Alimentazione

Diete Ad Alto Contenuto Proteico | Sono Sicure?

Dalla scrittrice Myprotein Le Fitchef, food blogger ed esperta di alimentazione.


Diete Ad Alto Contenuto Proteico


Per mantenere o ridurre il peso corporeo, si deve controllare l’assunzione di energia (e il dispendio energetico). le linee guida attuali per l’assunzione di macronutrienti suggeriscono che il 45-65% delle calorie totali debba provenire dai carboidrati, 20-35% da grassi e il 10-30% dalle proteine.

Negli ultimi anni, le diete ricche di proteine ​​sono diventati popolari nei media grazie ai promettenti risultati di perdita di peso e una diminuzione quasi sempre rapida della massa grassa.

diete ad alto contenuto proteico

Alcune di queste diete includono la dieta Atkins (ricca di proteine ​​/ alto contenuto di grassi), la dieta South Beach e la dieta Paleo (bassi carboidrati  / alto contenuto di proteine ​​), la dieta di zona (bassi carboidrati / alto contenuto di proteine ), e  le diete che sono solo ad alto contenuto di proteine , ma non  alterano  l’assunzione degli altri macronutrienti.


Non Tutte Le Proteine Sono Uguali


Diversi tipi di proteine ​​inducono sazietà in modo diverso a seconda del tempo di assorbimento e dalla secrezione di ormoni nutriente-specifici.

Ad esempio, le proteine del pisello si sono dimostrate più efficaci nel la fame rispetto alle proteine ​​del siero e  alle caseina. Al momento dell’ingestione di un pasto ricco di proteine, neuropeptidi intestinali sono secreti inducendo sazietà e riducendo lo svuotamento gastrico (passaggio di nutrienti lungo il tratto gastrointestinale).

Clifton et al (Clifton, 2009) hanno analizzato i dati provenienti da 215 individui obesi sottoposti ad una dieta ricca di proteine per 12 settimane. I risultati mostrano una diminuzione dei livelli di colesterolo, trigliceridi totali e  grasso addominale.

Nello studio “Comparison of high protein and high fiber weight-loss diets in women with risk factors for the metabolic syndrome: a randomized trial” (Morenga, 2011)  donne dell’età compresa tra i 18 e i 65 anni sono stati assegnate in modo casuale a gruppi di controllo, uno sottoposto ad una dieta ad alto contenuto di proteine ​, l’altro sottoposto a una dieta ricca di fibra, per un periodo di 8 settimane.

I risultati hanno mostrato che le donne in entrambi i gruppi avevano ridotto la massa grassa, indice di massa corporea, il grasso del tronco, i livelli di colesterolo e trigliceridi totali, con una diminuzione del peso complessiva modesta nel gruppo dalla dieta ricca di proteine.

diete ad alto contenuto proteico

I partecipanti al gruppo dieta ricca di fibre, invece, hanno riportato meno fame e più sazietà rispetto a quelli del gruppo ad alto contenuto proteico. E’ stato ben documentato che gli alimenti ricchi di fibre favoriscono anche la sazietà e si muovono più lentamente nel tratto gastrointestinale.

Nonostante il fatto che una dieta ricca di proteine ​​può essere necessaria nel trattamento di certe condizioni come la malnutrizione proteica, vi è evidenza che troppa proteina potrebbe essere inutile o addirittura dannoso per gli individui. (Delimaris, 2013).

più precisamente, la sovralimentazione in generale promuove l’aumento di peso e l’aumento del grasso corporeo  soprattutto se il dispendio energetico è inferiore all’ apporto calorico complessivo.

Questo è vero anche per le proteine. In uno studio studio randomizzato di controllo eseguito dal Dr Bray et al, è stato dimostrato che il consumo di una maggiore quantità di calorie derivanti da proteine risultata in un aumento di peso maggiore, pur mantenendo il dispendio energetico.


Dieta Proteica e Sport


Ci sono evidenze che il fabbisogno proteico aumenti quando gli atleti sono sottoposti a restrizione calorica (durante l’allenamento con i pesi per ridurre il grasso corporeo o per gli adeguamenti di peso nella boxe per esempio) o che hanno una bassa massa grassa.

Quando questi atleti sono in bilancio energetico negativo le loro esigenze (a seconda della composizione corporea) può aumentare fino a 3,1 grammi / proteine ​​per chilogrammo di peso corporeo. (Helms, 2013).

alimentazione per addominali

Un altro è il caso di atleti di forza e culturisti che sono interessati a stimolare l’ipertrofia muscolare oltre i livelli necessari per il mantenimento di base.

Gli studi suggeriscono che i requisiti di proteine ​​per mantenere l’equilibrio azotato in questi atleti va da 1.2-2.2 grammi per kg di  peso corporeo, necessari per mantenere la sintesi proteica elevata,  per una maggiore quantità di massa magra e per riparare il tessuto muscolare così. (Wilson, 2006).


Conclusioni


Per la popolazione in generale, le diete indiscriminatamente ricche di proteine ​​(in particolare da carni rosse lavorate) possono contribuire ad un aumento del rischio di cancro, malattie cardiovascolari e malattie della funzionalità epatica.

Inoltre, è stato indicato che le diete ricche di proteine ​​possono contribuire alla formazione di calcoli renali, aumento dell’escrezione urinaria di calcio, e possono influenzare la filtrazione glomerulare in soggetti con insufficienza renale. (Delimaris, 2013).

Anche se ci sono alcuni vantaggi riportati derivanti dal  consumo di una dieta ricca di proteine, gli effetti a lungo termine devono ancora essere determinati.



Myprotein

Myprotein

Scrittore ed esperto


Dai un’occhiata alle nostre offerte! Acquista ora!