0
Carrello

Al momento non ci sono articoli nel tuo carrello

Alimentazione

Come tenersi in salute con un budget da studenti

Cosa vi occorre?

Pur non interessandovi allo sport e all’attività fisica, ci sono alcune semplici regole da applicare alla vostra dieta che vi aiuteranno a tenervi in buona salute. Questo non significa che dovrete mettervi a dieta, ma semplicemente abituarvi a consumare pasti regolari, assicurandovi di ottenere la dose giornaliera raccomandata di proteine, carboidrati, grassi, vitamine e acqua.

A coloro che vogliono dimagrire ricordiamo che digiunare non è la soluzione. Non mangiare vi lascerà senza energie, rischierete la disidratazione e accuserete sintomi come emicranie, nausea e debolezza. Se pensate di essere sulla buona strada o di voler dimostrare in qualche modo la vostra forza di volontà, pensateci due volte: un simile approccio non solo vi renderà più irascibili quando in classe vi viene rivolta una domanda a cui non sapete rispondere, o quando siete troppo stanchi per replicare alle battute inopportune del vostro coinquilino; ma rallenterà inoltre il vostro metabolismo, così da farvi ingrassare più rapidamente una volta finito il digiuno. Se cercate di tenere basso l’apporto calorico durante la settimana per poi trattarvi bene nel weekend, ad esempio, ne consegue che il cibo verrà digerito più lentamente di come eravate soliti, e sarete più inclini a gonfiarvi.

Tra i cibi peggiori ci sono i carboidrati raffinati. Anche noti come carboidrati vuoti, dato il loro scarso valore nutrizionale, questi non vi sazieranno. Così avrete di nuovo fame dopo poco, e finirete per mangiare più di quanto non fareste scegliendo un’opzione più salutare.
Uno dei benefici del mangiare sano, anche se non siete interessati alla palestra o a diventare degli atleti, è la protezione offerta contro gli altri problemi tipici della vita da studente. Al primo posto ci sono le serate studentesche. Il bere e le infezioni virali, in aggiunta ad abitare in quei quartieri non del tutto igienici, vi rendono maggiormente esposti all’influenza da matricole. Il vostro sistema immunitario risulterà rafforzato dal mangiare sano, mettendovi nelle giuste condizioni per affrontare le lezioni, le uscite con gli amici, e anche i risvegli la mattina dopo.

Pasti da preparare in grandi quantità

Oltre ad avere un budget ridotto, gli studenti hanno anche meno tempo da dedicare alla preparazione dei cibi. Tra lezioni, seminari, associazioni extra curriculari, ore di studio, saggi, e la propria vita sociale, rimane poco tempo per cucinare. Il primo consiglio è quindi quello di imparare alcuni trucchi che vi permetteranno di preparare del buon cibo in grandi quantità, da cucinare senza dedicargli troppo tempo o attenzione. Fate cose semplici, con la certezza di ottenere quello che vi occorre nella proporzione 2:1 proteine/carboidrati. Procuratevi dunque una quantità di carne e prodotti a base di proteine che potete surgelare, in modo da non dover spendere altri soldi ogni volta che fate la spesa.

Se dedicate del tempo alla preparazione dei pasti una o due volte alla settimana, cuocendone in grandi quantità, e investite in dei contenitori di plastica per conservarli, i vostri piatti non saranno forse molto più vari di quelli che mangiano le persone intorno a voi, che si abbuffano di panini al formaggio, ma vi faranno risparmiare sia tempo che soldi (con la consapevolezza di mangiare sano).

Spuntini di mezzanotte

Come tenersi in salute con un budget da studenti

Succede a tutti: soprattutto se non avete mangiato bene o in modo regolare, sentirete il bisogno di fare uno spuntino notturno. Fortunatamente per voi e per il vostro budget limitato, gli spuntini migliori e più salutari sono anche quelli più convenienti. E la bellezza dei prodotti integrali e dei carboidrati buoni è che saziano così tanto, che non occorrerà fare subito un salto al supermercato per comprarne altri.

Fate dei cibi facilmente digeribili la vostra prima scelta, in modo da non rimanere svegli fino a tardi. Evitate i grassi trans e i carboidrati raffinati. In poche parole: optate per piccole quantità di cibo naturale, non trattato, e possibilmente integrale. Essendo scomposto più lentamente dall’organismo, terrà a freno la fame più a lungo. Ovviamente vi conviene mangiarli un po’ prima la sera per godere di un sonno ininterrotto. Ecco qualche idea:

  • Latte e cereali
  • Avocado
  • Carciofi
  • Banana
  • Burro d’arachidi
  • Frutta e frutta secca
  • Cracker integrali
  • Frullato di proteine caseine o del siero di latte (whey)

 

Come tenersi in salute con un budget da studenti

Cercate un’alternativa al cibo da asporto

L’astinenza non è propria della vita da studente, e si rischia di rimanere esclusi da tutto il divertimento se ci si preoccupa sempre di cosa si dovrebbe o non si dovrebbe mangiare. Quando si parla di cibo, i takeaway sono davvero comodi, occupano sempre una posizione strategica, a pochi passi dai locali più frequentati dagli studenti. Dopo una serata trascorsa con gli amici, magari neanche penserete agli effetti a lungo termine del mangiare nei takeaway, ma se questo pensiero vi sfiora, considerate un’opzione più salutare.
Quando si rimane svegli fino a tardi, con scarse fonti di energia e probabilmente un basso livello di zuccheri nel sangue a causa dell’alcol, l’organismo necessita di un rapido rifornimento di zuccheri e carboidrati, e l’odore di kebab sembrerà la soluzione adatta. I cibi da asporto e il “cibo spazzatura” sono normalmente trattati, costituiti da carboidrati raffinati con uno scarso valore nutrizionale, e costano sostanzialmente quanto le alternative più salutari.
É giunto il momento di prendere in considerazione le idee per gli spuntini notturni e i pasti da preparare accennati in precedenza, così da buttarvi su quelli al vostro rientro, anziché spendere soldi sui carboidrati sbagliati.

 

Nessun tag



Chiara Strano

Chiara Strano

Scrittore ed esperto


Non Lasciarti Scappare le Offerte di Oggi! Affrettati! Compra ora!