Articoli

La dieta disintossicante – i falsi miti e i rischi

Spesso veniamo bombardati dalle affermazioni di come lo stress, le pessime condizioni di salute e le malattie siano risultato di tossine che il nostro corpo assorbe quotidianamente da tutto ciò che ci circonda e che mettiamo in bocca. Le diete disintossicanti, o le diete detox, promettono di ripulire il corpo da tali tossine e di aiutarci a ritrovare la salute, l’energia e l’equilibrio. Di diete di questo tipo ce ne sono una marea, ma tutte quante hanno alcuni punti in comune – sono diete estremamente rigide, a basso contenuto calorico, generalmente liquide a base di succhi freschi di frutta, verdura e acqua, che vanno seguite per alcuni giorni o addirittura settimane. Ma alla base di tutto ciò, esiste effettivamente un argomento scientifico che prova che queste diete portano beneficio al nostro corpo, o sono solo un’altra presa in giro per il consumatore che spera di ritrovare la salute e la giovinezza con i trattamenti fai da te?

Il termine “dieta disintossicante” certamente suona scientifico e può far credere che dietro a tutto questo ci sia della scienza. In realtà, le diete detox non rientrano nella medicina convenzionale, nella quale il termine “disintossicazione” si riferisce a trattamenti sulla base di sostanze tossiche come le droghe, alcol o veleni (metalli pesanti) e viene eseguita esclusivamente in ospedale sotto stretta sorveglianza medica. L’uso del termine “disintossicante” è quindi solo un’altra strategia di mercato per attirare i consumatori.

L’obiettivo di una dieta disintossicante è certamente rimuovere le tossine che il nostro corpo non riesce ad eliminare da solo. Ma cosa sono esattamente queste tossine a cui sono mirate queste diete? A questa domanda in realtà non c’è una risposta, perché queste tossine non sono state ancora identificate e non si conosce nemmeno il processo con il quale le diete disintossicanti le rimuoverebbero.

Così come il termine “disintossicante” anche il termine “tossina” suona abbastanza scientifico da far credere al consumatore che queste diete siano in realtà efficaci. Sul dizionario medico possiamo trovare la seguente definizione “La tossina è’ un vero e proprio “veleno organico” di derivazione animale, vegetale o batterica. Molto importanti nella patologia umana e animale, le tossine batteriche sono prodotte da microrganismi e si dividono in esotossine ed endotossine.” In pratica, le tossine sono veleni prodotti biologicamente come per esempio quelli dello scorpione o della vipera velenosa. È quindi chiaro, che anche il termine “tossina” viene usato erroneamente così come il termine “disintossicante”.

 

Ma il corpo, ha veramente bisogno di aiuto?

Le diete disintossicanti e chi le promuove, affermano che il corpo non è assolutamente in grado di rimuovere le tossine da solo. Questo non può essere che falso – il sistema disintossicante del nostro organismo è altamente sofisticato e versatile. Il fegato, con i suoi enzimi che convertono sostanze tossiche in meno dannose, è estremamente efficace nell’eliminare qualunque tipo di tossina che viene dissolta in acqua ed eliminata con le urine. I reni eliminano molte sostanze tossiche idrosolubili e riassorbono le particelle chimiche essenziali eliminando quelle indesiderate nelle urine nel giro di alcune ore per prevenire il loro accumulo. Il tratto

gastrointestinale è un ambiente ostile e previene a molti batteri nocivi di penetrare nell’organismo. Il compito del colon, invece, è di espellere la materia solida indesiderata dal corpo. Quindi se abbiamo già un sistema di disintossicazione eccezionale, l’affermazione che le tossine si accumulano nel nostro corpo, è semplicemente ridicola.

 

Le diete disintossicanti sono pericolose?

È quasi impossibile che un individuo sano che segue un’alimentazione già altrettanto sana, riconosca un beneficio apportato da questo tipo di dieta eseguita per meno di tre giorni. Oltre a questo, il ristretto regime calorico, previene al corpo di ricevere tutti i nutrienti di cui ha bisogno per preservare la salute e il corretto funzionamento degli organi. Perfino le diete detox di qualche giorno possono avere degli effetti negativi sul corpo, come un calo di energia, giramenti di testa, mal di testa e nausea. Se si segue una dieta disintossicante per periodi prolungati, si può avere delle conseguenze serie sull’organismo e specialmente gli organi che hanno la funzione di disintossicare il corpo.

Le diete disintossicanti possono influire sui livelli di zucchero nel sangue e causare uno sbilancio di elettroliti (sodio e potassio). Infatti, sono sconsigliate a persone affette da diabete, problemi di cuore, con patologie al fegato o reni o a chi soffre di altre malattie croniche. Anche (soprattutto) le donne gravide dovrebbero evitare le diete detox.

Come la maggioranza delle diete popolari, anche le diete disintossicanti non sono un metodo efficace per sbarazzarsi del grasso corporeo. Le persone che seguono tali diete per svariati giorni noteranno certamente un calo nel peso, ma questo è dovuto soprattuo alla perdita di liquidi. Le diete detox prolungate possono causare la perdita di massa muscolare e rallentare il metabolismo. E quando poi la persona riprende il suo regime alimentare regolare, si ritrova con i chili in più, della ritenzione idrica che prima non avvertiva e con una maggiore difficoltà a perdere peso per via del metabolismo rallentato.

I prodotti disintossicanti possono avere degli effetti pericolosi. La maggioranza di questi prodotti sono lassativi e diuretici. Dei lassativi potenti a base di erbe, che sono delle vere droghe antrachinoniche, come la senna, cascara, frangola e aloe, inducono la diarrea che di conseguenza porta alla disidratazione, alla carenza di elettroliti e addirittura dipendenza, se vengono abusate. I diuretici a base di erbe come l’uva ursa, il dente di leone, il buchu e l’ippocastano provocano l’aumento dell’urinazione. Una massiccia perdita di liquidi distrugge l’equilibrio corporeo dei liquidi e degli elettroliti che porta alla disidratazione.

La popolarità delle diete disintossicanti è alimentata dal desiderio di avere risultati veloci e sembra che spopolino specialmente nei periodi dopo le feste e vacanze quando ci si è strafogati di cibo. L’idea che una dieta di una settimana possa immediatamente e efficacemente migliorare la salute suona invitante. Sfortunatamente però questo dà anche l’idea che uno stile di vita malsano possa essere rimediato con una semplice dieta detox. Le conseguenze sulla salute dovute a una dieta scarsa, la mancanza di esercizio fisico, il fumo, la carenza di sonno e l’abuso di alcol e droghe (medicine comprese) non possono essere semplicemente “sciacquate” via con una dieta.

Le diete disintossicanti sono uno spreco di tempo e soldi e non insegnano uno stile di vita sano che dovrebbe comprendere attività fisica quotidiana, un’alimentazione sana e un consumo di alcol moderato. Dietro a queste diete non esiste una scienza e non esistono prove che le tossine vengano accumulate nel corpo o che una dieta disintossicante le possa eliminare. Il corpo umano possiede già un complesso e sofisticato sistema di disintossicazione che non necessita aiuto. Ma una cosa è certa – che qualunque prodotto contenga il nome “disintossicante” può sicuramente ripulire il portafoglio.

Spesso veniamo bombardati dalle affermazioni di come lo stress, le pessime condizioni di salute e le malattie siano risultato di tossine che il nostro corpo assorbe quotidianamente da tutto ciò che ci circonda e che mettiamo in bocca. Le diete disintossicanti, o le diete detox, promettono di ripulire il corpo da tali tossine e di aiutarci a ritrovare la salute, l’energia e l’equilibrio. Di diete di questo tipo ce ne sono una marea, ma tutte quante hanno alcuni punti in comune – sono diete estremamente rigide, a basso contenuto calorico, generalmente liquide a base di succhi freschi di frutta, verdura e acqua, che vanno seguite per alcuni giorni o addirittura settimane. Ma alla base di tutto ciò, esiste effettivamente un argomento scientifico che prova che queste diete portano beneficio al nostro corpo, o sono solo un’altra presa in giro per il consumatore che spera di ritrovare la salute e la giovinezza con i trattamenti fai da te?

Il termine “dieta disintossicante” certamente suona scientifico e può far credere che dietro a tutto questo ci sia della scienza. In realtà, le diete detox non rientrano nella medicina convenzionale, nella quale il termine “disintossicazione” si riferisce a trattamenti sulla base di sostanze tossiche come le droghe, alcol o veleni (metalli pesanti) e viene eseguita esclusivamente in ospedale sotto stretta sorveglianza medica. L’uso del termine “disintossicante” è quindi solo un’altra strategia di mercato per attirare i consumatori.

L’obiettivo di una dieta disintossicante è certamente rimuovere le tossine che il nostro corpo non riesce ad eliminare da solo. Ma cosa sono esattamente queste tossine a cui sono mirate queste diete? A questa domanda in realtà non c’è una risposta, perché queste tossine non sono state ancora identificate e non si conosce nemmeno il processo con il quale le diete disintossicanti le rimuoverebbero.

Così come il termine “disintossicante” anche il termine “tossina” suona abbastanza scientifico da far credere al consumatore che queste diete siano in realtà efficaci. Sul dizionario medico possiamo trovare la seguente definizione “La tossina è’ un vero e proprio “veleno organico” di derivazione animale, vegetale o batterica. Molto importanti nella patologia umana e animale, le tossine batteriche sono prodotte da microrganismi e si dividono in esotossine ed endotossine.” In pratica, le tossine sono veleni prodotti biologicamente come per esempio quelli dello scorpione o della vipera velenosa. È quindi chiaro, che anche il termine “tossina” viene usato erroneamente così come il termine “disintossicante”.

 

Ma il corpo, ha veramente bisogno di aiuto?

Le diete disintossicanti e chi le promuove, affermano che il corpo non è assolutamente in grado di rimuovere le tossine da solo. Questo non può essere che falso – il sistema disintossicante del nostro organismo è altamente sofisticato e versatile. Il fegato, con i suoi enzimi che convertono sostanze tossiche in meno dannose, è estremamente efficace nell’eliminare qualunque tipo di tossina che viene dissolta in acqua ed eliminata con le urine. I reni eliminano molte sostanze tossiche idrosolubili e riassorbono le particelle chimiche essenziali eliminando quelle indesiderate nelle urine nel giro di alcune ore per prevenire il loro accumulo. Il tratto

gastrointestinale è un ambiente ostile e previene a molti batteri nocivi di penetrare nell’organismo. Il compito del colon, invece, è di espellere la materia solida indesiderata dal corpo. Quindi se abbiamo già un sistema di disintossicazione eccezionale, l’affermazione che le tossine si accumulano nel nostro corpo, è semplicemente ridicola.

 

Le diete disintossicanti sono pericolose?

È quasi impossibile che un individuo sano che segue un’alimentazione già altrettanto sana, riconosca un beneficio apportato da questo tipo di dieta eseguita per meno di tre giorni. Oltre a questo, il ristretto regime calorico, previene al corpo di ricevere tutti i nutrienti di cui ha bisogno per preservare la salute e il corretto funzionamento degli organ. Perfino le diete detox di qualche giorno possono avere degli effetti negativi sul corpo, come un calo di energia, giramenti di testa, mal di testa e nausea. Se si segue una dieta disintossicante per periodi prolungati, si può avere delle conseguenze serie sull’organismo e specialmente gli organi che hanno la funzione di disintossicare il corpo.

Le diete disintossicanti possono influire sui livelli di zucchero nel sangue e causare uno sbilancio di elettroliti (sodio e potassio). Infatti, sono sconsigliate a persone affette da diabete, problemi di cuore, con patologie al fegato o reni o a chi soffre di altre malattie croniche. Anche (soprattutto) le donne gravide dovrebbero evitare le diete detox.

Come la maggioranza delle diete popolari, anche le diete disintossicanti non sono un metodo efficace per sbarazzarsi del grasso corporeo. Le persone che seguono tali diete per svariati giorni noteranno certamente un calo nel peso, ma questo è dovuto soprattuo alla perdita di liquidi. Le diete detox prolungate possono causare la perdita di massa muscolare e rallentare il metabolismo. E quando poi la persona riprende il suo regime alimentare regolare, si ritrova con i chili in più, della ritenzione idrica che prima non avvertiva e con una maggiore difficoltà a perdere peso per via del metabolismo rallentato.

I prodotti disintossicanti possono avere degli effetti pericolosi. La maggioranza di questi prodotti sono lassativi e diuretici. Dei lassativi potenti a base di erbe, che sono delle vere droghe antrachinoniche, come la senna, cascara, frangola e aloe, inducono la diarrea che di conseguenza porta alla disidratazione, alla carenza di elettroliti e addirittura dipendenza, se vengono abusate. I diuretici a base di erbe come l’uva ursa, il dente di leone, il buchu e l’ippocastano provocano l’aumento dell’urinazione. Una massiccia perdita di liquidi distrugge l’equilibrio corporeo dei liquidi e degli elettroliti che porta alla disidratazione.

La popolarità delle diete disintossicanti è alimentata dal desiderio di avere risultati veloci e sembra che spopolino specialmente nei periodi dopo le feste e vacanze quando ci si è strafogati di cibo. L’idea che una dieta di una settimana possa immediatamente e efficacemente migliorare la salute suona invitante. Sfortunatamente però questo dà anche l’idea che uno stile di vita malsano possa essere rimediato con una semplice dieta detox. Le conseguenze sulla salute dovute a una dieta scarsa, la mancanza di esercizio fisico, il fumo, la carenza di sonno e l’abuso di alcol e droghe (medicine comprese) non possono essere semplicemente “sciacquate” via con una dieta.

Le diete disintossicanti sono uno spreco di tempo e soldi e non insegnano uno stile di vita sano che dovrebbe comprendere attività fisica quotidiana, un’alimentazione sana e un consumo di alcol moderato. Dietro a queste diete non esiste una scienza e non esistono prove che le tossine vengano accumulate nel corpo o che una dieta disintossicante le possa eliminare. Il corpo umano possiede già un complesso e sofisticato sistema di disintossicazione che non necessita aiuto. Ma una cosa è certa – che qualunque prodotto contenga il nome “disintossicante” può sicuramente ripulire il portafoglio.

 

Referenze:

http://www.health.harvard.edu/fhg/updates/The-dubious-practice-of-detox.shtml

Kyle Hill. The Great “Detox” Deception. July 10, 2012.

http://sciencebasedlife.wordpress.com/2012/07/10/the-great-detox-deception/

Mishori R, et al. The dangers of colon cleansing. Journal of Family Practice. 2010;60:454.

Position of the American Dietetic Association: Food and nutrition misinformation. Journal of the American Dietetic Association. 2006;106:601

Scott Gavura. The Detox Scam: How to spot it, and how to avoid it. January 2, 2014 http://www.sciencebasedmedicine.org/the-detox-scam-how-to-spot-it-and-how-to-avoid-it/

Susan Moores. Experts warn of detox diet dangers. May 18, 2007. http://www.nbcnews.com/id/18595886/ns/health-diet_and_nutrition/t/experts-warn-detox-diet-dangers/#.U6D8P9Dn-Ah

 

Autore: Anja Paskulin Personal Coach, Istruttore di Bodybuilding e Fitness, Educatore Alimentare, Atleta.

www.feedtheiron.blogspot.it

www.facebook.com/anjapaskulinpt

Nessun tag



Myprotein

Myprotein

Scrittore ed esperto


Dai un’occhiata alle nostre offerte! Acquista ora!