0
Carrello

Al momento non ci sono articoli nel tuo carrello

Alimentazione

Bere Acqua fa Dimagrire? | Tutto Quello che Dovete Sapere sull’Acqua

Dalla scrittrice Myprotein Francesca Rizzi, studentessa in Chimica e appassionata di fitness.


Bere Acqua fa Dimagrire?


L’acqua ha una funzione molto importante nel nostro organismo, lo dimostra il fatto che il digiuno idrico non può essere protratto per più di due giorni, massimo tre.

In un uomo medio, essa rappresenta all’incirca il 60% del peso corporeo mentre le donne ne hanno meno: il 50%, a causa della maggior quantità di tessuto adiposo, che contiene meno liquidi di quello muscolare.

È contenuta in molti organi: costituisce l’83% del sangue, il 22% dello scheletro, il 75% della massa muscolare ed il 75% del cervello. È presente in molti organi delicati, come cervello, occhi ed orecchio interno per la sua funzione protettiva; inoltre favorisce la termogenesi: un processo metabolico di regolazione del calore corporeo.

Una ricerca dimostra che bere 500 ml di acqua aumenta il metabolismo del 30%. Dunque, un apporto di acqua adeguato può avere ripercussioni sulla regolazione della perdita di peso; ciò è stato dimostrato nel 2003 da un esperimento condotto da un’equipe di ricercatori tedeschi, anche se ci sono ancora delle controversie a riguardo.

L’esperimento si basava sul fatto che l’acqua ingerita viene scaldata dal corpo fino a raggiungere una temperatura di 37° C, provocando un dispendio energetico che può portare a bruciare fino a 96 kcal ogni due bicchieri.

Ma attenzione, bere quantità esagerate di acqua nel tentativo di dimagrire può risultare molto dannoso per la salute: diluisce i succhi gastrici, compromettendo le funzionalità digestive e a lungo termine causa l’affaticamento dei reni. Nonostante questo, l’acqua è sempre stata alla base di ogni dieta, dato che elimina il grasso che si sta bruciando.


Acqua e Sviluppo Muscolare


Essa favorisce anche lo sviluppo muscolare in soggetti che pratichino attività fisica in quanto il 75% della massa muscolare è costituita da acqua e l’acqua antagonizza gli effetti catabolici del cortisolo. Se l’attività fisica è prolungata, le ghiandole surrenali aumentano la produzione di cortisolo, che è un ormone che ha un effetto catabolico sul tessuto muscolare, cioè tende a “disgregarlo” per produrre energia, contrastando tale attività catabolica.

bere acqua fa dimagrire

L’acqua è per sua natura un solvente, ciò significa che è in grado di disciogliere i principi nutritivi e di trasportarli in tutte le cellule, promuovendo così la digestione, ma è anche in grado di trasportare scorie e tossine all’esterno del nostro corpo, ad esempio tramite la sudorazione.

Quando ci si disidrata, si verificano una serie di risposte molto nocive da parte dell’organismo: l’acqua presente nel corpo viene risparmiata, interrompendo così la sudorazione e quindi anche l’eliminazione delle sostanze di scarto.

Ciò può portare ad un aumento della temperatura corporea con ripercussioni sul centro termoregolatore ipotalamico; inoltre si riduce il livello totale del sangue (ipovolemia), portando ad una maggiore viscosità del sangue e ad un conseguente affaticamento del cuore. Bisogna sempre bere prima che insorga la sensazione di sete: quando questo accade vuol dire che si è raggiunta la soglia di disidratazione.

Per garantire l’omeostasi (ossia un livello costante dei liquidi intracellulari e intravascolari) bisogna che i liquidi in entrata e quelli in uscita siano pareggiati, mantenendo costante il contenuto idrico dell’organismo.


Quanta Acqua Bere al Giorno?


È difficile saperlo con certezza assoluta, a causa delle molteplici variabili fisiche e climatiche che si possono verificare, esiste una formula che permette di fare una buona stima:

(PESO IN KG x 14,2):113

E’ molto importante aumentare i liquidi assunti quando fa caldo o se si pratica sport, in modo da compensare all’acqua persa con la sudorazione. Dal risultato di questo calcolo si ottiene il numero di bicchieri d’acqua che dovremmo assumere ogni giorno.

Durante l’attività sportiva, infatti, viene usata sempre più ATP per fornire sufficiente energia al corpo. Questo provoca però un forte aumento della temperatura corporea, perciò l’organismo, per tornare alle condizioni ottimali e ripristinare il bilancio idrico, è costretto ad attuare un’azione termoregolatrice in risposta all’eccessivo calore.


La Sudorazione


Il meccanismo più efficace è la sudorazione, che però costa fatica all’organismo (per ogni ml di acqua che evapora vengono spese circa 0,58 kcal). Attenzione però: solo il sudore effettivamente evaporato aiuta il corpo a regolare la temperatura; ciò non accade se lo si rimuove, ad esempio, con un asciugamano.

Quando la perdita di liquidi diventa consistente, ci possono essere ripercussioni sull’organismo, tra cui la compromissione del rendimento dell’atleta e del suo stato di salute, l’alterazione della termoregolazione ed i crampi.

E’ chiaro quindi che gli atleti hanno un grande bisogno di acqua, ma spesso questa non basta, risulta quindi necessario usare integratori di sali, vitamine e zuccheri per recuperare le sostanze perse. Tuttavia, bevande che contengono dosi eccessive di queste sostanze possono essere dannose, poiché ritardano la reidratazione dei tessuti.

È necessario ricordare che è assolutamente inutile utilizzare indumenti in plastica o nylon per aumentare la sudorazione a scopo dimagrante: il peso perduto in questo modo viene recuperato quasi totalmente in 24 ore, mentre si aumenta la perdita idrico-salina limitando, inoltre, nettamente l’evaporazione del sudore stesso, meccanismo che garantisce la termoregolazione durante lo sforzo fisico.



Myprotein

Myprotein

Scrittore ed esperto


COMPLEANNO MYPROTEIN 40% SU TUTTO Scopri ora