Allenamento

Michael Bisping | Allenamento MMA con il campione

Nato in una base militare a Cipro, cresciuto nel Regno Unito, Mike Bisping si prepara per l’incontro più atteso dell’anno a New York, dove lotterà per mantenere il suo titolo di campione UFC di pesi medi.

 

Il Viaggio di Bisping

 

Mike ha iniziato a praticare Jujutsu a otto anni e all’età di 15 ha gareggiato nella prima competizione “senza esclusione di colpi” (no-holds-barred) del Regno Unito – quella che oggi chiameremmo MMA.

 

Tre anni dopo, Mike ha abbandonato l’MMA ed ha iniziato ad allenarsi in diverse discipline: pugilato, kickboxing e karate. Durante la sua carriera nella kickboxing (una carriera breve ma di successo), Bisping ha vinto il titolo di Pro British light heavyweight.

 

Andando avanti, Mike è diventato il peso medio predominante della storia dell’UFC, vincendo l’Ultimate Fighter TV show, battendo Eric Schafer all’UFC 66 e Luck Rockhold all’UFC 199 lo scorso giugno.

 

Il Campione di pesi medi detiene ancora quella cintura dopo aver difeso il titolo con successo contro Dan Henderson, ma non ha combattuto per più di un anno.  Il record di Mike è di 30-7, 16 delle quali vinte per knockout – ma è destinato a continuare questa serie di vittorie?

 

Michael Bisping | Allenamento MMA con il campione

Allenarsi come un campione

 

Il titolo di campione di pesi medi UFC non si guadagna procrastinando in palestra. L’MMA pretende l’abilità di lavorare ad altà intensità per brevi cicli, focalizzandosi su velocità e forza – ma non è tutto.  Il campione di pesi medi spiega che questo è il combattimento per il quale vuole essere ricordato ed è sicuro che il suo allenamento gli darà i giusti risultati.

“Normalmente mi focalizzo su forza e conditioning, ma questa volta il mio avversario ha delle abilità variegate, quindi recentemente ho lavorato sulla mia tecnica – includendo wrestling e presa. Corro 4 miglia in salita per mantenere la mia forma fisica”

 

Moltissimi professionisti dell’UFC vantano numeri impressionantti di bench press e squat, ma un one-rep max non aiuta molto in uno sport che si basa sulla capacità di mantenere uno sforzo estremamente intenso per cinque interi minuti. Mike Bisping ci ha detto di più su come si sta preparando per l’incontro di questo sabato.

 

“Mi piace il combattimento, mi godo il momento e quello che mi porta. La monotonia fa diventare le cose stantie, ma ciò che separa gli uomini dai ragazzini è l’abilità di andare avanti, ed è quello che intendo fare”

 

Eseguire esercizi vari in palestra è uno dei metodi più efficaci per ottimizzare la performance e scolpire il proprio fisico. Fate in modo di impegnarvi in workout che non si focalizzano sugli stessi muscoli settimana per settimana. Inoltre, assicurarsi che il vostro battito cardiaco sia alto vi terrà sempre sull’attenti. Provate l’allenamento a circuito, è un modo eccellente per migliorare mobilità, forza e resistenza.

 

 

Michael Bisping | Allenamento MMA con il campione

Mangiare come un professionista

 

Mike entra nell’ottagono come favorito su Georges St-Pierre, ma non è solo. Il team di Mike è composto da talenti di fama mondiale come il nutrizionista Dean Amasinger. Per essere un combattente UFC, ovviamente l’allenamento è fondamentale, ma anche l’alimentazione gioca un ruolo chiave.

 

“Ho un team vario, Dean, il mio guru per la nutrizione, si assicura che io sia preparato per ogni occasione. Mantenere 84kg non è facile, quindi provo ad eliminare i carboidrati quando i combattimenti si avvicinano. Inizio la mia giornata con uno shake di proteine e mezza banana – a volte pancake proteici alla banana. A pranzo e a cena mangio 170g di proteine e verdure.”

 

Mantenere uno stile di vita sano è essenziale per i combattenti del suo calibro, e ciò è tanto importante quanto ottimizzare la propria perfomance. Piani di allenamento e regimi alimentari non sono le uniche strategie su cui contano gli atleti professionisti. L’integrazione infatti fa parte della routine giornaliera di molti di loro, incluso Mike.

“Mantenersi in forma e in salute è indispensabile per la mia carriera. Anche se il mio piano alimentare è bilanciato, assumo diversi integratori tra cui Alpha Men, Omega-3, Clorella e uno shake di proteine post-workout.”

 

Gli integratori sono la ciliegina sulla torta del vostro allenamento e per ottenere massimi risultati i piani di integrazione dovrebbero essere personalizzati.

 

Se c’è qualcosa che sembra far distinguere Bisping è la sua forza mentale. Allenarsi per un combattimento del genere è estenuante non solo per il corpo ma anche per la mente, molti atleti hanno dei “rituali” che precedono e seguono le competizioni tra cui respirazione profonda, cheat meal o una buona dormita. Essere in forma e riposati è imperativo.

 

“Non c’è niente di meglio di tornare a casa da moglie e figli, sdraiarsi sul divano e guardare la TV dopo giorni di intenso allenamento. Amo stare con la mia famiglia, quest’anno abbiamo fatto diversi viaggi incredibili che mi hanno aiutato a rimanere focalizzato – i viaggi in Tailandia e alle Hawaii sono stati fantastici! Non sono una persona superstiziosa, vado sempre in un ristorante italiano quando devo aumentare il quantitativo di carboidrati. Dopo gli allenamenti o gli incontri, amo mangiare una bistecca – mi aiuta a riprendermi da una sessione difficile.”

 

Da un’intensa sessione di pesi in palestra ad una partitella di calcio al parco, un giorno di riposo tattico non è una cattiva idea. I muscoli su cui avete lavorato tanto ieri potrebbero avere un impatto negativo sui muscoli su cui lavorerete domani. Fate in modo di programmare la vostra settimana lasciando spazio ad eventi mondani, cheat meal o… anche un’intera giornata di pasti golosi.

 

Mike si prepara per il più grande combattimento della sua carriera a New York contro Georges St-Pierre, e non possiamo che fare il tifo per il campione sponsorizzato da Myprotein!

Nessun tag



Chiara Strano

Chiara Strano

Scrittore ed esperto


Dai un’occhiata alle nostre offerte! Acquista ora!