Allenamento

Gli errori più comuni che prevengono la perdita di peso

Stai seguendo una dieta ed i risultati tardano ad arrivare? Hai deciso di affidarti all’ultimo rimedio scovato su internet per perdere i chili di troppo, ma senza alcun risultato?

Quando inizi a chiederti perché nonostante agli sforzi, l’ago della bilancia non accenna a muoversi, prima di gettare la spugna ed arrenderti, è forse meglio esaminare le tua alimentazione e valutare attentamente certe abitudini che potrebbero rallentare, se non compromettere, la perdita di peso.

Ecco i 10 errori comunemente commessi nella speranza di ottenere risultati sperati, ma che invece risultano controproducenti:

1. Fare esercizio fisico a stomaco vuoto.

Allenarsi a stomaco vuoto obbliga il tuo corpo a convertire il tessuto muscolare in glucosio tramite la gluconeogenesi. In questo modo il corpo è in grado di produrre energia che verrà utilizzata per l’allenamento. Solo in alcuni specifici casi allenarsi a stomaco vuoto può portare risultati migliori. Per questo è sempre consigliato discutere dei tuoi obbiettivi con un personal trainer qualificato, che ti potrà consigliare al meglio.

2. Saltare il pasto post-allenamento (post-workout meal).

La maggior parte delle persone pensa di bruciare i grassi durante l’allenamento e che non mangiando continuerà a farlo. Niente di più sbagliato! Il pasto post-allenamento è il pasto più importante della giornata dopo la colazione. È assolutamente necessario ripristinare i livelli di glicogeno nei muscoli, consumando un pasto liquido, ricco di zuccheri semplici e proteine a veloce assimilazione. Un’ottima combinazione sono le proteine del siero di latte con glucosio/ destrosio o amido di mais in proporzione 1:2.

3. Consumare barrette proteiche/ energetiche e shake più volte al giorno.

Le barrette proteiche e shake sono un ottimo pasto sostitutivo quando si è di fretta o ci si trova in situazioni in cui consumare un pasto completo è impossibile. E siccome questi integratori occupano poco volume nello stomaco, sono consigliati specialmente per persone ed atleti che devono ingerire un elevato  numero di calorie giornaliere. Quando invece il tuo obbiettivo è la perdita di grasso corporeo, è consigliato consumare cibi voluminosi e ricchi di fibra in quanto più termogenici. In parole povere, il tuo corpo brucerà più calorie per metabolizzare un pasto completo rispetto ad uno shake o una barretta.

4. Saltare i pasti e fare la fame.

Saltando i pasti il metabolismo rallenta e il corpo brucia meno calorie per mantenersi in vita. Saltare i pasti e passare lunghi periodi senza mangiare, obbliga il tuo corpo a cannibalizzarsi e ad usare il tessuto muscolare come energia, convertendolo in glucosio tramite la gluconeogenesi. In Italia la maggior parte delle persone sono sovrappeso, non perché mangiano quantità industriali di cibo come può fare un americano, ma perché saltano i pasti. Quanti amici e parenti conosci che la mattina consumano solo un caffè, un piatto di pasta a pranzo (se il tempo lo consente) e a cena un’insalata? Hanno mai fame? Sono in forma? Probabilmente no.

5. Troppe calorie liquide.

Un bicchiere di succo può contenere più di 200 calorie, un cappuccino fino a 150, un bicchiere di vino 130, una tazza di tè con un cucchiaino di miele 100… pensaci su!

6. Dare un morso qua e là…

Un biscotto di qua (d’altronde è solo un biscotto, vero?!), una manciata di mandorle là… che siano frutta o proteine, tutto conta! Questi piccoli snack possono aggiungere più di 300 calorie a fine giornata. Praticamente azzerano il deficit calorico che serve per smaltire quei chili  di troppo.

7. Consumare bibite isotoniche e acqua vitaminizzata durante la giornata.

Questi sono tutti integratori sportivi ricchi di zuccheri di cui non hai bisogno durante la giornata. L’unico momento quotidiano in cui il tuo corpo necessita di zuccheri è durante gli allenamenti (soprattutto quelli di resistenza e allenamenti anaerobici prolungati) e dopo l’attività sportiva.

8. Mangiare di fretta.

Quando non ti prendi il tempo per consumare il tuo pasto, non realizzi quanto in realtà hai mangiato e tendi a ingerire più calorie. Mangiare per strada, in macchina, d’avanti alla tv o al computer, con un libro in mano… queste sono tutte situazioni che allontanano la tua concertazione dal cibo. Assaporare, guardare e annusare il cibo è fondamentale per saziare l’appetito e regolare gli ormoni della fame.

9. Consumare troppo cibo sano.

Alcune persone pensano che se il cibo è sano, ne possono mangiare in quantità illimitate. Sbagliato! Le calorie contano tutte! Anche quelle “sane”. Non è il tipo di dieta (proteica, vegana, crudista ecc.) che ti farà perdere il grasso. È il deficit calorico!

10. Mangiare cibi a basso contenuto di grassi/ carboidrati

Quando un ingrediente principale viene rimosso, per non intaccare il sapore e la consistenza del prodotto, dev’essere per forza sostituito con un altro. Generalmente, se un prodotto è a basso contenuto di grassi, sarà ricco di zuccheri. Se mancano i carboidrati, conterrà molti grassi. Per non menzionare la quantità industriale di agenti chimici che vengono usati per migliorare la consistenza, il gusto e l’apparenza di questi prodotti. Per questo motivo, è fondamentale saper leggere i valori nutrizionali e la lista degli ingredienti riportati sulla confezione.

L’alimentazione rappresenta il 70% del risultato finale e quindi non va trascurata. Una strategia utile per tenere sotto controllo le calorie che ingeriamo, è tenere un diario alimentare, dove appunti tutto quello che metti in bocca. In questo modo sarà più facile esaminare il tuo piano alimentare e riconoscere dove sei inciampato.

Autore: Anja Paskulin  Personal Coach,  Istruttore di Bodybuilding e Fitness, Educatore Alimentare, Atleta.

www.feedtheiron.blogspot.com

www.facebook.com/anjapaskulinpt

Nessun tag



admin

admin

Scrittore ed esperto


Dai un’occhiata alle nostre offerte! Acquista ora!