello

Al momento non ci sono articoli nel tuo carrello

Integratori

I 3 Migliori Integratori di Proteine (Whey e Non) | Quali Sono?

Dallo scrittore Myprotein Sergio Chisari, personal trainer certificato e atleta (sergiochisarifitness.com)


I 3 Migliori Integratori di Proteine (Whey e Non)


Gli integratori proteici sono i primi al mondo nella costruzione dei muscoli, fondamentali quindi sia per ricaricare la massa muscolare, sia per rafforzare i risultati conseguiti nella sua costruzione, sia per reintegrare gli sforzi fatti per la perdita di massa grassa, quindi utili anche nel processo di perdita del grasso superfluo e di conseguenza per dimagrire.

Quali sono i migliori? Per me sono 3 quelli fondamentali per costruire, riparare e recuperare i tessuti muscolari dopo l’allenamento, e tra un attimo andrò a parlarne.

Naturalmente, se si parla di fonti proteiche, bere uno shake proteico o assumere proteine in polvere non sarà mai equivalente, anche nel gusto, ad assumerne attraverso gli alimenti, come pollo, carni rosse, uova, pesce, legumi ecc; gli alimenti contengono in genere non soltanto proteine ma anche vitamine, minerali ed altri micronutrienti che naturalmente non compaiono negli integratori proteici che, come dice la parola, vanno infatti ad integrare e non a sostituire gli alimenti che ne contengono; tuttavia risultano ideali quando non si ha tempo di reintegrare con il cibo, in specie dopo un allenamento fuori casa.

Un altro punto di forza degli integratori proteici sta anche nella loro assoluta e alta biodisponibilità.


1. La Biodisponibilità dei Nutrienti


Cosa è la biodisponibilità dei nutrienti?

Il tema della biodisponibilità è molto complesso ed articolato, ritengo però importante accennarne, anche se brevemente, in questa sede, essendo questo un elemento di importanza fondamentale quando si parla di alimentazione e/o di integrazione del proprio regime dietetico.

Dal blog della dott.ssa Raffaella Spada “ogni alimento è un mosaico di nutrienti, l’utilizzo degli stessi è condizionato non solo dal contenuto, ma dalle interazioni tra loro e con gli alimenti consumati nello stesso pasto, dai processi di trasformazione, manipolazione, cottura e dalle interazioni con il nostro organismo”.

Quindi per biodisponibilità si intende la proporzione di un nutriente che viene assorbito ed utilizzato nell’organismo e la facilità con cui esso, di conseguenza, riesce ad assorbirli.

Integratori  I 3 Migliori Integratori di Proteine (Whey e Non) | Quali Sono?

Questo processo dipende essenzialmente da innumerevoli fattori intrinseci ed estrinseci: vale a dire da fattori che possono dipendere da elementi fisiologici legati all’ età, al sesso, a processi metabolici individuali e a fattori ereditari, ed esterni a noi, che riguardano perciò proprio la “matrice” dell’alimento, vale a dire la sua struttura chimica e come esso viene assunto, dalla cottura, dalla combinazione con altri nutrienti e così via.

I macronutrienti, carboidrati, proteine e grassi hanno una biodisponibilità molto alta, intorno al 90%; il discorso varia molto quando si parla di minerali, vitamine, molto spesso difficili da assorbire in quanto tali o per l’azione di fattori che ne inibiscono l’assorbimento contenuti in altri nutrienti che, senza sapere, vengono assunti in combinazione.

Ebbene, nel caso dei 3 integratori proteici che sto per indicarti, questa biodisponibilità è elevatissima.


2. I 3 Migliori Integratori di Proteine


Proteine isolate del piselloEssi sono:

1. Proteine Whey Isolate, vale a dire le proteine del siero del latte, che sono le più pure esistenti perché isolate, appunto, da grassi e lattosio (con una biodisponibilità che può oltrepassare il valore biologico 100, arrivando anche a 170 ).
2. Proteine Whey Concentrate che sono lievemente meno pure delle precedenti ma pur sempre con limitate quantità di grassi e lattosio.
3. Proteine dell’ uovo, con una fonte di biodisponibilità pari a 100, praticamente perfette per la costruzione muscolare ( anche nella formula solo albume, contenente meno grassi e colesterolo dell’uovo intero).

Per tutti coloro che invece seguono un regime alimentare vegetariano e vegano, o che sono intolleranti alle proteine del latte, l’ideale sono:

1. Proteine del riso;
2. Proteine isolate del pisello.

Va però doverosamente ricordato che la loro biodisponibilità è inferiore alle whey e all’uovo, per cui, come nell’assunzione di questi come alimenti puri, anche nel caso degli integratori sarà necessario assumerne in quantità proporzionalmente maggiori.


3. Quando Assumerli?


Quando vanno assunti gli shake proteici nell’arco della giornata?

Sono 3 i momenti in cui assumerne può apportare un beneficio maggiore di assorbimento da parte dell’organismo rispetto ad un pasto vero e proprio:

• Al mattino appena svegli.
• Come pre o post workout, per la loro capacità di assorbimento pressoché immediata.
• Quando non si ha assolutamente tempo per pranzare (i pasti non vanno mai saltati).

In questo modo, come detto sopra, risolveremo due problemi in un colpo solo, la perdita di grasso superfluo e la costruzione di massa muscolare.

 

 


Dott.ssa Raffaella Spada, idoctors.it
Expert Guide, Whey Protein



Myprotein

Myprotein

Scrittore ed esperto


40% Di Sconto su Tutto CODICE: BF40 Compra ora!