0
Carrello

Al momento non ci sono articoli nel tuo carrello

Alimentazione

Abbuffate | 3 Errori da Evitare

Dalla scrittrice di Myprotein Le Fitchef, blogger ed esperta di alimentazione.


Abbuffate: 3 Errori da Evitare


Ci siamo passati tutti. Malgrado i migliori propositi, risulta difficoltoso resistere alle tentazioni della tavola di fine anno, tra dolci regionali e delizie ipercaloriche disponibili solo in questa parte dell’anno, ci si ritrova, il giorno dopo appesantiti dai sensi di colpa e non solo.

Capita anche ai migliori, dopo essersi lasciati andare ai peccati della gola, ci si ritrova travolti dal desiderio di riportare indietro le lancette dell’orologio fino ad un istante prima di aver ceduto a quella fetta di pandoro in più, e si finisce per sfinirsi di cardio in palestra, nel tentativo di sudare via, insieme alla debolezza, anche il timore di aver sperperato i frutti di mesi e medi di duro lavoro e disciplina ferrea.

Ricorrere ad un atteggiamento punitivo è una pratica purtroppo molto frequente, ma prima di occuparci di quali siano le strategie consigliabili per affrontare i postumi di un’abbuffata occasionale, vediamo quali sono gli errori da evitare assolutamente, non solo perché non apportano alcun genere di beneficio, ma soprattutto perché potrebbero arrecare un danno superiore a quello di uno sgarro occasionale.


1. Considerare l’Esercizio Fisico una Punizione


Sfinirsi in palestra dopo aver consumato un dolce occasionale, oppure dopo un’abbondante cena di fine anno corrisponde a considerare il proprio allenamento come una tortura a cui sottoporsi per autopunirsi: ci si allena fino allo sfinimento perché ci si sente delusi da sé stessi e si sceglie di punirsi in palestra.

Ma è importante sottolineare che l’allenamento, e in generale qualsiasi forma di attività fisica, non devono mai essere vissuti come una tortura da temere e con la quale espiare le conseguenze dei propri occasionali errori.

Abbuffate

La convinzione, falsa e ricola, che ci si debba “guadagnare” il diritto di commettere qualche piccola infrazione del regime alimentare, è sempre più diffusa, soprattutto tra le donne; si tratta di un atteggiamento degradante e piuttosto datato che sarebbe meglio scoraggiare, laddove possibile.

Non è necessario alcun “permesso” che ci conceda la libertà di allontanarci, di tanto in tanto, dalla rigida disciplina che abbiamo scelto di seguire, e non è inoltre necessario sentirsi in colpa in seguito a dali innocenti deviazioni dal percorso principale.


2. Considerare “Cattivi” Alcuni Alimenti


Non esistono cibi buoni o cattivi in assoluto, benché sia consigliabile preferire adottare un’alimentazione variata e basata sul consumo di alimenti freschi e poco lavorati, il consumo occasionale di alimenti processati o ipercalorici non deve portare ad avvilirsi fino al desiderio di abbandonare del tutto i propri obiettivi.

Abbuffate


3. Rimuginare Sulle Calorie


Può sembrare una risposta insensata ma: dimenticatevene e andate avanti con la vostra routine senza guardare indietro! Non rimuginate sul numero di calorie ingurgitate la sera precedente, non cristallizzatevi sull’immagine del grasso che prende il sopravvento sulla vostra massa magra (non avverrà), non sentitevi in colpa, non punitevi e non pesatevi ossessivamente.

Sono tutti atteggiamenti che vi condurranno lontano dal vostro percorso, alimentando in voi un senso di sfiducia crescente verso le vostre capacità, sottraendovi energia e aumentando inutilmente i vostri livelli di stress.

Abbuffate

Non c’è niente di più normale che vedersi appannati o appesantiti qualche giorno dopo uno sgarro eccessivo, ma se nei mesi precedenti vi sarete attenuti  scrupolosamente al vostro programma alimentare e ai consigli del vostro preparatore, non avete nulla da temere, il vostro corpo sa benissimo come gestire al meglio il volume di cibo in eccesso che gli avete fornito.

Scegliete di tornare immediatamente al vostro percorso e focalizzatevi sui lati positivi dell’allenamento: avete scelto di allenarvi per guadagnare forza, equilibrio, autostima e fiducia nelle vostre capacità, non solo per perdere grasso o per autopunirvi.

Tornate a nutrirvi in maniera equilibrata, scegliendo gli alimenti freschi che preferite, senza privarvi di alcun nutriente e senza ridurre le abituali razioni che compongono i vostri pasti.


Un Consiglio da Non Dimenticare


Tenete sempre a mente la ragione per la quale avete iniziato ad allenarvi e a mangiare sano e non pensate neanche per attimo di lasciarvi andare, solo perché vi siete concessi una serata di libertà. Ricordate che un solo giorno di stravizi non inficia minimamente i risultati di lunghi mesi di lavoro intenso e di passiona applicata al raggiungimento della migliore versione possibile di voi stessi.



Myprotein

Myprotein

Scrittore ed esperto


CORRI A SCOPRIRE I NOSTRI SCONTI IMPERDIBILI Visita ora