Articoli

L’ingrediente tossico più comune – lo zucchero

Lo zucchero è presente in molte forme e si nasconde nella lista degli ingredienti sotto vari nomi e non c’è più da sorprendersi quando lo si trova nei cibi in cui non avremmo mai pensato di trovarlo. Il consumo medio pro capite di zucchero è di 70 grammi al giorno, il 46% in più rispetto a 30 anni fa quando si attestava a 48 grammi. Una quantità che equivale a 280 calorie al giorno (4 calorie per ogni grammo di zucchero). Non c’è quindi da meravigliarsi che i tassi di obesità e diabete sono più alti di quanto non lo siano mai stati. La maggior parte dello zucchero viene consumato in forma di sciroppo di glucosio fruttosio. La cosa più allarmante però è che il mais che viene usato per produrre questo tipo di zucchero, è tutto geneticamente modificato. Lo sciroppo di fruttosio glucosio si trova in alimenti più comuni come i cereali, le salse, i succhi di frutta, le bibite gasate, il cioccolato al latte, il pane, il ketchup, le caramelle, le barrette energetiche, le barrette ai cereali, nello sciroppo per la tosse, nei crackers, nel formaggio, yogurt, verdure sott’aceto, gelato, sciroppi, marmellate, zuppe ecc. Evitarlo è quasi impossibile ma seguendo i consigli riportati qui sotto, eliminare gli zuccheri processati dalla vostra dieta sarà una passeggiata.
#1 Leggete la lista degli ingredienti sulla confezione dei cibi
Fate attenzione a quello che comprate. Solo perché una cosa non è dolce, non vuol dire che sia priva di zuccheri processati. Se possibile, evitate i cibi troppo processati e preconfezionati. Anche i succhi di frutta che si vendono come 100% succo, sono solitamente fatti da un concentrato pieno di zuccheri.
#2 Mangiate cibi integrali e freschi
Il modo più semplice per evitare gli zuccheri processati è consumare prevalentemente cibi integrali e freschi. Un alimento integrale è stato processato minimamente, non contiene additivi e sostanze artificiali come per esempio la frutta e la verdura fresca, i cereali integrali, la frutta a guscio intera, i legumi, le erbe e le spezie fresche, le carni, le uova e i latticini. Anche in questi casi però bisogna sempre leggere la lista degli ingredienti e vedere se i cibi sono stati trattati con sostanze particolari per mantenerne la freschezza.
#3 Prediligete il biologico per quanto possibile
Acquistando cibi biologici si può essere sicuri (o quasi) che questi non contengano ingredienti geneticamente modificati come lo sciroppo di glucosio fruttosio (HFCS – High Fructose Corn Syrup). Nonostante ciò, biologico non vuol dire sempre sano. Ci sono molti cibi biologici che contengono molti grassi e zuccheri. Anche in questo caso, quindi, leggere l’etichetta è d’obbligo.
#4 Evitate le bevande isotoniche, le bibite gasate e i succhi di frutta
Molte persone sono dipendenti dalle bevande zuccherate, specialmente quelle gasate. Ma la dipendenza non si limita allo zucchero, ma anche alla caffeina che viene aggiunta. Una sola lattina di coca contiene 45 grammi di zuccheri, 30 dei quali provengono dal fruttosio – più di una mela grande che contiene 23 grammi di zuccheri dei quali solo 13 sono fruttosio. La differenza sostanziale però è che la mela apportando nutrienti importanti al corpo vi lascerà soddisfatti, mentre una bibita gasata non ha alcun valore nutritivo ma solo calorie vuote. Non pensate però che i succhi di frutta siano un’alternativa più sana! Solitamente vengono preparati da concentrati di frutta bollita ad alte temperature e quindi priva di nutrienti. Le vitamine e i minerali vengono aggiunti al succo successivamente, ma siccome sono di composizione chimica e artificiale, il nostro corpo le tratta più come tossine che come nutrienti essenziali per la sopravvivenza.
#5 Evitate i dolcificanti artificiali
Quando possibile, sostituite lo zucchero con i dolcificanti naturali come il miele biologico, i datteri, la stevia e lo zucchero di cocco. Evitate i dolcificanti artificiali come l’aspartame, il sucralosio, la saccarina ecc. che possono essere ancora più nocivi di uno zucchero processato.
Seguendo queste 5 semplici regole potete eliminare gli zuccheri artificiali dalla vostra dieta in men che non si dica. I primi giorni saranno sicuramente i più difficili e la voglia di dolce e l’emicrania saranno sicuramente all’ordine del giorno. Ma niente paura – questi sono tutti sintomi positivi che il vostro corpo si sta disintossicando. Dopo 3 giorni solitamente tutto torna alla normalità e vi sentirete meglio che mai e molto probabilmente anche con qualche chiletto in meno.
Autore: Anja Paskulin Personal Coach, Istruttore di Bodybuilding e Fitness, Educatore Alimentare, Atleta.
www.feedtheiron.blogspot.com
www.facebook.com/anjapaskulinpt

Nessun tag



admin

admin

Scrittore ed esperto


Saldi fino al 60%! Più 15% extra con il codice: SALDI+15! Acquista ora!