0
Carrello

Al momento non ci sono articoli nel tuo carrello

Alimentazione

Dieta Colesterolo E Trigliceridi | Ecco Cosa Mangiare!

Dallo scrittore Myprotein Lorenzo Candela, studente in Biologia – Nutrizione.


Colesterolo E Trigliceridi


Colesterolo e trigliceridi sono due molecole organiche, le quali spaventano la maggior parte delle persone, perché attribuiscono loro solo un significato negativo. Ma non è così.

Il colesterolo è un composto organico di natura steroidea, che svolge funzioni molto importanti nel nostro organismo.

  1. Regola fluidità e permeabilità delle membrane cellulari.
  2. E’ precursore della vitamina D, dei sali biliari (importantissimi per una corretta digestione) e degli ormoni steroidei sia negli uomini che nelle donne.

uova_2

Tutte le cellule dell’organismo umano sono capaci di sintetizzare colesterolo a partire dall’acetil-CoA, ma la maggior parte viene sintetizzato dagli epatociti, che lo trasferiscono a tutte le cellule dell’organismo tramite il sangue.

La biosintesi del colesterolo è regolata dalla concentrazione intracellulare di colesterolo e poi dagli ormoni glucagone e insulina.

Lo sterolo viene sintetizzato in casi di necessità, dal momento che la sua biosintesi è dispendiosa. Per questo la quantità di colesterolo sintetizzato è inversamente proporzionale a quanto ne ingeriamo, a differenza di come si crede.

I trigliceridi, invece sono molecole lipidiche formate per esterificazione di tre acidi grassi con una singola molecola di glicerolo.

Gli acidi grassi della dieta e gli eccessi alimentari vengono accumulati sotto forma di trigliceridi e, l’organismo utilizza questi come fonte energetica durante i periodi di digiuno o attività molto blande.

I trigliceridi sono sintetizzati nel fegato e nelle cellule adipose, successivamente rilasciati nel sangue sotto forma di VLDL (lipoproteine a bassissima densità). Infine arrivano agli adipociti per essere stoccati.

Anche in questo caso, insulina e glucagone regolano il meccanismo.


Dieta Colesterolo E Trigliceridi 


Come espresso precedentemente, non ha senso essere spaventati da alimenti che contengono molto colesterolo e acidi grassi.

Le molecole presentate precedentemente sono essenziali per il corretto funzionamento dell’organismo, ma un loro eccesso (come un eccesso di ogni cosa) potrebbe compromettere la salute.

Con uno stile di vita attivo, un’alimentazione ben bilanciata, varia e lontana dai prodotti eccessivamente lavorati, non dovrebbero incorrere situazioni patologiche.

Per capire se stiamo applicando uno stile di vita corretto e se stiamo mangiando bene, possiamo dare un occhio alle analisi ematiche:

  1. Puntate a un valore dei trigliceridi inferiore a 130 mg/dl.
  2. Per il colesterolo, il discorso è diverso. Piuttosto che andare a guardare il colesterolo totale, bisognerebbe focalizzarci sui valori di HDL e LDL.
  3. Un buon parametro di salute è avere il colesterolo HDL al di sopra di 40mg /dl.

1. Cosa fare per mantenersi bene in salute?


Come espresso precedentemente, mantenersi attivi e un’alimentazione ben bilanciata sono l’arma vincente per mantenersi ben in salute.

Non esistono alimenti magici, o da evitare. Esistono dei giusti compromessi, che permettono al soggetto di poter inserire anche qualche alimento “proibito’’ senza avere ripercussioni sulla salute. L’importante è che la nostra alimentazione non sia basata su questi alimenti.

In generale, a generare disordini metabolici è sempre l’eccesso di kcal e la sedentarietà a esserne la causa.

Ecco, comunque alcuni consigli e alimenti che possono aiutare a mantenere una buona salute, oppure migliorarla nel caso abbiate qualche valore sballato.

uova-by-sea-wave-fotolia-750x500

  • Attività fisica: almeno 6 ore settimanali. Il tempo si trova e non cercate scuse.
  • Evitate grassi idrogenati, preferendo un giusto mix tra saturi, monoinsaturi e polinsaturi;
  • Omega 3: 2-4 grammi di EPA+DHA sembrano avere ottimi riscontri in persone con assetti lipidici alterati. In alternativa, del buon pesce pescato e grasso, come salmone, tonno, potrebbe fare al caso vostro.
  • Fibre: aumentare il consumo di fibre, attraverso l’utilizzo di legumi, cereali integrali, frutta e verdure. Fatelo gradualmente per non incorrere in disturbi gastrointestinali.
  • Sonno: anche un buon riposo e recupero giocano un ruolo fondamentale nei processi metabolici del nostro organismo.

2. Come abbassare colesterolo e trigliceridi?


Nessuna.

Sorpresi e delusi della risposta?

Bene in realtà ho già risposto prima a questa domanda, quando ho affermato che sono gli eccessi a far male.

Infatti tutte le diete ipocaloriche portano ad abbassare il colesterolo e i trigliceridi, semplicemente perché quando mangiamo meno produciamo meno acidi grassi e, grazie all’attivazione dell’AMPK le reazioni del ciclo di krebs non porteranno a una grossa produzione di Acetil-CoA, il precursore degli acidi grassi.


Le Uova


Avete paura di mangiare le uova perché dicono che sono piene di colesterolo. Quindi in questi casi è un alimento consigliato o no?

Assolutamente sì. L’uovo è uno dei migliori alimenti che madre natura ha donato. Un consiglio è quello di mangiare l’albume ben cotto e il tuorlo crudo.

Questo perché il calore inattiva l’avidina contenuta nell’albume, che potrebbe compromettere l’assimilazione della biotina. Il tuorlo va mangiato crudo (o quasi) perché la lecitina al suo interno limita la biodisponibilità del colesterolo.



Myprotein

Myprotein

Scrittore ed esperto


COMPLEANNO MYPROTEIN 40% SU TUTTO Scopri ora